Essi vivono

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Essi vivono

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale They Live
Paese USA
Anno 1988
Genere horror, fantascienza
Regia John Carpenter
Soggetto Ray Nelson (racconto)
Sceneggiatura John Carpenter
Attori
Doppiatori italiani

Essi vivono, film statunitense del 1988 con Roddy Piper e Keith David, regia di John Carpenter.

Frasi[modifica]

  • "Loro vivono, noi dormiamo" (Graffito su un muro)
  • Ci stanno alle calcagna come ombre... Stanno riempiendo di amarezza le vostre viscere! Il miele che vi offrono vi avvelenerà come il morso dello scorpione e in quel tempo cercherete la morte ma non la troverete! Bramerete morire, ma la morte vi fuggirà! La potenza dei cavalli sta nelle loro bocche e nelle loro code... Si mimetizzano tra di noi come serpenti! Hanno teste e code, e con esse nuocciono! ...E quando il serpente vomiterà dalla sua bocca, sarete travolti dal fiume del suo assenzio! A loro si sono prostituiti tutti i governanti e la Terra è diventata covo di corpi pieni di spiriti immondi perchè le nazioni stanno bevendo il vino della loro sfrenata concupiscenza e i governanti si sono prostituiti con loro! E i mercanti si sono arricchiti del loro lusso sfrenato! Svegliatevi! Hanno preso il posto di Dio! (Predicatore cieco)
  • Ho trovato un lavoro cercando di non uscire dallo spartitraffico, non do fastidio a nessuno e nessuno mi disturba. E tu dovresti fare lo stesso. (Frank Armitage)
  • Eheheh... Incredibile, siamo governati da teste di morto! (John Nada) [Guardando un politico alieno alla TV attraverso gli occhiali]
  • È inutile che si specchi, tanto ha una faccia da cadavere. (John Nada) [A una donna aliena che si sistemava i capelli]
  • Raccomandate l'anima al vostro creatore: sono venuto ad annientarvi... Anche perché ne ho le palle piene! (John Nada)
  • E tu chi sei, ranocchietto?! Vuoi fargli vedere dove sono? Non mi sembra giusto. (John Nada) [Prima di distruggere una telecamera aliena volante]
  • Fratello, la vita è una gran puttana ed è lì in agguato. (John Nada)
  • Oggi possiamo dimostrare che avendo seguito fedelmente il nostro schema ideologico, siamo riusciti nell'intento di mettere l'economia americana al servizio dei nostri obiettivi politici. Se i nostri alleati terrestri manterranno la loro attuale linea politica nei nostri confronti, il loro cammino economico sarà in ascesa... Infatti, riducendo la spesa dei nostri armamenti, abbasseremo enormemente l'inflazione interna perchè la nostra politica sociale, oltre a salvaguardare la sicurezza della nostra sopravvivenza, desidera anche collaborare per il progresso del Paese che ci sta ospitando... Il nostro esercito è riuscito a sterminare quasi tutti i rivoltosi e la loro emittente televisiva è stata distrutta; resteremo forti e uniti per difendere la pace, continueremo a lavorare per la prosperità. (Leader degli alieni)
  • Credo che se un secolo fa la gente avesse preso delle decisioni giuste... Oggi... Oggi il mondo sarebbe tutto diverso, ma non è stato così e comunque ormai è troppo tardi, abbiamo esaurito tutto, siamo un cumulo di rifiuti tossici e sono loro la nostra alternativa! Gli abbiamo ceduto il nostro pianeta e loro ci trattano come polli d'allevamento, ma se ci dimostriamo docili ci lascieranno in pace e potremo assaporare anche noi le comodità e il benessere, in fondo le vuole ogni uomo, no? (Abitante dell'accampamento)
  • C'è qualcosa che non va, piccolina? (Uomo alieno) [Mentre fa sesso con una donna inconsapevole che lei riesce a vederlo]

Dialoghi[modifica]

