Discussione:Adolf Hitler

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


Va bene la modifica perché negli incipit noi indichiamo solo la categoria, però sia chiaro che non è un'approvazione di quanto scritto nell'oggetto della modifica. Nemo 01:46, 31 ott 2007 (CET)

penso ti riferisci alla mia aggiunta...tranquillo! Era solo per restituire al personaggio parte della sua reale complessità, che non traspare affatto da questo elenco, men che mai dall'incipit... Poi la storia delle opinioni personali penso non si interessi, o almeno non dovrebbe. ciao C3ntr1n0

La complessità storica non si restituisce togliendo un'etichetta corretta (ma certo, dipende dalle definizioni che si danno alle parole): il punto è semmai che le nostre voci non sono sede di giudizio storico, al contrario ad esempio di quelle di Wikipedia, dove definire Hitler un dittatore fin dalla prima riga è necessario (anche qui, forse, sarebbe giusto, ma importa meno). Nemo 23:53, 6 dic 2007 (CET)

può hitler essere definito "politico", in quanto dittatore assoluto, avversario dei diritti degli individui, persecutore del dialogo e negatore della libertà di pensiero? Politica deriva da polis, in greco città, e significa "della città/collettività. penso nemmeno a sparta hitler sarebbe stato definito "politico".


Penso sia un errore di scrittura:

[...]le razze bastarde sono destinate alla sconfittà. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 77.95.138.132 (discussioni · contributi), in data 14:28, 27 giu 2008‎.

✔ Fatto --Doppia {Di} 15:03, 27 giu 2008 (CEST)
Ho letto da varie parti sul web la seguente citazione di Hitler: "E' incredibile fino a che punto si debba ingannare un popolo per poterlo governare." La ritengo attendibile, ma non sono esperto di Wikiquote e non so che procedura sia necessaria di verifiche o altro prima di postarla, per cui la lascio qua in discussione. --Kar.ma 23:08, 29 set 2008 (CEST)
Per quale motivo la ritieni attendibile? Quali sono le tue fonti? Dove l'hai letta? Puoi inserirla tu stesso, ma devi citare le tue fonti. --Nemo 00:41, 7 ott 2008 (CEST)

Senza fonte[modifica]

  • C'è chi mi dice: attento! Ti ritroverai vent'anni di guerriglia! Ed è una prospettiva che mi rallegra: una guerra permanente porterà la Germania ad uno stato di allerta continua!
  • Chiunque veda e dipinga un cielo verde e un pascolo azzurro, dovrebbe essere sterilizzato.
  • Deutschland, "Sieg Heil!" (da un discorso a Norimberga)
  • Dove il soldato tedesco mette piede, là resta!
  • Gli ebrei sono indubbiamente una razza, ma non sono umani.
  • I mezzi capaci di riportare la più facile vittoria sulla ragione sono il terrore e la forza.
  • Il Vaticano predica la bontà… ma sotto questo slogan ha bruciato milioni di persone ... Con la nascita del Cristianesimo la ricerca scientifica ha subito un arresto.
  • Io non ho mai finto, e non intendo fingere per un solo minuto. (Notte di Norimberga)
  • La propaganda non deve servire la verità, specialmente perché questa potrebbe favorire l'avversario.
  • Le masse sono abbagliate più facilmente da una grande bugia che da una piccola verità.
  • L'unica difesa sicura è l'attacco. Attaccate sempre!
  • Niente accordi, niente assensi, niente pace, questa volta si fa sul serio. (dal primo discorso al Reichstag)
  • Se un giorno accadrà che sarò qui come rivoluzionario, sarà come essere un rivoluzionario contro la rivoluzione.
  • Tutti i grandi movimenti devono la loro origine a grandi oratori, non a grandi scrittori.
  • Un peccato di gioventù è quando si è giovani e non lo si commette.
  • Voglio rivedere negli occhi dei giovani la luce dell'animale da preda.
  • Chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere. (1936)

contenuto citazioni[modifica]

nonostante ci siano molte citazioni dello stesso, la stragrande maggioranza riguarda il rapporto col cristianesimo, argomento certamente interessante, tuttavia, insufficienti alla corretta inquadratura e resa del personaggio. Mancano, infatti, o son scarsi riferimenti al totalitarismo, al ruolo della propaganda, all'identificazione fra hitler (mi rifiuto di usare il maiuscolo) ed il partito con la Nazione, al millenarismo, al termine della storia, al mito dell'uomo ariano ed a tutte le altre belle cose.

Wikiquote è un cantiere perennemente aperto. Tutte (e dico tutte) le voci non sono mai concluse o esaustive: tutto si può sempre migliorare. Anche il proprio punto di vista, che deve essere assolutamente neutrale: è uno dei nostri pilastri. Perciò, personalmente, scrivo Hitler con la maiuscola perché è un cognome. Grazie. --DOPPIA•DI 18:13, 28 mar 2013 (CET)

non intendevo dire che deve essere scritto minuscolo nella voce, ma che questo è un mio limite, bene o male che sia. mi chiedo come possa un "punto di vista", soggettivo per natura, essere "neutrale", se ti riferisci ad una mia faziosità, essa esiste e penso che nella discussione, che appunto serve a discutere, possa essere accettata. la mia intenzione era esprimere la mia impressione sul livello attuale della completezza della voce e, non potendo al momento farlo io e non potendo conoscere da solo tutto lo scibile riguardante hitler (perdonami per il minuscolo se puoi, è più forte di me) spingere volenterosi, magari competenti, a migliorare la voce.