Agente 007 - Licenza di uccidere

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Agente 007 - Licenza d'uccidere)

Agente 007 - Licenza di uccidere

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Dr. No

Paese Gran Bretagna
Anno 1962
Genere Spionaggio
Regia Terence Young
Soggetto Ian Fleming
Sceneggiatura Johanna Harwood, Richard Maibaum, Berkley Wather
Produttore Harry Saltzman, Albert Broccoli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Agente 007 – Licenza di uccidere, film britannico del 1962 con Sean Connery e Ursula Andress, regia di Terence Young.

Frasi[modifica]

  • [A Dottor No] Dominazione del mondo. Il solito sogno. I manicomi sono pieni di gente che crede di essere Napoleone. O Dio. (James Bond)
  • Il doppio zero della sua sigla l'autorizza a uccidere, non ad essere ucciso. (M)
  • È una Smith & Wesson, e ha sparato i sei colpi! (James Bond)
  • [Mostrando a James Bond la sua nuova pistola] Walther PPK, calibro 7 e 65 con una penetrazione come quella di un mattone attraverso una finestra. Monta un silenziatore Braush con una minima riduzione di velocità. Gli americani ne sono entusiasti. (Maggiore Boothroyd)
  • Tieni le mani sul volante, sono un passeggero molto nervoso! (James Bond)
  • Io le rotte da seguire le trovo col naso, con le orecchie e con il mio istinto. (Quarrel)
  • Oriente, occidente, solo due punti cardinali, ognuno stupido quanto l'altro. (Dr. No)
  • [A James Bond] Ma purtroppo l'avevo sopravvalutata, lei è soltanto uno stupido poliziotto [entrano le guardie] la cui fortuna si è esaurita. (Dr. No)
  • [Indicando alla guardia un cadavere sul sedile posteriore della Chevrolet] Sergente, stia attento che non se la fili. (James Bond)

Dialoghi[modifica]

  • James Bond: Uno prende il cianuro, un'altra si sarebbe fatta spezzare il braccio, ma non parlano. Chi spaventa la gente fino a questo punto?
    Felix Leiter: Credo sia meglio che lo scopriamo, e alla svelta.
  • James Bond: Ammiro il suo coraggio miss...
    Sylvia Trench: Trench, Sylvia Trench. E io ammiro la sua fortuna mister...
    James Bond: Bond, James Bond.
  • Sylvia Trench: Quando ha detto che deve partire?
    James Bond: Immediatamente. [La bacia sulle labbra]...quasi immediatamente.
  • Miss Taro: Cosa dovrei rispondere quando un estraneo fa un invito simile?
    James Bond: Risponda "Si".
    Miss Taro [scuotendo la testa]: Io risponderei "Forse".
    James Bond: Alle tre al mio albergo? ...forse?
    Miss Taro: Sì... forse.
  • Dr. No: Stavate ammirando il mio acquario.
    James Bond: Sì, è imponente.
    Dr. No: Una rara opera di ingegneria, se posso dirlo. L'ho progettato io stesso. Il vetro è convesso, spesso 30 cm, il che spiega l'effetto d'ingrandimento.
    James Bond: Sardine che si atteggiano a balene, come lei in quest'isola, dottor No.
    Dr. No: Dipende, signor Bond, da quale parte del vetro lei si trovi.
  • James Bond: E poi cosa è successo?
    Honey: Gli ho messo una vedova nera sotto le lenzuola, una femmina, sono le peggiori, ne ha avuto per una settimana per morire... ho fatto male?
    James Bond: No! basta che non diventi un'abitudine...
  • Honey: È qui per le conchiglie?
    James Bond: No, sono qui per il panorama.

Altri progetti[modifica]