Ciclo dell'Impero

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow.pngVoce principale: Isaac Asimov.

Il Ciclo dell'Impero è una serie composta da tre romanzi di fantascienza scritti da Isaac Asimov tra il 1950 e il 1952.

Incipit[modifica]

Il tiranno dei mondi[modifica]

Un mormorio leggero aleggiava nella camera. Era quasi impercettibile. Un piccolo suono irregolare, ma inconfondibile e mortale.
Non era questo, però, che aveva svegliato Biron Farrill dal sonno affannoso e pesante, bensì il ronzio insistente che gli giungeva a intervalli dal tavolino da notte.
Tentò invano di scacciarlo girando la testa di qua e di là sul cuscino. Poi, senza aprire gli occhi, sporse una mano e schiacciò il pulsante.
"Pronto!" borbottò.

Le correnti dello spazio[modifica]

Il Terrestre giunse a una decisione. C'era arrivato lentamente, ma era[1] ormai irrevocabile. In origine era stata sua intenzione presentare un rapido rapporto alla sezione locale dell'Ufficio Spazio-Analitico Interstellare, e poi subito ritirarsi nello spazio. Viceversa lo avevano trattenuto. Quel posto era per lui ormai quasi come una prigione. Finì in fretta di bere il tè, guardò l'uomo che gli sedeva di fronte, e disse: "Io qui non ci rimango più."

Paria dei cieli[modifica]

Due minuti prima di scomparire dal mondo che conosceva, Joseph Schwartz passeggiava per le piacevoli strade dei sobborghi di Chicago recitando dei versi di Browning.
In un certo senso era strano, perché Schwartz sarebbe difficilmente passato, agli occhi della gente, per il tipo che recita i classici a memoria. Sembrava esattamente quello che era: un sarto in pensione privo di ciò che oggi si definisce, con linguaggio sofisticato, un'"educazione formale", ma che aveva soddisfatto la naturale curiosità del suo carattere con abbondanti letture a caso. Grazie a un'indiscriminata voracità si era dato una verniciata in tutti i settori dello scibile, e aiutato da una memoria fuori dal comune era riuscito a tenere in testa tutto quanto.

Note[modifica]

  1. Nell'edizione Mondadori, 2011 (traduzione di Maria Gallone), la parola è "ora".

Bibliografia[modifica]

  • Isaac Asimov, Il tiranno dei mondi, traduzione di Pietro Leoni, Arnoldo Mondadori Editore.
  • Isaac Asimov, Le correnti dello spazio, traduzione di Maria Gallone, Arnoldo Mondadori Editore.
  • Isaac Asimov, Paria dei cieli, traduzione di Giuseppe Lippi, Arnoldo Mondadori Editore.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]