Clerks II

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Clerks II

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Clerks II
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2006
Genere commedia
Regia Kevin Smith
Soggetto Kevin Smith
Sceneggiatura Kevin Smith
Attori

Clerks II, film statunitense del 2006, regia di Kevin Smith.

Frasi[modifica]

  • Hey, finocchio! Loro non sono gay, sono hobbit! (cliente)
  • Sai, ogni tanto penso "Potevo fare qualcosa di più nella vita, che stare contro un muro a vendere erba e merda varia". Tipo il medico degli animali. Scusa, perché no? Adoro foche e tartarughe. O magari l'astronauta... Sìì... Il primo bastardo rotto in culo che scopre una nuova galassia, o una nuova forma di vita aliena. Ti immagini? E poi se la fa. E dopo la gente "Eccolo là, quello che si è scopato anche i marziani". (Jay)
  • Sei la ragazza del mio migliore amico, per me sei diventata asessuata da quando lui ha cominciato a visitarti la gnocca. (Randal)
  • Quei cazzo di hobbit sono una palla da suicidio. Tutto il film a seguire una camminata! Tre film con questi stronzi che fanno trekking verso un cazzo di vulcano! (Randal, a proposito del Signore degli Anelli)
  • Vuoi scoparmi? Io mi scoperei. Mi scoperei di continuo. (Jay)[1]
  • Ma come cazzo hai fatto a mettere incinta una che non è neanche la tua ragazza? Porca puttana, si è seduta sul cesso dove ti eri fatto una sega. (Randal)
  • ‎...e se arriva un cliente e mi vede col cazzo in mano e si eccita e gli si moltiplicano le forze e io devo divincolarmi mentre lui cerca di infilarsi il mio uccello in bocca? (Randal)
  • ‎Il New Jersey fa cagare, sei sempre in mezzo agli imbecilli, e dopo queste parole me ne vado! (Emma)

Dialoghi[modifica]

