Franz Beckenbauer

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Franz Beckenbauer

Franz Beckenbauer (1945 – vivente), ex calciatore, allenatore e dirigente di calcio tedesco.

Citazioni di Franz Beckenbauer[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sono un tifoso bianconero perché è il club che ha vinto di più nella storia del calcio italiano, un po' come il Bayern da noi, e ha sempre avuto campioni e allenatori di grandissimo livello. Per questo motivo da sempre sono un suo sostenitore. (citato in Un «Kaiser» per i bianconeri Beckenbauer: «Io tifo Juve», Gazzetta dello sport; 24 maggio 2003)
  • L'Italia pagherà in campo lo scandalo calcio. Consideravo l'Italia tra le grandi favorite per il titolo. Ma il caos scoppiato danneggerà la squadra azzurra. I calciatori avranno la testa altrove. (citato in Gli azzurri pagheranno ai Mondiali, Repubblica; 20 maggio 2006)
  • L’Inter era una squadra leggendaria. C’erano giocatori come Facchetti e Mazzola, e in panchina c’era un totem come Herrera, con cui avevo parlato più volte e che mi convinse a lasciare il Bayern Monaco. [La differenza tra noi e loro] Era gigantesca. Noi giocavamo al “Grünwalder Straße Stadion”, che aveva una capienza di circa 12.000 spettatori, loro invece a San Siro. L’atmosfera di quello stadio mi affascinava. Volevo giocarci ad ogni costo. (citato in Le rivelazioni di Beckenbauer: "Nel 1966 ero già un giocatore dell'Inter, poi...", Gazzetta dello sport; 5 novembre 2014)

Citazioni su Franz Beckenbauer[modifica]

  • L'ho conosciuto da piccolo. Io ero nella nazionale giovanile che si preparava al mondiale del 1979 e lui, un grande da tempo, giocava nel Cosmos. Mi ha sempre colpito la sua eleganza di gioco. (Diego Armando Maradona)

Altri progetti[modifica]