Demetrio Albertini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Demetrio Albertini (1971 – vivente), dirigente sportivo ed ex calciatore italiano.

Citazioni di Demetrio Albertini[modifica]

  • È chiaro che a essere antipatici al presidente del Consiglio siamo noi del Milan. [...] Dico solo che il Milan vuole continuare a essere antipatico ad Amato vincendo lo scudetto...[1]
  • È giusto fare autocritica, ma devono farla tutti: squadra, tifosi e, ovviamente, società.[2]
  • Galliani ha promesso la rivoluzione in caso di fallimento stagionale e ha ragione: però certe cose andrebbero tenute dentro lo spogliatoio.[2]
  • Ho fatto un' esperienza federale trasversale vivendo il confronto con l' internazionalità e le istituzioni. Ho maturato un' esperienza condividendola con tutte le categorie. Se poi ci si chiede che segno abbia lasciato, l' incisività la dà sempre il consiglio federale, non una singola persona.[3]

Note[modifica]

  1. Citato in Albertini: noi del Milan antipatici al tifoso Amato, Corriere della sera, 4 gennaio 2001.
  2. a b Citato in Alberto Costa, Albertini severo «Anche la società faccia autocritica», Corriere della sera, 31 gennaio 2002.
  3. Citato in Corriere dello sport, 11 agosto 2014.

Altri progetti[modifica]