Chi trova un amico, trova un tesoro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Chi trova un amico, trova un tesoro

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Chi trova un amico, trova un tesoro
Lingua originale italiano
Paese Italia, Usa
Anno 1981
Genere Avventura, Commedia, Azione
Regia Sergio Corbucci
Sceneggiatura Mario Amendola, Sergio Corbucci
Interpreti e personaggi

Chi trova un amico, trova un tesoro, film del 1981 con Bud Spencer e Terence Hill, regia di Sergio Corbucci.

Frasi[modifica]

  • Io preferisco i fagioli! (Charlie)
  • Allora Paquito non... allora non sei tu! (Charlie)
  • Volevo dire che la montagna mette sete e il mare mette fame. (Charlie)
  • C'è una cosa che non mi va giù, anzi c'è una cosa che va su. (Charlie)
  • I clandestini si buttano a mare! O no? (Charlie)
  • Binocolo in mare coma'ante! (Alan)
  • Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo! (Charlie)
  • E tu credi a una mappa di un tesoro, disegnata da tuo zio... che c'ha pure la meningite! (Charlie)
  • Siamo soli! E per il momento non ti ammazzo perché mi potresti servire come cibo! (Charlie)
  • Uomini in mutande! (Alan)
  • Tu perdona mio figlio Anulu... Eh, lui un po' scemotto. (Mama)
  • Ah va a cacca di animali! (Alan) [Parlando di Anulu]
  • Voi avete fatto capire a vecchio soldato che chi fa guerra è proprio grosso imbecillo! (Kamasuka)

Dialoghi[modifica]

  • Signorina TV: Lei è sicuro che la sua impresa riuscirà Mr. O'Brian?
    Charlie: Ma come signorina, lei non conosce lo slogan? Solo Puffin ti darà forza e grinta a volontà!
    Signorina TV: Per non parlare dei 200.000 dollari di premio che vincerà, se la prova dovesser riuscire...
    Charlie: Ripeto, solo Puffin ti darà forza e grintà a volontà! Ma perché lei lo farebbe gratis?
    Signorina TV: Oh, molto divertente! Il nostro Charlie è sempre spiritoso! E... e adesso un'ultima domanda Mr. O'Brian, cosa prova all'idea di dover restare tanti mesi da solo nell'oceano?
    Charlie: Ma carina non l'hai capito che forza e grinta a volontà solo Puffin ti darà?
  • Charlie: I samurai non esistono più, i samurai oggi si sono messi nell'elettronica, fanno degli orologini piccoli con la musichetta, guarda, Sarkio.
    Kamasuka: Chi? Sarkio?! Ma come, capitano Sarkio messo a fare orologiaro! Lui in guerra aiutante capo di generale Tacitua.
    Charlie: Ah, Tacitua, adesso Tacitua è una marca di lavatrici piccole così.
    Kamasuka: Tu per azzardo conosci che fine ha fatto sergente Kazutu?
    Charlie: No, di cazzuti non ne conosco. O sì? Comunque, il Giappone adesso è un grande paese industrializzato, i suoi prodotti sono famosi; radio, transistor, auto... conosci le Troyota?
    Kamasuka: Troyota? Io avevo zia con questo nome, lei era famosissima geisha!
  • Alan: Ehi, qui si sono portati via il volante!
    Charlie: Ma quale volante, nei carri armati c'è la cloche! Speriamo che i jack funzionino, sennò quest'affare non partirà mai.
    Alan: Be', qui Jack non c'è...
    Charlie: Senti, dammi il pittillo intanto...
    Alan: E che è il pittillo?!
    Charlie: La manovella! Nei carri armati giapponesi si chiama pittillo!
    Alan: Coma'ante, è questo?
    Charlie: Certo, è questo, non lo vedi! È proprio a forma di pittillo!
  • Alan: Le ricordo coma'ante che i naufraghi vanno consegnati alle autorità marittime!
    Charlie: Io invece ti consegno ai pescecani! Tanto loro, clandestini o naufraghi, se li mangiano lo stesso!
  • Alan: No... no... le consiglio di non fare nulla di cui potrebbe pentirsi, coma'ante!
    Charlie: Io intanto lo faccio, poi mi pento!
  • Alan: Ehi! Hai molti nemici su quest'isola!
    Charlie: No! Uno solo: tu!
  • Alan: Ehi! Come fai a sapere che quello è il nord?
    Charlie: Be', è l'opposto del sud, no?
  • Alan: Rotta a nord con circospezione.
    Charlie: Ehi! Gli ordini li do io qui.
    Alan: OK, coma'ante.
    Charlie: Rotta a nord.
    Alan: Soltanto?
    Charlie: Con circospezione...
  • Alan: Chi sa se sono antropofaghi.
    Charlie: A me mi sembrano profughi.
  • Alan [Sull'aereo, parlando dei gabbiani]: Il vento, le correnti l'istinto. Ah certo, ma se questo non dovesse bastare loro posso sbattere le ali. Noi scusa che cosa sbattiamo?
    Charlie: Ecco, noi sbattiamo per terra!
  • Alan: Coma'ante, io le devo fare una confessione... OK, è colpa mia, sono io che l'ho fatta arrivare fin qui, ma avevo un'ottima ragione per farlo! Vede, quest'isola è disabitata, e non è neanche segnata sulle carte!
    Charlie: Brutto bastardo!
  • Alan: Come si dice: chi trova un amico, trova un tesoro.
    Charlie: Eh, sì! ...O no?
  • Kamasuka: Sta' tranquillo figlio mio, tu verrai con me in paradiso di samurai.
    Anulu: A papo e tu te sé rincoglionito co' sto samurai!

Altri progetti[modifica]