Gabriele Mandel

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Gabriele Mandel

Gabriele Mandel (1924 – 2010), psicologo, accedemico, scrittore divulgatore italiano.

Citazioni di Gabriele Mandel[modifica]

  • Oggi è il tempo d'una concezione rinnovata dell'umanità tutta intera: una sorta di "globalizzazione" delle conoscenze relative a tutte le culture, le scienze, le religioni. (da La saggezza indiana)
  • I Veda hanno numerosi riscontri nell'Avesta (sicuramente elaborato, questo, nella penisola di Apseron); e al dio avestico Ahura (Ahura Mazda) corrisponde il grande dio vedico Asura (o le divinità indicate con tale nome). (da La saggezza indiana)
  • Con le Upaniṣad s'era fatta strada l'idea di un Dio unico, assoluto, Brahman, del quale quelle che noi consideriamo le molte divinità del pantheon indiano sono solo manifestazioni fenomeniche. (da La saggezza indiana)
  • La Bhagavad-Gîtâ [...] contiene in sintesi gli aspetti preminenti del Vedantismo e una "metafisica dell'azione" con la quale inizia il bhakti-yoga. Il testo concilia vie induiste contraddittorie e il popolarismo delle concezioni puraniche con il misticismo tendente al divino assoluto. Risolve quindi il dilemma tra karma-marga (fede) e ghinana-marga (conoscenza), e in definitiva esprime una visione eminentemente mistica, ma virile, della realtà. (da La saggezza indiana)

Bibliografia[modifica]

  • La saggezza indiana, a cura di Gabriele Mandel, Rusconi, 1999.

Altri progetti[modifica]