Fortuna

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Fortunato)
Un quadrifoglio, simbolo di buona sorte

Citazioni sulla fortuna, intesa come sorte (favorevole).

Citazioni[modifica]

  • A causa dell'irresistibile forza delle circostanze fallisce anche l'uomo migliore, e da questo gli viene spesso l'attributo di mediocre. Ma la fortuna a lungo andare arride per lo più alle persone capaci. (Helmuth Karl Bernhard von Moltke)
  • Alle fortune che già brillano, fortune s'aggiungono. (Eschilo)
  • Anima piccola nella buona sorte si esalta, nell'avversa si annulla. (Epicuro)
  • Attira la fortuna chi si rende conto di quella che ha già. (Massimo Gramellini)
  • Ben gioco è di fortuna audace e stolto | por contra il poco e incerto il certo e 'l molto. (Torquato Tasso)
  • Ché fortuna qua già varia a vicenda | mandandoci venture or triste or buone, | ed a i voli troppo alti e repentini | sogliono i precipizi esser vicini. (Torquato Tasso)
  • Che fortuna possedere una grande intelligenza non ti mancano mai le sciocchezze da dire. (Anton Čechov)
  • Che un uomo, sia pure dotato della più gran fermezza ed energia, cada in deliquio ad un'improvvisa percossa della fortuna, non deve meravigliare. Si uccide un uomo con l'imprevisto come un bue con la mazza. (Victor Hugo)
  • Chi disse: "Preferisco avere fortuna che talento" percepí l'essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo. A volte in una partita la palla colpisce il nastro e per un attimo può andare oltre o tornare indietro. Con un po' di fortuna va oltre e allora si vince. Oppure no e allora si perde. (Match Point)
  • Ciò che è effetto di sola fortuna non si ripete con tanta simiglianza due volle. (Vincenzo Cuoco)
  • Con la virtù per guida, la fortuna per compagna. (Cicerone)
  • Confesso che la prima volta che ebbi occasione di conoscere Carlo Strickland non ebbi neanche il sospetto che in lui fosse qualche cosa di eccezionale. Pure oggi si troveranno poche persone che osino negare la sua grandezza. Non parlo della grandezza che consegue il fortunato uomo politico o il militare vittorioso: essa non appartiene all'uomo, ma gli deriva dal posto che occupa; uno spostamento di circostanze può ridurla a proporzioni più che modeste. Spesso si osserva che un primo ministro, fuori del suo ufficio, non è altro che un pomposo retore, e il generale senza esercito somiglia al mite eroe di una fiera di villaggio. (William Somerset Maugham)
  • Credere alla Fortuna è cosa pazza: | aspetta pur che poi si pieghi e chini. (Lorenzo de' Medici)
  • Credo, che fu, come si dice appunto, | la fallace fortuna a me nemica, | che quanto più piacer ci arreca o gioia, | tanto maggior dolor ne apporta poi. (Giambattista Giraldi Cinzio)
  • Da ragazzina rifiutavo il mio fisico: non immaginavo che sarebbe stato la mia fortuna. (Maria Grazia Cucinotta)
  • Darsi in braccio ancor conviene | qualche volta alla fortuna, | che sovente in ciò che avviene | la fortuna ha parte ancor. (Pietro Metastasio)
  • Debbono i saggi | Adattarsi alla sorte. (Pietro Metastasio)
  • E come 'l volger del ciel della luna | cuopre e riscopre i liti sanza posa, | così fa di Fiorenza la Fortuna: | [...] (Dante Alighieri)
  • È un errore creder di aver fatto fortuna quando non si sa goderne. (Luc de Clapiers de Vauvenargues)
  • Ebbene, ritengo che agli uomini giovi più l'avversa che la prospera fortuna; questa infatti inganna sempre con l'apparenza della felicità, quando sembra propizia, mentre quella è sempre veritiera, quando con il continuo mutare si dimostra instabile. Questa inganna, quella istruisce [...]. (Severino Boezio)
