Ficarra e Picone

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Ficarra e Picone nel 2010

Ficarra e Picone, pseudonimo di Salvatore Ficarra e Valentino Picone, duo comico italiano.

  • Io sono fiero di essere siciliano perché almeno Castelli è nato altrove. (da Io sono fiero)
  • (Davanti al portone del palazzo di via Botteghe Oscure) Ora da questo portone devono venire tutti a darci delle giustificazioni. Tutti devono venire a parlare con noi, da Uolter Veltroni giù giù giù giuuù fino a Rutelli. (da L'ottavo nano, puntata 7)
  • Picone: Ai tempi di Garibaldi il ponte [sullo stretto di Messina] non c'era!
    Ficarra: Eh! Ma già se ne parlava però! [...] Questa corsia è dedicata ai disoccupati, i disoccupati vedono la corsia a loro dedicata e si incamminano e pian pianino trotterellando se ne vanno. Questa corsia invece è per i turisti, i turisti vengono scendono in Sicilia, stanno un poco, visitano, girano... Poi non hanno niente da fare, diventano disoccupati e risalgono dall'altro lato, è un lavaggio... turisti-disoccupati disoccupati-turisti... ...un riciclo... un riciclaggio.. Ecco... il ponte serve per il riciclaggio! (dallo spettacolo teatrale Diciamoci la verità[1] [2])  Collegamento interrotto Collegamento interrotto

Dialoghi[modifica]

  • Ficarra: Ho saputo che tua moglie ti tradisce.
    Picone: Sì, è un bravo ragazzo. (dall'intervento al Festival di Sanremo, 28 febbraio 2007)
  • Ficarra: Dimmi la verità, quanto tempo è che non ti fai un esame del sangue, che non ti pigli due medicinali, che non vai da un medico, ah?
    Picone: Assai, assai...
    Ficarra: Assai?
    Picone: Assai.
    Ficarra: E perché non vai da mio cugino?
    Picone: Perché ho paura dei medici.
    Ficarra: Per questo, ti dico: vai da mio cugino che è geometra.
    Picone: Ma... Ma... Come gli va questa nuova attività, so che lui è rappresentante di medicinali.
    Ficarra: Sì...
    Picone: Con le cause farmaceutiche, che si guadagna con le cause farmaceutiche?
    Ficarra: Si guadagna bene, che lui prescrive e poi i medici trovano a chi darli.
    Picone: Si guadagna?
    Ficarra: Dice: «Devo vendere duemila scatole di questo», il medico piglia e le distribuisce.
    Picone: E quindi più prescrive e più guadagna.
    Ficarra: Più prescrive e più guadagna; più guadagna e più prescrive, eh. Anche se il lavoro è disgraziato.
    Picone: Sì?
    Ficarra: Il lavoro è disgraziato, caro mio. Che tu considera che se l'ammalato muore, lui perde il cliente. Se l'ammalato guarisce, lui perde il cliente. Infatti il trucco è tenerli in agonia. (dall'intervento al Festival di Sanremo, 28 febbraio 2007)
  • Picone: Stanco?
    Ficarra: No, oggi no.

Altri progetti[modifica]