2001: Odissea nello spazio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

2001: Odissea nello spazio

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

L'occhio di HAL 9000

Titolo originale 2001: A Space Odyssey
Paese Gran Bretagna
Anno 1968
Genere Fantascienza
Regia Stanley Kubrick
Soggetto Arthur Clarke
Sceneggiatura Stanley Kubrick, Arthur C. Clarke
Attori
Note

Premi Oscar:

  • Migliori effetti visivi (1969)

2001: Odissea nello spazio, film di Stanley Kubrick del 1968 ispirato al racconto di Arthur C. Clarke La sentinella (The Sentinel).


Tagline
Non ci sono stati altri viaggi.

Frasi[modifica]

  • Utilizzo le mie capacità nel modo più completo, il che, per un'entità cosciente, è il massimo che possa sperare di fare. (HAL 9000)
  • A me piace lavorare con la gente. Ho rapporti diretti ed interessanti con il dottor Poole e con il dottor Bowman. Le mie responsabilità coprono tutte le operazioni dell'astronave, quindi sono perennemente occupato. Utilizzo le mie capacità nel modo più completo; il che, io credo, è il massimo che qualsiasi entità cosciente possa mai sperare di fare. (HAL 9000)
  • Nessun calcolatore 9000 ha mai commesso un errore o alterato un'informazione. Noi siamo, senza possibili eccezioni di sorta, a prova di errore, e incapaci di sbagliare. (HAL 9000)
  • Certo nessuno avrebbe potuto ignorare le stranissime voci che circolavano prima che partissimo. Voci di qualcosa che era stata scoperta sulla Luna.[1] Io non ho mai dato molto credito a queste storie, però considerate altre cose che sono accadute, trovo difficile scacciarle dalla mia mente. (HAL 9000)
  • Mi spiace Dave. Purtroppo non posso farlo. (HAL 9000)
  • Questa macchina è troppo importante per me per lasciare che tu la manometta. (HAL 9000)
  • Ho paura, David. (HAL 9000 al Dr. Dave Bowman)
  • Giro girotondo, io giro intorno al mondo. Le stelle d'argento costan cinquecento. Centocinquanta e la Luna canta, il Sole rimira la Terra che gira, giro giro tondo come il mappamondo...[2] (HAL 9000)
  • Buongiorno, signori. Io sono un elaboratore HAL 9000. Entrai in funzione alle Officine HAL di Verbana[3], nell'Illinois, il 12 gennaio 1992. (HAL 9000)

Citazioni su 2001: Odissea nello spazio[modifica]

  • «2001 – Odissea nello spazio» di Stanley Kubrick [...] è il film unico che ha segnato per sempre il cinema di fantascienza, condensandone e fissandone gli universi col suo stile imitato e inimitabile: il candore e la freddezza, la danza degli astri, la posizione del veicolo spaziale nell'oscurità sconfinata del sistema stellare, il modo di muoversi e la vita quotidiana degli astronauti, le porte autochiudentesi, i corridoi rotondi come l'anima di un enorme tubo bianco. L'iconografia fantascientifica non era mai stata così suggestiva e perfetta prima di «2001», né lo sarebbe mai più stata dopo. (Lietta Tornabuoni)
  • C'è qualcuno in sala che sappia spiegarmi qualcosa? (Rock Hudson)
  • Il modo in cui è stato ritratto HAL è assolutamente superbo. Ad HAL sono stati dati degli ordini segreti ignoti anche al capitano della navicella. Naturalmente, non gli è consentito divulgarli all'equipaggio. Lo stress che ne deriva lo fa impazzire. [...] Il film offre un fantastico sguardo nell'IA, la sua crescita, la sua utilità, i suoi difetti e la sua paura di morire. [...] Il ritratto di HAL non è l'unica cosa meravigliosa del film. È pieno di accenni al futuro dell'evoluzione umana. (Metal Gear Solid: Peace Walker)

Note[modifica]

  1. Il monolito nero.
  2. Nel doppiaggio originale HAL ripete il ritornello della canzone Daisy Bell, scritta nel 1892 da Harry Dacre: Daisy, Daisy, give me your answer do | I'm half crazy all for the love of you | It won't be a stylish marriage | I can't afford a carriage | But you'll look sweet upon the seat | Of a bicycle built for two.
  3. In Illinois, non esiste Verbana. La città, nel doppiaggio originale, è quella di Urbana (pronuncia [ɝˈbænə]).

Altri progetti[modifica]