Discussione:Sherlock Holmes

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Questa pagina non è secondo gli standard, o è solo una mia impressione? Ringrazio MarcoK per averla creata, ma penso vada "smontata" pezzo per pezzo nella voce dell'autore (dove le citazioni, noto ora, sono già presenti)--Gacio dimmi 14:37, 16 gen 2008 (CET) PS: sistemata così la pagina dell'autore--Gacio dimmi 15:07, 16 gen 2008 (CET)

Data la rilevanza del personaggio potrebbe diventare una specie di pagina tematica. :-) Riconosco che si può applicare a pochi casi, ma potremmo inventarci uno standard. Un altro nome che si adattarebbe ad una pagina simile potrebbe essere James Bond. Per esempio esiste già una pagina su James Tiberius Kirk --Quaro75 15:01, 16 gen 2008 (CET)
No, non una pagina tematica nel senso classico che intendiamo: le pagine tematiche raccolgono "citazioni su", non "citazioni di". Favorevole a creare un nuovo standard per personaggi dell'immaginario collettivo. Ma sarà meglio trasferirci in sede appropriata--Gacio dimmi 15:07, 16 gen 2008 (CET)
Noto ora che abbiamo anche categorie ad hoc come Personaggi letterari e Personaggi delle serie tv. E Salvo Montalbano (unica altra voce lì presente) è una voce tematica nel senso classico: con citazioni sul personaggio. Questo per dire che è meglio se legiferiamo :D --Gacio dimmi 15:10, 16 gen 2008 (CET)

Dubbio: siamo sicuri che queste frasi siano pronunciate da Sherlock Holmes, nei libri da cui provengono? Non ci sono indicazioni in questo senso nella voce Arthur Conan Doyle. Nemo 23:25, 31 gen 2008 (CET)

Senza fonte[modifica]

Sposto qui una sezione che ha tutta l'aria di essere una ricerca originale. Spinoziano (scrivimi) 17:46, 7 dic 2012 (CET)

Attribuite[modifica]

  • Elementare, Watson!
Elementary, my dear Watson!
Il modo di dire più tipico attribuito ad Holmes è la frase «Elementare, Watson!», quando egli spiega, con una certa sufficienza, all'amico medico la soluzione di un caso. In realtà questa celebre frase non è mai stata pronunciata. In una pagina della raccolta Le memorie di Sherlock Holmes, nel racconto "L'uomo deforme", Holmes, rispondendo ad una domanda di Watson, fa semplicemente uso del modo di dire: "Elementare!", riferito ad un suo ragionamento; ne "Il segno dei quattro" dice testualmente: "La cosa è di una semplicità elementare". La frase "Elementare Watson" ha fatto la sua apparizione in uno dei tanti film sul grande detective, conferendogli una certa dose di antipatia e supponenza senz'altro immeritate.