Elizabeth Kostova

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Elizabeth Kostova

Elizabeth Johnson Kostova (1964 – vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di Ossessione[modifica]

Fuori dal villaggio i resti di un falò sporcano la neve quasi sciolta tutt'intorno. Poco lontano c'è un cesto, che è lì da mesi e comincia a diventare color della cenere. Ci sono panchine dove i vecchi vanno a sedersi l'uno accanto all'altro, scaldandosi le mani; adesso è troppo freddo però, il pomeriggio troppo vicino al crepuscolo, troppo triste. Non siamo a Parigi. L'aria odora di fumo e di notte; una disperata coltre d'ambra annega dietro il bosco, quasi un tramonto. Il buio cala così in fretta che qualcuno ha già acceso una lanterna alla finestra della casa più vicina al falò deserto. Siamo in gennaio o febbraio, o forse in un marzo cupo, è il 1895; l'anno verrà vergato con una rozza scritta nera nell'ombra, in un angolo.

Bibliografia[modifica]

  • Elizabeth Kostova, Ossessione, traduzione di Valeria Fucci, Valentina Ricci e Paola Vitale, Rizzoli, 2009. ISBN 9788817036566

Altri progetti[modifica]