Agente 007 - Una cascata di diamanti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Agente 007 - Una cascata di diamanti

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Diamonds are Forever
Paese Gran Bretagna
Anno 1971
Genere spionaggio
Regia Guy Hamilton
Soggetto Ian Fleming (romanzo)
Sceneggiatura Richard Maibaum
Produttore Harry Saltzman, Albert Broccoli
Interpreti e personaggi

Agente 007 – Una cascata di diamanti, film inglese del 1971 con Sean Connery, regia di Guy Hamilton.

Frasi[modifica]

  • [Dopo aver spinto nel fango bollente quello che crede essere il suo avversario] Benvenuto all'inferno, Blofeld! (Bond)
  • [All'interno delle tubature, rivolto a un topo] Uno di noi puzza come un caprone. [dopo aver odorato la propria giacca] Temo di essere io, scusami amico. (Bond)

Dialoghi[modifica]

  • Bond: Cosa posso portarti dall'Olanda?
    Moneypenny: Un diamante... in un anello?
    Bond: Ti accontenteresti di un tulipano?
  • Mr. Kidd: [Dopo aver fatto esplodere l'elicottero] Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse...
    Mr. Wint: ...gli avrebbe dato le ali, Mr. Kidd.
  • Bond: Una solera insolitamente pregiata... '51, direi.
    M: Non c'è un'annata per lo sherry, 007.
    Bond: Mi riferivo alla vendemmia originale su cui si basa lo sherry, signore... 1851... senza dubbio.
  • Sir Donald: Dica un po' comandante, lei che ha fatto degli studi approfonditi sullo sherry, che cosa sa dei diamanti?
    Bond: Be' è la più dura sostanza che si trovi in natura, ci si taglia il vetro, invita al matrimonio ed è il migliore amico della donna come il cane lo è dell'uomo...
    M: Fa piacere sentire che esiste un argomento su cui non è un esperto!

Altri progetti[modifica]