bell hooks

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
bell hooks

bell hooks, pseudonimo di Gloria Jean Watkins, (1952 – vivente) insegnante universitaria, femminista, scrittrice statunitense.

  • Dobbiamo e possiamo riarticolare la base del patto collettivo. (da Elogio del margine)
  • È da bambini che si impara cos'è l'amore. Che in casa ci sia un'atmosfera felice o un clima di tensione, che la famiglia sia funzionale o disfunzionale, è da lì che ci vengono le prime lezioni d'amore. Non ricordo di aver mai provato il desiderio di chiedere ai miei genitori una definizione dell'amore. Per la mia mente di bambina amore era il benessere che si provava quando in famiglia ti facevano capire che eri importante e tu trattavi gli altri come persone che contavano. L'amore coincideva sempre e solo con il benessere. (da Tutto sull'amore)
  • Gli oppressi lottano con la lingua per riprendere possesso di sé stessi, per riconoscersi, per riunirsi, per ricominciare. Le nostre parole sono azioni, resistenza. (da Elogio del margine)
  • Ho l'impressione che il mondo stia voltando le spalle all'amore e ne soffro... in questo modo rischiamo di inoltrarci in un deserto dello spirito, potremmo non ritrovare mai più la via del ritorno. (da Tutto sull'amore)
  • Razzismo e sessismo sono sistemi interconnessi di dominio che si rafforzano e si sostengono a vicenda. (da Elogio del margine)
  • Tutti affermano che l'amore è importante, eppure siamo bombardati da ogni parte dall'evidenza del suo fallimento. (da Tutto sull'amore)

Bibliografia[modifica]

  • bell hooks, Elogio del margine. Razza, sesso e mercato culturale, traduzione di Maria Nadotti, Feltrinelli, Milano 1998.
  • bell hooks, Tutto sull'amore. Nuove visioni, traduzione di Lucia Cornalba, Feltrinelli, Milano 2003.

Altri progetti[modifica]