  • Secondo ragazzo: Se ce l'hai sempre per le mani come fai a non farti?
    Jay: Oh sì, col potere di Cristo al mio fianco figliolo.
    Secondo ragazzo: Una fottuta bibbia?
    Jay: Ehi, ehi, ehi! Una fottuta sacra bibbia, figliolo!
  • Randal: Ma che poi quale handicappato, quello sta sulla sedia a rotelle, non è Anna Frank o cazzi vari.
    Dante: Anna Frank?
    Randal: Si, Anna Frank, quella che era tutta uuu, finché non arriva quella dei miracoli e le ravviva la materia grigia.
    Dante: Stai parlando di Helen Keller.
    Randal: Un cazzo, parlo di Anna Frank quella che era cieca, sorda e muta.
    Dante: No! Helen Keller era cieca sorda e muta!
    Randal: Sei sicuro?
    Dante: Sicurissimo!
    Randal: E allora chi cazzo è Anna Frank?
  • Dante: Tu non staresti con una col clitoride sopra la media?
    Randal: No, perché il passo ulteriore sarebbe un cazzo sotto la media.
  • Randal: Il bello di questo lavoro è la gnocca al limite del minorenne che passa di qua. Tutte lì che guardano me perché sanno che ho la patente, dai è da paura o no?
    Dante: Tu hai 33 anni...
    Randal: Presentami una tardona della mia età che a letto è una troia scatenata come la sua rivale di 17... Le diciassettenni oggi sono assatanate, sono pronte a tutto, anche a lingua in culo e lingua in bocca!
    Dante: Oh-mio-dio...
    Randal: Cosa?
    Dante: Dici sul serio?
    Randal: Ah ah ah, non scherzerei mai su un culo in bocca!
    Dante: Tu non lo fai mai il culo in bocca!
    Randal: Non di mia iniziativa ma queste troiette sono scatenate, sono loro a chiederti di fare il culo in bocca!
    Dante: Tu non lo fai mai il culo in bocca, Randal!
    [Nel frattempo sta entrando Becky]
    Randal: Sembri mia madre, Becks tu lo fai mai il culo in bocca?
    Becky: Tu non lo fai il culo in bocca!
    Randal: Non hai mai fatto il culo in bocca!
    Dante [Rivolto a Randal]: Tu non lo fai il culo in bocca!
    Becky: Io non ho mai fatto il culo in bocca.
    Randal: Neanche una volta?
    Becky: Neanche morta.
    Randal: Siete due poveri repressi, ok, senti, un pompino l'avrai fatto no? [A Becky]
    Becky: Lasciami almeno il tempo di appoggiare la borsa!
    Randal: Capito, era un si, e so che ogni tanto te la fai con le ragazze. [Intanto seguono Becky che sta andando in ufficio]
    Becky: Dove vuoi andare a parare?
    Randal: Be', finito di fare il lecca-lecca alla gnocca della tua amante poi la baci no? Ecco, è come il culo in bocca.
    Becky: Cioè in pratica stai paragonando la vagina al buco del culo?
    Randal: Eh, e allora?
    Becky: La carta igienica nei bagni ce l'hai rimessa?
    Randal: È Elias che se ne occupa.
    Becky: Col paragone tra buca rosa e marrone ti sei guadagnato l'incarico sul campo!
    Dante: Bing!
    Randal: Chiudi quella cazzo di bocca! Potrei citare questa catena di fast-food per discriminazione sessuale... Mi costringi a rimettere la carta igienica soltanto per le mie ferme convinzioni sulla pratica del culo in bocca!
    Dante: Tu non lo fai il culo in bocca!
  • [Dante e Randal tornano al fast food dopo essere andati a girare con i go-kart durante l'orario di lavoro, per sfogarsi dopo l'incontro con "Cetriolo"]
    Becky: Grazie ragazzi, grazie... Muovetevi!
    Dante: Mi dispiace...
    Becky [Rivolta ad una coppia di clienti di colore]: Era il numero 2 che voleva?
    Signora di colore: Si, il formato maxi.
    Becky: 13 e 84, [Al microfono] voglio due speciali e un cow-boy.
    Randal [Rivolgendosi ad Elias a cui aveva affidato la friggitrice]: Allora, come vanno le patate?
    Elias [Sollevando il cestello pieno di patatine bruciate]: Non mi pare stiano benissimo!
    Randal: Gesù, ma che fai? Togliti da questa friggitrice prima di farci bruciare vivi tutti!
    Elias: Siete voi che avete abbandonato il posto!
    Randal: Era troppo chiederti di guardare le patatine? È la macchina che fa tutto il lavoro, cos'è deve trasformarsi in un mega cazzutissimo robot perché tu possa prenderla sul serio? Ma va a dormire va!
    Becky: Arrivano un po' di patatine o no?
    Signora di colore: Senta, non ho tutta la sera.
    Becky: Un attimo. [Si gira verso la cucina]
    Signore di colore: Dovrebbero prendere dei messicani a lavorare qui, quelli sono più...
    Signora di colore: Non si perdono in chiacchiere...
    Signore di colore: Ah lo so, un messicano mi ha fatto perdere il lavoro... quello stronzo tirava su un muro in 30 secondi.
    Becky [a Randal e Dante]: Si può sapere dove siete andati?
    Dante: Stendiamo un velo...
    Becky: Lo so che è l'ultimo giorno, ma finché sei ancora qui devi fingere che te ne importa qualcosa.
    Randal: Non te la prendere con lui, un pezzo di merda che veniva a scuola con noi si è presentato qui per dirci che siamo dei falliti, così avevo bisogno di uscire e sfogare un po' di rabbia, se proprio lo vuoi sapere...
    Signora di colore [rivolta al marito]: Ha detto pezzo di merda? Che ci fanno con un pezzo di merda?
    Signore di colore: Non lo so, qualche stranezza da bianchi... I bianchi fanno fare di tutto alle loro donne.
    Signora di colore: Che cosa?
    Signore di colore: Vuoi provare un pezzo di merda?
    Becky [sempre rivolta verso la cucina]: Lo sai quante volte ho avuto qui persone con cui ero andata a scuola? Ho servito perfino uno a cui avevo fatto un pompino dopo il ballo di fine anno...
    Randal: E io allora che ho servito tuo fratello?
    Becky: Non ci posso credere! Un superfigo come te messo all'angolo da uno stronzetto che viene qui a buttare merda sul suo lavoro al Mooby?
    Randal: Che vada affanculo ok? Prima o poi vedrai che combino anch'io qualcosa e lascio il segno, ma fino ad allora quello che faccio non è comunque una perdita di tempo, sono i mattoni per fare la piramide.
    Signora di colore: Perché intanto non ci fai un po' di quelle patatine del cazzo?
    Randal: Stanno arrivando.
    Signore di colore [alla moglie]: Tu sei credente in Cristo, non puoi usare un linguaggio così!
    Signora di colore: Non c'è nessuno della mia chiesa qui...

Note[modifica]

  1. Citazione de Il silenzio degli innocenti.

Altri progetti[modifica]

Clerks
Clerks - Commessi · Clerks II