Crimine

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Crimini)

Citazioni sul crimine e sui criminali.

  • Anche il più grande criminale ha il cinque per cento di bontà. (Robert Baden-Powell)
  • Ci sono persone stranamente congegnate. Criminali, per esempio, che lavorano come negri a dei piani che li portano in prigione e che, appena usciti, ricominciano da capo per approdare nuovamente in prigione. Se dedicassero la stessa perseveranza, la stessa intelligenza, lo stesso spirito di risorsa, ad attività oneste, guadagnerebbero senza dubbio molto denaro e raggiungerebbero posizioni importanti. Ma sono fatti così: amano il delitto. (William Somerset Maugham)
  • Ciò che è crimine per la moltitudine, è solo vizio per i pochi. (Benjamin Disraeli)
  • Crea la fame e chiunque diventerà un criminale. (Batman Begins)
  • Da un solo crimine conosci la nazione. (Virgilio)
  • È stato peggio di un crimine, è stato un errore. (Charles-Maurice de Talleyrand-Périgord[1])
  • I crimini, come le virtù, sono le ricompense a se stessi. (George Farquhar)
  • Il crimine è una cosa comune. La logica è rara. Tuttavia è sulla logica che dovresti insistere. (Arthur Conan Doyle)
  • Il crimine non può essere tollerato, i delinquenti sguazzano nella comprensiva indulgenza della nostra società. (Batman Begins)
  • Il peggior criminale che abbia mai camminato su questa terra è moralmente superiore al giudice che lo condanna alla forca. (George Orwell)
  • Io sono fatto per combattere il crimine, non per governarlo. Non è ancora giunto il tempo in cui gli uomini onesti possono servire impunemente la patria. I difensori della libertà saranno sempre dei proscritti finché la masnada dei furfanti dominerà. (Maximilien de Robespierre)
  • L'esperienza criminale è indispensabile in questa nostra vita di merda. (Mike Tyson)
  • La paura segue il crimine, ed è la sua punizione. (Voltaire)
  • La povertà diminuisce la gravità del crimine. (Nicolas De Chamfort)
  • La storia della politica del potere non è nient'altro che la storia del crimine nazionale e internazionale e dell'assassinio di massa. (Karl Popper)
  • L'Italia non è fusa nemmeno nel male; tra noi, più che altrove, anche la criminalità è regionale: essa è di corruzione e di astuzia nel Settentrione, di violenza e di miseria nel Mezzogiorno. (Giustino Fortunato)
  • Ogni società ha il tipo di criminali che si merita. (Robert Kennedy)
  • Spogliato delle razionalizzazioni etniche e delle pretese filosofiche, un crimine è una qualunque cosa, che chi comanda, proibisce. (Alfred Adler)

Note[modifica]

  1. Attribuito anche all'allora capo della polizia Joseph Fouché. L'errore di cui si parla fu il rapimento del Duca di Enghien, da parte di truppe di cavalleria francese che allo scopo sconfinarono nel Baden per ordine di Napoleone Bonaparte, e la sua successiva esecuzione.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]