Calunnia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla calunnia.

  • I calunniatori non si curano di coprirsi di obbrobrj, purché restino soddisfatti. (Mattia Zona)
  • I calunniatori sono anche di solito vigliacchi. (Ippolito Nievo)
  • La calunnia è un venticello | un'auretta assai gentile | che insensibile sottile | leggermente dolcemente | incomincia a sussurrar. | Piano piano terra terra, | sotto voce, sibilando | va scorrendo, va ronzando; | nelle orecchie della gente | s'introduce destramente, | e le teste ed i cervelli | fa stordire e fa gonfiar. (Cesare Sterbini)
  • La calunnia può ferirti solo se ti rispecchi negli altri invece che nella tua coscienza. (Fausto Cercignani)
  • Nessuno può immaginare come arrivi a essere crudele un intero paese quando prende di mira qualcuno, inventando storie, arrivando alla calunnia, calpestando le regole più elementari del vivere civile. (Gaetano Afeltra)
  • Non si calunnia mai abbastanza. (Pierre-Augustin de Beaumarchais)
  • La calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi. (Francesco Crispi)

Proverbi italiani[modifica]

  • Calunnia, calunnia, che a tirar dell'acqua, al muro sempre se n'attacca.
  • Chi gratta la rogna agli altri, rinfresca la sua.
  • Chi semina spine, non vada senza scarpe.
  • Contro le malelingue non basta la corazza.
  • Il mal ch'esce di bocca casca nel seno.
  • La calunnia è un assassinio morale.
  • La calunnia ne offende tre: chi la dice, a chi la si dice, e di chi la si dice.
  • La lingua è la peggior carne del mondo.
  • La lingua non ha ossa ma fa rompere le ossa.
  • La lingua non ha ossi ma fa mali grossi.
  • La saetta gira gira, torna addosso a chi la tira.
  • Le cattive lingue tagliano più che le spade.
  • Non vi è niente che sia creduto più in fretta che una calunnia.
  • Raglio d'asino non sale in cielo.
  • Se uno dice male, cento non fanno in tempo a dire bene.
  • Si può rimediare al mal fatto, ma non al mal detto.
  • Sufficienti non vi sono fieno e paglia a tappar la bocca alla canaglia.
  • Un quattrin di carta, una penna e un danaro d'inchiostro fanno apparir d'un uomo un mostro.

Proverbi toscani[modifica]

  • Chi è diffamato, è mezzo impiccato.
  • Chi mal cerca fama, sé stesso diffama.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]