Claudio Damiani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Claudio Damiani (1957 – vivente), poeta italiano.

Incipit di alcune opere[modifica]

La mia casa[modifica]

Se fossi qui seduto e non avessi
tutti questi pensieri d'intorno
io volerei tra gli eucalipti fruscianti
della mia casa natale.
Lì gli uccellini stanno facendo i loro nidi,
c'è un gran daffare intorno!
È questo il tempo che la primavera comincia
o forse è autunno e il cielo è limpido azzurro,
gli uccellini fanno dei piccoli voli d'intorno
e io mi siedo sotto quest'albero.

La miniera[modifica]

Mentre i ragazzi fanno il tema
e le loro teste sono chine sul foglio
la stanza della classe riposa quieta
e brilla come una luce intorno ai loro capi.
Io li guardo, e la loro forza mi punge
– una ragazza è venuta a chiedermi una cosa
e nei suoi occhi celesti sprofondo –,
alcune delle fanciulle sono meno belle
ma nei loro tratti rivedo la gloria
delle donne latine,
i modi augusti e i lineamenti noti
– penso a giovani donne prenestine, antichissime,
ornate di monili, eleganti,
e a povere fanciulle, a contadine a pastore
dei secoli più bui –
e anche i ragazzi, quanta gloria sui loro capi.

Eroi[modifica]

Quando oggi ho accompagnato Giovanni
alla scuola materna, lui voleva farmi vedere
i giocattoli, voleva dirmi delle cose
che c'erano nella classe, e io vedevo,
mentre li guardavamo, come erano poveri i giocattoli
e come erano sporchi anche,
e poi lui voleva che io lo prendessi in braccio
e guardammo i pesci che avevano appiccicato
sopra dei fogli (e vidi che i pesci
erano delle foglie molto belle di una pianta strana
di cui non so il nome, e sembravano proprio veri)
e guardavo il foglio di Giovanni molto semplice e spoglio
e mi piaceva molto, con solo due pesci
che scendevano giù verso il basso del foglio,
e chiesi a lui quale era il suo, e lui mi indicava
sempre il disegno di qualcun altro.

Sognando Li Po[modifica]

Sono venuti a sapere che Li Po è qui
nel piccolo villaggio della sperduta provincia.
Sono venuti dei ragazzi
per chiedermi qual è la virtù.
Ho scostato la tenda,
ho aperto la finestra.
I ragazzi si sono seduti per terra,
erano allegri e insieme in soggezione.

Bibliografia[modifica]

  • Claudio Damiani, Poesie (1984-2010), a cura di Marco Lodoli, Fazi Editore, 2010. ISBN 9788864112107

Altri progetti[modifica]