Aiuto:Ordine alfabetico

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da A:O)
Modello di voce Trascrizione Fonti Categorie Ordine alfabetico
Abbr :
A:O

In questa pagina sono descritte le convenzioni di ordinamento delle citazioni nelle voci di Wikiquote, e in particolare l'ordine alfabetico internazionale usato per convenzione interna.

Ordine delle citazioni[modifica]

Si suggerisce, ovviamente, un rispetto alquanto rigoroso delle convenzioni. Si consiglia, inoltre, di evitare aggiunte, modifiche o cancellazioni nella stessa sessione di ordinamento delle citazioni di una voce, senza dettagliata segnalazione delle azioni compiute.

Ricordate che rispettare l'eventuale ordine delle citazioni significa rispettare anche il lavoro svolto dagli altri utenti. Se individuate utenti che nell'inserimento di nuove citazioni ignorano sistematicamente l'eventuale ordinamento, apponete il template {{Abc}} nelle loro pagine di discussione.

Cronologico[modifica]

In generale, l'ordine cronologico, se applicabile, è preferibile a quello alfabetico (non nelle pagine tematiche), e in ogni caso non va sostituito l'ordine alfabetico a un ordine già esistente nella voce.

L'ordine cronologico delle citazioni da opere scritte va rigorosamente applicato nelle sezioni dedicate a un'opera, ed è molto semplice se si indica correttamente la pagina e/o il capitolo di provenienza di ciascuna citazione come da convenzione sulle fonti; lo stesso vale per le canzoni.

Ordinare cronologicamente le citazioni da film, invece, è meno immediato, e infatti spesso le citazioni non seguono alcun ordine. All'inizio di ciascuna sezione "Frasi" o "Dialoghi", quando si è certi dell'ordine cronologico delle citazioni che contiene, si segnala la cosa coll'avviso {{cronologico}}:

==Frasi==
{{cronologico}}

==Dialoghi==
{{cronologico}}

L'ordine cronologico si applica anche alle sezioni sulle opere (libri, album o altro) presenti in una voce, facendo riferimento alla data di prima pubblicazione (in lingua originale nel caso delle traduzioni), che deve però essere scritta nella voce: non nei titoli delle sezioni, ma in bibliografia.

Ordine alfabetico italiano[modifica]

L'ordine alfabetico italiano comprende le sole 21 lettere dell'alfabeto italiano, e cioè:

A - B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - Z

La sempre crescente presenza di parole o nomi di origine straniera nell'uso della lingua italiana, richiede di considerare anche parole che principiano con altre lettere:

Y - J - K - X - W

Fra queste, la X è la lettera di maggiore confidenza per gli italiani, essendo spesso usata in termini, per lo più scientifici, derivati dal greco antico. I puristi, tuttavia, ne svolgevano l'utilizzo sostituendola con la S (es., silografia in luogo di xilografia), mentre è più nota la conversione della K in CH (es., chilogrammo in luogo di kilogrammo).

Ordine alfabetico in Wikiquote[modifica]

Ai nostri fini, dal momento che questo compendio raccoglie voci di argomento anche non italiano, e dunque le cui iniziali possono essere anche lettere non comprese nell'alfabeto italiano classico, seguiremo l'ordine alfabetico internazionale, che seppure presentato in alcune varianti, è principalmente il seguente:

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z

Nel creare una voce, un frequente problema si incontra nell'ordinare la serie di citazioni. In questo caso, la convenzione è quella di seguire l'ordinamento utilizzato dal software MediaWiki all'interno delle categorie:

  • Ab ovo usque ad mala
  • Ab uno disces omnis
  • Absit iniuria verbis
  • Accidere ex una scintilla incendia passim
  • Acta est fabula, plaudite!
  • Actio libera in causa
  • Ad audiendum verbum
  • Ad hoc
  • Ad usum delphini
  • Ad usum fabricae

(Vedi anche la Categoria:Frasi latine su Wikipedia)

Si tratta quindi di ordinare alfabeticamente le prime parole e, in caso di coincidenza, le successive, tenendo presenti alcune piccole convenzioni.

Convenzioni[modifica]

Nell'ordinamento delle citazioni:

  • l'apostrofo ha precedenza sulle lettere; in parole povere, l'apostrofo è equiparato allo spazio (tuttavia, lo spazio ha precedenza sull'apostrofo stesso) e le parole si considerano separate. Per esempio:
    • L (lettera)
    • L'arancia
    • L'olio
    • La mela
    • Un sogno
    • Un'idea
    • Una borsa
  • ogni accento deve essere ignorato; le lettere ÁÀÂÄÃĀĂ..., ad esempio, devono essere considerate come lettera A, e quindi si avrà:
    • E pensare che...
    • È proprio una bella giornata...
    • E se domani piovesse?
  • ogni segno di punteggiatura deve essere ignorato; ad esempio:
    • Arrivederci.
    • «Buonasera».
    • "Ciao!"
    • Salve.
  • ogni eventuale commento posto all'inizio delle citazioni deve essere ignorato; ad esempio:
    • [Rivolgendosi a Pinco] Arrivederci a domani.
    • Buonasera.
    • [Agitando le mani] Ciao!
    • Domani è un altro giorno.
  • ogni eventuale nome di personaggio posto all'inizio delle citazioni deve essere ignorato; ad esempio:
    • Riccardo: Arrivederci!
      Maria: Lo spero, mio caro.
    • Bella giornata d'inverno.
    • Joe: Come sai che ti ama?
      Bill: Perchè conosce la parte peggiore di me e le sta bene.