Discussione:Erwin Rommel

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


Targa[modifica]

Grazie, ma dove l'hai letto? Servirebbe una fonte secondaria, andare a controllare la targa è un po' difficile. --Nemo 10:32, 14 set 2008 (CEST)

Senza fonte[modifica]

  • Ci sono sempre momenti in cui il posto del comandante non è indietro con il suo stato maggiore ma avanti con la truppa.
  • Dopo la battaglia di El Alamein il generale italiano Barbasetti incontrò Rommel alla ridotta Capuzzo. Barbasetti: "È stato molto doloroso il sacrificio del X Corpo d'Armata abbandonato nel deserto"; Rommel: "È questo forse un rimprovero? Dal Fuhrer non è giunta alcuna parola di disapprovazione"; Barbasetti: "Ho risalito l'interminabile colonna dei reparti in ritirata, i camionisti tedeschi si rifiutavano di far salire gli italiani". A queste parole Rommel tacque.
  • Gli uomini sono basicamente intelligenti o ottusi e pigri o ambiziosi. Gli ottusi ma ambiziosi sono pericolosi e ne sto alla larga. Gli ottusi ma pigri li assegno a compiti mondani. Gli intelligenti ambiziosi li inserisco nel mio staff. Gli intelligenti pigri li rendo miei comandanti. (Von Moltke)
  • Il sudore salva il sangue, il sangue salva la vita, il cervello le salva entrambe.
  • In assenza di ordini, vai a trovare qualcosa e uccidilo.
  • In vista dei miei servizi in Africa, ho l'opportunità di morire per avvelenamento. Due generali l'hanno portato con loro. È fatale in tre secondi. Se prendo il veleno, nessuno dei procedimenti consueti verrà preso contro la mia famiglia; lascieranno in pace anche il mio staff.
  • L'esempio personale del comandante fa meraviglie, specialmente se questi ha avuto l'accortezza di creare intorno a sé un alone di leggenda.
  • Mi creda, Lang, le prime ventiquattro ore dell'invasione saranno decisive… per gli Alleati, e per la Germania, sarà il giorno più lungo. [Detto da Rommel al suo aiutante di campo il 22 aprile 1944 riferito all'imminente sbarco in Normandia del 6 giugno 1944]
  • Non combattere una battaglia se non otterrai nulla dalla vittoria.
  • Non morii, né vinsi. [riguardo alll'ordine "O vincere o morire" di Hitler durante la Campagna d'Africa]
  • Più alto è il grado, maggiore è l'effetto che si ottiene con l'esempio.
  • Sarei maggiormente contento se mi avesse dato una divisione in più. [commento successivo alla sua promozione a feld-maresciallo da parte di Adolf Hitler]
  • Signori, avete combattuto come leoni e siete stati condotti da degli asini. [detto a degli ufficiali britannici prigionieri dopo la battaglia di Tobruk]
  • Uno non dovrebbe giudicare chiunque nel mondo per le sue qualità di soldato: altrimenti non avremmo la civilizzazione.