Al 2015 le opere di un autore italiano morto prima del 1945 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Benedetto da Norcia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
San Benedetto da Norcia, dettaglio dall'affresco di Fra Angelico, San Marco, Firenze.

Benedetto da Norcia (480 circa – 547 circa), monaco e santo italiano.

Incipit de La regola di san Benedetto[modifica]

Prologo della Regula

Egli è noto, che sono quattro le specie dei monaci. La prima è dei Cenobiti, cioè monasteriali, militanti sotto una Regola o un Abbate. Siegue la seconda, degli Anacoreti, cioè Eremiti; che non per recente fervore di conversione, ma per lunga pruova di monastero, di già istruiti dal conforto di altri molti, appresero a combattere contro il Diavolo; e ben muniti escono dal domestico combattimento alla singolare tenzone dell'eremo, di già sicuri, bastano, con l'ajuto di Dio, senza l'altrui consolazione, con la sola mano o il braccio, a pugnare contro i vizii della carne dei pensieri.

Citazioni su Benedetto da Norcia[modifica]

  • [San Benedetto da Norcia] costituisce un fondamentale punto di riferimento per l'unità dell'Europa e un forte richiamo alle irrinunciabili radici cristiane della sua cultura e della sua civiltà. (Benedetto XVI)

Bibliografia[modifica]

  • La regola di san Benedetto, traduzione di Francesco Leopoldo Zelli dell'opera latina "Regula sancti Benedicti", Tipografia di Montecassino, 1902.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]