Colin Wilson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Colin Wilson

Colin Henry Wilson (1931 – 2013), scrittore britannico.

Incipit de I vampiri dello spazio[modifica]

Gli strumenti di bordo registrarono il profilo massiccio molto prima che gli uomini l'avvistassero dagli oblò. Questo era naturale. Il Comandante Carlsen però era rimasto sconcertato dal fatto che, anche quando erano a solo mille e seicento chilometri di distanza e i razzi fre­nanti avevano ridotto la velocità a poco più di mille chi­lometri all'ora, quella forma misteriosa fosse invisibile.
Poi, Graigie, guardando dall'oblò principale, la vide stagliarsi nitida contro le stelle. Gli altri lasciarono i loro posti per andare a vedere. Dabrowsky, l'ingegnere ca­po, disse: — Un altro asteroide. Come lo chiameremo, questo?
Carlsen guardò fuori stringendo gli occhi contro la lu­ce abbagliante delle stelle. Quando toccò il tasto del­l'analizzatore, verdi linee simmetriche saettarono sullo schermo, distorte verso l'alto per effetto della velocità con cui stavano avvicinandosi alla forma grigiastra. — Non è un asteroide — disse. — È tutto di metallo.

Bibliografia[modifica]

  • Colin Wilson, I vampiri dello spazio, traduzione di Doris Cerea, Mondadori, 1978.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]