  • Frank Armitage: Non mi va che qualcuno mi segua se prima non mi spiega il motivo.
    John Nada: E a me non va di unirmi a qualcuno finché non vedo dove sta andando!
  • Frank Armitage: Ho lasciato moglie e figli a Detroit, non li vedo da sei mesi. Le acciaierie incominciarono i licenziamenti, ma fallirono lo stesso. Accettavo paghe ridicole per rimetterli in sesto... E sai in che modo ci ringraziarono? Con un calcio nel culo! Il principio informatore: quello che maneggia l'oro detta legge. Chiudono un sacco di fabbriche e noi li vediamo scorrazzare con le loro limousine di merda.
    John Nada: Lo sai, dovresti avere un po' più di pazienza...
    Frank Armitage: E invece ne ho le palle piene! ...Loro decidono come devi vivere. Ti mettono in linea di partenza e il nome del gioco è "corri per il tuo padrone". Noi siamo tutti morti di fame, ma ci azzanniamo l'uno con l'altro. D'accordo amico, ascoltami, eccoci qua: ora siamo pronti, ma ricordati, tu fa come ti pare ma io ti romperò il culo... Cos'hai deciso di fare?
    John Nada: Mi rompo la schiena per guadagnare aspettando l'occasione giusta, arriverà... Io credo nell'America, seguo le regole. Tutti hanno le loro difficoltà di questi tempi.
  • Abitante dell'accampamento: Ho sentito strane voci per strada, in queste ultime settimane. Cose incredibili! Certa gente parla di una generale "epidemia di violenza"! Ho anche incontrato un ragazzo che viene dalle parti di Sant'Anselmo, mi ha detto che lassù fanno una specie di culto, qualcosa che riguarda la fine del mondo.
    Vagabondo: Di che si tratta, esattamente?
    Abitante dell'accampamento: Sai, ammazzano persone, rapinano banche... Le solite cose, insomma. Quello mi ha detto che molta gente si lascia trascinare a questi ciarlatani. Vuoi sapere la verità? Queste situazioni di merda accadono alla fine di ogni secolo, forse perchè la gente ha paura di affrontare il futuro... Sì, è così!
  • Signora aliena: [Urta accidentalmente Nada passandogli accanto] Oh... Mi scusi, giovanotto.
    John Nada: ...Neanche un topo le rosicchierebbe quella faccia da formaggio ammuffito! [L'aliena finge di essersi offesa, poi Nada indica una signora umana lì accanto] Lei! Lei è normale! Questa, invece, sembra uno zombi! Se mi tolgo queste lenti, ha l'aspetto di una persona assolutamente normale, mi capisce, vero? Se le rimetto, il viso diventa quello di un cadavere riesumato!
    Gestore del minimarket: Adesso ci hai seccato! Se non te ne vai di corsa, chiamo i poliziotti!
    John Nada: I poliziotti! Sai cosa ti serve, invece?! Un bravo chirurgo plastico!
    Signora aliena: [Parlando alla ricetrasmittente] Ne ho trovato uno che riesce a vedere!
    Altri alieni cammuffati presenti nel negozio: [Comunicando all'unisono] Ce n'è uno che riesce a vederci... Si trova al supermercato della quarantatreesima strada...
    Uomo alieno: Un maschio alto di razza bianca, non sembra armato. Porta degli occhiali...
    John Nada: ...Questa storia non mi piace. Non mi piace neanche un po'! [Esce]
  • Poliziotto alieno#1: Va bene, cerchiamo di chiarire la faccenda! Come hai avuto gli occhiali?
    John Nada: Dalla fata turchina!
    Poliziotto alieno#1: Me l'aspettavo.
    Poliziotto alieno#2: [Li raggiunge parlando con la ricetrasmittente] Localizzato...
    John Nada: Siete usciti da una tomba?!
    Poliziotto alieno#1: ...Il tuo viso è disgustoso più del nostro!
    John Nada: Impossibile.
    Poliziotto alieno#1: Non ci costringere a spappolarti il cervello, amico! ...Cerca di calmarti, eh? Diciamo che ti è successo qualcosa di imprevedibile, qualcosa che ti ha fatto perdere la testa... Perciò andiamo in un posto tranquillo, risolveremo tutto quanto!
    John Nada: [Riesce a stendere entrambi a terra e li uccide a colpi di pistola] ...Allora morite esattamente come noi, bastardi!
  • Holly Thompson: Senti, io non so che cosa vuoi da me.
    John Nada: Stà tranquilla... Wow, questi occhiali sono... Sono come una droga, non ne puoi fare a meno ma ti riducono uno straccio! ...Senti, oggi... Le cose non sono andate troppo bene...
    Holly Thompson: Non credere di essere l'unico.
    John Nada: Certo, mi dispiace, ma avevo bisogno di te per andarmene...
    Holly Thompson: No... Uno che è armato non può dire "mi dispiace". È lui che comanda.
    John Nada: ...Ascoltami bene, signora: siamo nei guai, tutto il mondo è nei guai, ci stanno circondando e noi non ce ne accorgiamo, riesci a vederli soltanto con questi occhiali! Ti giuro che con questa roba ci stanno controllando, non so cosa siano o da dove vengano ma dobbiamo fermarli!