  • Fortuna è il nome che diamo al successo altrui. (Roberto Gervaso)
  • Fortuna è ordinata, | disordinato è l'uomo. (Luigi Pulci)
  • Fortunati coloro che si assorbono quasi per egoismo nell'avvenire e vivono per sé e di ciò che li circonda, e non si curvano su se stessi a perscrutarsi nelle sfumature dei sentimenti e nella contemplazione del passato! (Carlo Maria Franzero)
  • Gli accidenti della fortuna si riparono facilmente: quello a cui non possiamo porre riparo sono gli eventi che nascono incessantemente dalla natura delle cose. (Montesquieu)
  • Gli uomini non sanno apprezzare e misurare che la fortuna degli altri. La propria, mai. (Indro Montanelli)
  • Il cuor si serra | Nelle fortune, e sol lo schiude il tocco | Delle grandi sventure.. (Vincenzo Monti)
  • In tutte le cose la sorte è padrona e a suo capriccio, più che in base alla verità, le imprese vengono rese illustri oppure oscure. (Gaio Sallustio Crispo)
  • Io non credo nella fortuna, ma credo fermamente nell'assegnare un valore alle cose. (A Beautiful Mind)
  • L'amico sicuro si riconosce nell'incerta fortuna. (Quinto Ennio)
  • L'ultima volta che ho controllato, la fortuna era per i perdenti. (Phil Brooks)
  • L'uomo che ha Fede è fortunato. (Antonino Zichichi)
  • La buona fortuna degli uomini è spesso el maggiore inimico che abbino, perché gli fa diventare spesso cattivi, leggieri, insolenti; però è maggiore paragone di uno uomo el resistere a questa che alle avversitá. (Francesco Guicciardini)
  • La fortuna ama le persone non troppo sensate. (Erasmo da Rotterdam)
  • La fortuna aiuta gli audaci. (Virgilio)
  • La fortuna aiuta gli audaci, il pigro si ostacola da solo. (Lucio Anneo Seneca)
  • La fortuna dà troppo a molti, a nessuno abbastanza. (Marco Valerio Marziale)
  • La fortuna è donna: ed è necessario, volendola tenere sotto, batterla e urtarla. (Niccolò Machiavelli)
  • La fortuna è la massima delle virtù. (Rosamond Lehmann)
  • La fortuna e la sfortuna non esistono. (Enzo Ferrari)
  • La fortuna è la sola cosa che si raddoppia quando la si condivide. (Albert Schweitzer)
  • La fortuna è un attimo, la vita è tutto il resto. (Aldo Busi)
  • – La fortuna non è eterna...
    – Ma la furbizia sì. (Solo due ore)
  • La Fortuna sa far entrar in porto anche le navi senza timoniere. (William Shakespeare)
  • La fortuna lo ha favorito... facendolo morire in un momento opportuno. (Publio Cornelio Tacito)
  • La fortuna può togliere le ricchezze, non l'animo. (Lucio Anneo Seneca)
  • La fortuna, | quando c'è, | aiuta sempre comunque "gli audaci", | e mica me! (Vasco Rossi)
  • La fortuna si desidera e talvolta perfino si aiuta; la fama, bisogna sudarsela. (Baltasar Gracián y Morales)
  • La fortuna sorride solo a chi crede nel futuro! (The Legend of Zelda: Twilight Princess)
  • La fortuna viene dormendo, e chi si alza presto le taglia la strada. (Achille Campanile)
  • La più grande fortuna degli uomini è la liberazione dalla paura. (Walther Rathenau)
  • La vera fortuna è la frugalità. (Johann Wolfgang Goethe)
  • Meglio essere senza fortuna ma saggi che fortunati e stolti. (Epicuro)
  • Mentre quello raccontava queste cose, io facevo il paragone tra la mia antica fortuna e la presente disgrazia, tra il Lucio felice di allora e l'asino infelice di adesso, e gemevo dal profondo dell'anima; e mi veniva in mente che non per nulla gli antichi saggi del passato avevano immaginato e rivelato che la Fortuna è cieca e addirittura senza occhi, perché prodiga sempre i suoi favori ai malvagi e a chi non lo merita, e tra gli uomini non sceglie mai nessuno con criterio, ma anzi si accompagna per lo più a persone tali che, se ci vedesse, dovrebbe assolutamente evitare e, ciò che è ancor peggio, conferisce a noi uomini una reputazione molto diversa, anzi proprio alla rovescia, così che il malvagio si gloria della nomea di uomo dabbene e l'uomo più innocente del mondo viene colpito dalla fama di criminale. (Apuleio)
