Filastrocche valborberine

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Filastrocche in dialetto ligure dell'alta Val Borbera (Piemonte, Provincia di Alessandria).

  • Chì ghé in övu, chì ghé n-é n'otru, chì ghé in brichettu, chì ghé na scattua de brichetti; a fàsu u gíu da ciassa e... chì ghé tò faccia.
Qui c'è un uovo, qui ce n'è un altro, qui c'è un fiammifero, qui c'è una scatola di fiammiferi; faccio il giro della piazza e... qui c'è la tua faccia
  • Trin trin cavallin sèi dòne intú muí: iüna a chixǎ, n'otra a taja, n'otra a fa u capé de paja, n'otra a fa u capè de fiú, a ciú bèla a fa l'amú e a ciú brutta a spasa u cagadu
Trin trin cavallin sei donne nel mulino: una cuce, un'altra taglia, un'altra fa il cappello di paglia, un'altra fa il cappello di fiori, la più bella fa l'amore e la piú brutta pulisce la latrina
  • Urmiseu grisu, mustreme a strà de anà in Paradisu
Coccinella grigia, insegnami la strada per andare in Paradiso

Bibliografia[modifica]

  • In Novitate, Centro Studi "In Novitate", Anno XVI, Fascicolo n. 31, Maggio 2001, Novi Ligure, pagg. 83-84 a cura di Enrico Bergaglio.

Voci correlate[modifica]