    Holly Thompson: D'accordo, d'accordo! Farò tutto quello che vuoi, ogni volta che vorrai... Però non farmi del male, ti prego.
    John Nada: Non ho intenzione di violentarti!
    Holly Thompson: D'accordo... Stai lottando contro le forze del male che non è possibile vedere senza quelle lenti...
    John Nada: [Le porge gli occhiali] Dà uno sguardo.
    Holly Thompson: Se vuoi che io guardi attraverso queste lenti, io guarderò attraverso queste lenti. E se non vedrò quello che vedi tu, lo vedrò ugualmente.
    John Nada: [Ridacchia]...Vuoi fare a modo tuo, eh?
    Holly Thompson: Non a modo mio. A modo tuo.
  • Frank Armitage: Da quanto tempo stanno lì?
    John Nada: E chi lo sa?
    Frank Armitage: Chi sono? Da dove arrivano?
    John Nada: ...Non sono certo di Disneyland!
    Frank Armitage: MA CHE CAVOLO DI RISPOSTA È QUESTA?!? Che facciamo, adesso?!
    John Nada: Dobbiamo aspettare.
    Frank Armitage: Dobbiamo aspettare cosa?! Vuoi rispondere chiaramente alla mia domanda?
    John Nada: Visto che sei un genio, risolvilo tu il problema e dopo fammi sapere, eh!?
    Frank Armitage: ...Non possiamo essere gli unici a vedere. Dobbiamo trovare chi costruisce gli occhiali.
    John Nada: Già... Se è rimasto in vita qualcuno.
  • John Nada: Tanto tempo fa le cose erano diverse. Il mio vecchio mi portava al fiume, mi prendeva a calcioni e mi parlava del potere e della gloria. Ero salvo. Mi sentivo protetto. Poi cambiò. Divenne meschino e cominciò a maltrattarmi. Scappai di casa a soli 13 anni... Cercò di ammazzarmi una volta, con un vecchio rasoio: me lo puntò dritto al collo. Dissi "papà, per favore"... Lo faceva muovere avanti e indietro come se stesse segando un alberello.
    Frank Armitage: ...Può darsi che siano sempre esistite, quelle scritte là. O forse se la godono... A vederci odiare tra di noi. A guardarci uccidere l'uno con l'altro. A poco a poco diventiamo insensibili a tutto.
    John Nada: C'è qualcosa di nuovo, per loro... Quei dannati devono pagarla. Perchè io non sono più il bambino di mio padre!
  • Gilbert: Quelli commerciano ricchezza, potere.
    Frank Armitage: Vuoi dire che la gente si unisce a loro?
    Gilbert: Sì, il gioco è quello di corromperci. I nostri conti bancari crescono notevolmente, cominciamo a comprare case nuove, auto nuove. Perfetto, non è vero? Fanno di tutto per arricchirci.
    Frank Armitage: Perché vogliono tutto questo, perché sono quì?
    Gilbert: Semplice, il loro sporco gioco, sono liberi imprenditori. La Terra è solamente un altro pianeta, il loro terzo mondo.
  • Abitante dell'accampamento: Hey, ragazzi, ho due amici qui con me che vorrebbero un autografo da quella bella annunciatrice! Avete qualcosa in contrario?
    Guardia aliena: Non scherzare. Lo sai che ci vuole il permesso.
    Nada e Frank: [All'unisono] Eccolo qui! [Uccidono le guardie aliene]
    John Nada: Occhio alla porta! [Afferra l'abitante dell'accampamento per la barba] Forza, sputa. Dov'è il trasmettitore?
    Abitante dell'accampamento: Si trova sul tetto, se non sbaglio!
    John Nada: [Rivolto a Frank] Qui ci lavora Holly, troviamola e ci faremo dire da lei come arrivare al trasmettitore e distruggerlo!
    Abitante dell'accampamento: Aspettate, state commettendo un grosso sbaglio!
    Frank Armitage: [Gli punta la pistola addosso] Sei stato tu a sbagliare!
    Abitante dell'accampamento: No, no, dovete prima ascoltarmi! Credo che se un secolo fa la gente avesse preso delle decisioni giuste... Oggi... Il mondo sarebbe tutto diverso! Ma non è stato così, e comunque ormai è troppo tardi, abbiamo esaurito tutto! Siamo un cumulo di rifiuti tossici e sono loro la nostra alternativa! Gli abbiamo ceduto il nostro pianeta e loro ci trattano come polli da allevamento. Se ci dimostramo docili, ci lasceranno in pace! Potremo assaporare anche noi le comodità e il benessere, in fondo le vuole ogni uomo, no?
    Frank Armitage: Gli daresti in pasto anche tuo figlio, eh?
    Abitante dell'accampamento: Non abbiamo scelta!!! Riceviamo i loro ordini e dobbiamo fare ciò che dicono! Sono i nostri padroni, capite? [Frank e Nada vengono distratti da una guardia aliena che uccidono] Addio, ragazzi. [si teletrasporta]

Messaggi subliminali[modifica]

  • Ubbidite.
  • Sposate e prolificate.
  • Non pensate.
  • Spendete.
  • Comprate.
  • Lasciatevi comprare dal benessere.
  • Sottomettetevi.
  • Non svegliatevi.
  • Non fate domande alle autorità.
  • Guardate la televisione.
  • Uccidete la fantasia.
  • Sono il tuo Dio. [I soldi]

Altri progetti[modifica]