Barzellette dai film

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Film Comici.png

Raccolta di barzellette tratte dai film.

  • All'ufficio oggetti smarriti: «Buongiorno, signore, desidera?». «Ehm... scusi,» risponde il signore, «non avrebbe una donna perduta?». (Il gigante)
  • Che differenza c'è tra un avvocato ed una prostituta? Quando sei morto la prostituta smette di fotterti. (L'uomo della pioggia)
  • Ci sono queste quattro suore. Sono sedute fuori dal confessionale. Entra la prima suora... e dice: «Perdonami, padre, perché ho peccato». E il prete fa: «Cos'hai fatto?», e lei: «Chiedo perdono, padre, ho guardato un pene». E il padre dice: «Ah, è terribile. Voglio che tu dica dieci Ave Maria e che tu vada a lavarti gli occhi con l'acqua santa». Allora la suora dice: «Sì», esce e dice dieci Ave Maria, va all'acquasantiera e si lava gli occhi con l'acqua santa. Entra la seconda suora, e dice: «Mi spiace, padre, ho peccato. Mi perdoni». Il prete dice: «Come hai peccato?», e lei: «Ho toccato un pene». Allora il padre fa: «Oh, peggio della precedente, voglio che tu dica venti Ave Maria e che ti lavi le mani con l'acqua santa». Allora... la suora esce, dice le sue venti Ave Maria e si lava le mani con l'acqua santa. All'improvviso c'è un po' di trambusto. Allora il prete esce e fa: «Ehi, che succede?». C'erano due suore, la terza e la quarta, che litigavano. E lui: «Ehi, ehi, sorelle, cosa sta succedendo?» La quarta, che aveva origliato, salta su e dice: «Non mi interessa quello che dice, padre. Non mi laverò la bocca in quell'acqua, dopo che lei ci ha fatto il bidet». (Catch .44)
  • Conosco una barzelletta bellissima. Uno scoiattolo va da un albero e gli dice: «Ho raccolto troppe poche ghiande per l'inverno. Non ce la farò...». [pausa] Fa ridere perché alla fine lo scoiattolo muore. (Up)
  • – Cos'è che è verde, piccolo e va su e giù?
    – Un pisello in ascensore. (Mr. Nobody)
  • Due ebrei inviati ad uccidere Hitler, nascosti in un vicolo dovevano ucciderlo alle dodici e mezzo. Erano lì con fucili, bombe, coltelli. Dodici e mezzo: niente Hitler. Dodici e quarantacinque: niente Hitler. L'una: niente Hitler. Alla fine uno si gira verso l'altro e fa: «Speriamo non gli sia capitato niente». (L'uomo dell'anno)
  • Dunque, c'era un magnifico aereo che stava volando sull'Atlantico diretto verso New York, era pieno di gente delle Nazioni Unite! A metà strada sopra l'oceano, si accorgono che manca la benzina, allora sono costretti ad alleggerire l'aereo e buttano fuori tutti i bagagli, ma questo non basta ancora! Allora buttano fuori anche i sedili, ma risulta ancora troppo pesante! Un francese va verso lo sportello e grida: «Vive le France!» e salta fuori! Si fa avanti un inglese e impietrito grida: «God save the Queen!» e si butta giù, ma il pilota dice che bisogna ancora alleggerire l'aereo! A questo punto si alza il delegato del Texas, si guarda in giro e grida: «Ricordati di Alamo!»... e butta giù un messicano!! (Un lupo mannaro americano a Londra)
  • Ho letto di recente che adesso per gli esperimenti scientifici si usano gli avvocati al posto dei topi. Lo si fa per un paio di ragioni: la prima che gli scienziati si affezionano molto meno agli avvocati; la seconda è che ci sono certe cose che nemmeno un topo di fogna farebbe mai. (Hook - Capitan Uncino)
  • Il colmo per un turco? Avere la mezzaluna storta. (The Experiment - Cercasi cavie umane)
  • Insomma, c'è una tale che fa un viaggio in Europa [...], dopo qualche giorno decide di chiamare casa, risponde il fratello al telefono e lui domanda al fratello: «Come vanno le cose a casa?». E il fratello risponde: «Lo sai?, il tuo gatto è morto». E quel tale dice al fratello: «Non dovresti darmi le cattive notizie in questo modo. Dovresti prepararmi un po' prima. Non so, ecco, dovresti dire una cosa come: "Il gatto si è arrampicato sul tetto per dare la caccia a uno scoiattolo ed è rimasto bloccato. Abbiamo chiamato i pompieri e quando sono finalmente arrivati [...] il gatto è caduto di sotto. Hanno dovuto portare il gatto dal veterinario, hanno cercato di salvarlo, lo anche anche operato, quel povero gatto. Ma era troppo tardi e non si è salvato, il gatto". Ecco come dovresti dare una brutta notizia così». E dopo quel tale chiede al fratello: «E la mamma come sta?». E il fratello gli dice: «Sta sul tetto!». (Capricorn One)
