Anton Francesco Doni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Al 2014, le opere di un autore italiano morto prima del 1944 sono di pubblico dominio in Italia PD
Anton Francesco Doni

Anton Francesco Doni (1513 – 1574), letterato, editore e traduttore italiano.

  • La vera sapienza non è quella che va volando con le ali delle parole, ma quella che si fa vedere con le opere della Virtù. (da Fiore di sentenze tratte dall'ornamento della lingua italiana)

Incipit di I marmi[modifica]

MIGLIOR GUIDOTTI E SALVESTRO DEL BERRETTA

Migliore. Voi stareste meglio di gennaio al fuoco, messer Salvestro, che di luglio su i Marmi; perché cotesto berretton tinto in grana che voi portate, che fu giá fodrato, si convien piú con il verno che non si confá con la state.
Salvestro. E tu staresti meglio con un celatone in capo, di questo tempo, che con cotesto cappuccio. Oh quanto ti stanno peggio indosso i panni a te che 'l berrettone a me! Ma, s'io m'allegerissi, infredderei, e un altro maggiore sarebbe troppo: di questa sorte, che fosse nuovo, non credo che se ne trovi. Ma dimmi, tu, che sei grande piú degli altri, debbi aver maggior caldo degli altri, di ragione; noi, avendone manco e non lo potendo sopportare, come fa' tu a tollerar il tuo, ch'è tanto maggiore?

Bibliografia[modifica]

  • Anton Francesco Doni, I marmi, a cura di Ezio Chiòrboli, Edizioni Laterza, Bari, 1928.

Altri progetti[modifica]