  • Nella vita padrona di tutto è la Fortuna, e nulla è sicuro, per nessuno. (Lucio Accio)
  • Non aspettare che il vento gonfi la vela della tua fortuna: soffiaci dentro tu stesso. (Ugo Ojetti)
  • Non bisogna fidarsi troppo dei piani prestabiliti, perché la fortuna segue una sua logica, che è ben lungi dal coincidere con la nostra. (Petronio Arbitro)
  • Non c'è niente che valga quel che si ha; e si corre un gran rischio d'ingannarsi, quando si fa conto d'una fortuna che un altro vi conserva. (Molière)
  • Non ci si deve fidare troppo della buona sorte del momento perché non siamo tranquilli nemmeno su quello che ci può recare la sera. (Tito Livio, attribuita a Lucio Emilio Paolo Macedonico)
  • Non è la fortuna che domina il mondo. Possiamo chiederlo ai Romani che conobbero una serie continua di successi, quando si governarono secondo un certo piano, e un seguito ininterrotto di rovesci, quando si regolarono secondo un altro. Esistono cause generali, sia morali sia fisiche, che agiscono in tutte le monarchie, le innalzano, le conservano o le fanno rovinare. Tutti gli accidenti dipendono da cause e se il caso di una battaglia, cioè una causa particolare, ha fatto rovinare uno Stato, esisteva una causa generale per la qualke questo Stato doveva perire per una sola battaglia. In una parola, l'andamento generale trascina con sé tutti gli accidenti particolari. (Montesquieu)
  • O fortuna, volta volta | volta bene quanto vuoi | con li falsi inganni tuoi, | poi che la vita m'hai tolta! | Poi che tu m'hai messo a terra | con tuo falso mutamento, | non mi curo di tua guerra | né di pace mi contento. | Se tu volti ad ogni vento, | fa' mi lo peggio che puoi, | con li falsi inganni tuoi, | poi che la vita m'hai tolta, ... (Francesco Galeota)
  • Ogni essere ha la fortuna che il suo spirito chiede. (Natalia Ginzburg)
  • Oh nostra folle | mente ch'ogn'aura di fortuna estolle! (Torquato Tasso)
  • Pochissimo deve fidarsi l'uomo quando è giunto al sommo di ogni fortuna. (Tito Livio)
  • Poco senno ha chi crede la fortuna | O con preghi o con lacrime piegare, | E molto men chi crede lei fermare | Con senno con ingegno o arte alcuna. (Giovanni Boccaccio)
  • Potersi sentire felici anche senza la fortuna – questa è fortuna. (Marie von Ebner-Eschenbach)
  • Quando la sorte ti è contraria e mancato ti è il successo, smetti di far castelli in aria e va a piangere sul...! (Frankenstein Junior)
  • Ripugna allo spirito umano accettare la propria esistenza dalle mani della sorte, esser null'altro che il prodotto caduco di circostanze alle quali nessun dio presieda, soprattutto non egli stesso. (Marguerite Yourcenar)
  • Se potessi, scriverei una gigantesca enciclopedia sulle parole 'fortuna' e 'coincidenza'. È con queste parole che si scrive il Linguaggio Universale. (Paulo Coelho)
  • Si è schiavi del denaro o della sorte. (Euripide)
  • Sono convinto che la fortuna la devi creare. La devi prendere al volo per riuscire a fare nella vita quello che davvero vuoi. (Oscar Pistorius)
  • Sono più grandi le fortune che i grandi ingegni. (Luc de Clapiers de Vauvenargues)

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • A chi l'uovo e a chi il guscio.