  • Lo sai che Giulia ha fatto una cura dimagrante a base di banane? Veramente: è dimagrita! Ma... però devi vedere come si arrampica! (Tu la conosci Claudia?)
  • Mi ricordi la barzelletta del lanciatore di coltelli. La moglie era tutta un taglio. (Resa dei conti a Little Tokyo)
  • – Mi viene in mente di quel tale che è caduto dal decimo piano.
    – Che gli è successo?
    – Mentre precipitava, ad ogni piano diceva: «Per ora va bene». (I magnifici sette)
  • Perché gli uragani hanno nomi femminili? Perché quando arrivano sono bagnati e scatenati, e quando se ne vanno si prendono la casa e la macchina. (Traffic)
  • Perché le donne guardano i film porno fino alla fine? Perché pensano che alla fine si sposino tutti. (The Experiment - Cercasi cavie umane)
  • – Qual è l'animale più veloce?
    – È il pidocchio!
    – Il pidocchio?!
    – Sì, sta sempre in testa! (Pierino colpisce ancora)
  • Quanti scarafaggi occorrono per avvitare una lampadina? Non si sa, quando si accende la luce spariscono! (A Bug's Life - Megaminimondo)
  • Sentite, è carina. Un irlandese trova il figlio che sniffa cocaina, e gli dice: «Se ti becco un'altra volta, te la ficco su per il naso». (The Pusher)
  • Tre pomodori camminano per la strada. Papà pomodoro, mamma pomodoro e il pomodorino. Il pomodorino cammina con aria svagata e papà pomodoro allora si arrabbia e va da lui, lo schiaccia e dice: «Fai il concentrato!». (Pulp Fiction)
  • Un uomo sta uscendo di casa per andare al lavoro quando vede una lumaca, davanti alla porta. Allora la prende, la butta nel prato che c'è dietro la sua casa. La lumaca sbatte su di un sasso, il guscio si rompe in mille pezzi e lei atterra sull'erba. La lumaca resta lì, morente. Ma non muore, però. E dopo un po' riesce a strisciare di nuovo. Così un bel giorno decide di ripartire e ripresentarsi davanti alla casa, finché finalmente dopo... diciamo un anno, è strisciata di nuovo davanti a quella porta. Proprio in quel momento l'uomo sta uscendo di casa per andare al lavoro e rivede la lumaca. Allora la guarda e le dice: «E ora che cazzo vuoi da me?!». (Training Day)
  • Una volta mi trovavo su un aereo. Il pilota attacca la solita frase tipo «voleremo a un'altezza di 10.000 metri», poi posa il microfono ma dimentica di spegnerlo; infine si rivolge al secondo pilota e se ne esce con «ora vorrei tanto un bellissimo pompino e una tazza di caffè». Allora l'hostess si precipita come un fulmine dal fondo dell'aereo per dirgli che il microfono è ancora aperto, e si sente una voce: «Ehi tesoro, non dimenticarti il caffè!». (Will Hunting - Genio ribelle)

Il mio angolo di paradiso[modifica]

  • C'è un vecchietto che va dal dottore, e si porta dietro la moglie e dato che deve fare il controllo annuale il dottore gli dice: «Serve un campione di urina, uno di sangue, un campione di sperma e uno di feci». Il vecchietto che non ci sente tanto bene guarda la moglie serio serio e le chiede: «Cosa? Cosa ha detto?». E la moglie gli urla nell'orecchio: «Vuole le tue mutande!».
  • La sai quella dello studente di medicina che interrompe il proctologo durante una conferenza e gli fa: «Signore mi scusi, ma mi spiega perché ha un termometro rettale dietro l'orecchio?», e il proctologo si tocca l'orecchio e risponde: «Uh, merda... una faccia da culo mi ha rubato la penna».
  • Sai perché è brutto essere un uovo? Perché ti sbattono una sola volta, ti succhiano una sola volta, ti ci vogliono dieci minuti per diventare duro e solo tre per diventare moscio, e poi devi dividere la casa con altri undici. Ma la cosa peggiore è [...] che l'unica persona che si sia mai seduta sulla tua faccia è tua madre!

Voci correlate[modifica]