Chanson de Roland

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

La Chanson de Roland (o Canzone di Rolando o Orlando), scritta intorno alla seconda metà dell'XI secolo, è una chanson de geste appartenente al ciclo carolingio.

Incipit[modifica]

Re Carlo, il nostro magno imperadore,
stette per sette interi anni in Ispagna.
Fino al mar conquistò la terra alpestra,
e a lui d'innanzi caddero castella,
né un borgo, e non un muro, ancorché saldo,
rimase contr'a lui né città, tranne
Saragozza che sta su la montagna.
Re Marsilio la tien, che come a Dio
a Macometto serve e Apollo chiama:
ma sì non potrà far che mal nol prenda.
AOI.

Bibliografia[modifica]

  • La canzone d'Orlando, traduzione di G. L. Passerini, Città di Castello, Soc. An. Tip. Leonardo da Vinci, [19..].

Altri progetti[modifica]