  • A chi sorte, e a chi sporte.
  • Alla fortuna bisogna lasciar sempre una finestra aperta.
  • Buona fortuna non dura.
  • Che vi sia la fortuna è falsa idea e noi sciocchi ne abbiam fatta una dea.
  • Chi abusa della buona fortuna, dimostra di non meritarla.
  • Chi confessa la sorte, nega Dio.
  • Chi fila ha una camicia, e chi non fila due.
  • Chi ha un neo e non se lo vede, ha fortuna e non lo crede.
  • Chi non è savio, paziente e forte si lamenti di sé, non della sorte.
  • Con la fortuna ci vuol coraggio.
  • Così va il mondo: uno ha la gloria e l'altro la fatica dell'opera.
  • E meglio nascere senza naso che senza fortuna.
  • Finché uno ha i denti in bocca non sa mai quel che gli tocca.
  • Fino alla morte non si sa qual è la sorte.
  • I beni di fortuna passano come la luna.
  • Il vecchio pianta la vigna e il giovane la vendemmia.
  • La buona sorte ogni vile cuore fa forte.
  • La cattiva sorte porta spesso buona sorte.
  • La fortuna aiuta i matti e i fanciulli.
  • La fortuna come dà, cosi toglie.
  • La fortuna è di chi se la fa.
  • La fortuna è una fonte, ma non tutti hanno un secchio per attingervi.
  • La fortuna i forti aiuta e i timidi rifiuta.
  • La fortuna molte volte ricompensa con interesse coloro che hanno la pazienza di aspettarla.
  • La fortuna non si siede mai.
  • La fortuna si stanca di portar sempre in spalla il medesimo uomo.
  • La fortuna va afferrata per i capelli.
  • La fortuna vien tre volte e non di più.
  • La mano destra fa, la sinistra è inanellata.
  • La morte dei lupi è la salute delle pecore.
  • La ruota della fortuna non è sempre una.
  • La sorte è come ognuno se la fa.
  • Le disgrazie hanno le ali e la fortuna i piedi di piombo.
  • L'uno si guadagna il pane sedendo, l'altro sudando.
  • L'uomo ordisce e la fortuna tesse.
  • Non si deve incolpare se non fortuna. (proverbio toscano)
  • Oggi a te, domani a me.
  • Quando Dio vuole, la fortuna deve.
  • Quando la fortuna accarezza l'uomo, è per mettergli un laccio al collo.
  • S'impiccano i ladruncoli e non i ladroni.
  • Spesso l'infermo guarisce, e l'infermiere muore.
  • Spesso uno paga quel che l'altro si è goduto.
  • Un vento di fortuna suscita spesso una tempesta di disgrazie.
  • Uno fa il letto, e l'altro vi si sdraia.
  • Uno fa il ponte e l'altro vi passa su.
  • Uno innaffia il prato, e l'altro falcia l'erba.
  • Uno mangia l'arrosto, e l'altro deve pulir lo spiedo.
  • Uno ordisce la tela, un altro la tesse.
  • Uno pianta il chiodo, e l'altro ci appende il cappello.
  • Uno picchia sul cespuglio, e l'altro agguanta l'uccello.
  • Uno semina, e l'altro raccoglie.
  • Uno si fa la sorte da sé, l'altro la riceve bell'e fatta.
  • Vale più la fortuna che il sapere.
  • Virtù e fortuna non stanno di casa assieme.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]