Agente 007 - Una cascata di diamanti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Agente 007 - Una cascata di diamanti

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Diamonds are Forever

Lingua originale inglese
Paese Gran Bretagna
Anno 1971
Genere spionaggio
Regia Guy Hamilton
Soggetto Ian Fleming (romanzo)
Sceneggiatura Richard Maibaum
Produttore Harry Saltzman, Albert Broccoli
Interpreti e personaggi

Agente 007 – Una cascata di diamanti, film inglese del 1971 con Sean Connery, regia di Guy Hamilton.

Frasi[modifica]

  • [Dopo aver spinto nel fango bollente quello che crede essere il suo avversario] Benvenuto all'inferno, Blofeld! (Bond)
  • [All'interno delle tubature, rivolto a un topo] Uno di noi puzza come un caprone. [dopo aver odorato la propria giacca] Temo di essere io, scusami amico. (Bond)

Dialoghi[modifica]

  • Bond: Cosa posso portarti dall'Olanda?
    Moneypenny: Un diamante... in un anello?
    Bond: Ti accontenteresti di un tulipano?
  • Mr. Kidd: [Dopo aver fatto esplodere l'elicottero] Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse...
    Mr. Wint: ...gli avrebbe dato le ali, Mr. Kidd.
  • Bond: Una solera insolitamente pregiata... '51, direi.
    M: Non c'è un'annata per lo sherry, 007.
    Bond: Mi riferivo alla vendemmia originale su cui si basa lo sherry, signore... 1851... senza dubbio.
  • Sir Donald: Dica un po' comandante, lei che ha fatto degli studi approfonditi sullo sherry, che cosa sa dei diamanti?
    Bond: Be' è la più dura sostanza che si trovi in natura, ci si taglia il vetro, invita al matrimonio ed è il migliore amico della donna come il cane lo è dell'uomo...
    M: Fa piacere sentire che esiste un argomento su cui non è un esperto!

Altri progetti[modifica]