George F. Kennan

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
George F. Kennan, 1947

George Frost Kennan (1904 – 2005), scrittore, saggista e politico statunitense.

Ribelli senza programma[modifica]

Incipit[modifica]

Esiste un ideale che ha rappresentato per lungo tempo la base sulla quale poggiavano gli studi nel senso in cui li intendevamo noi, un ideale che costituisce l'essenza del nostro moderno sistema di istruzione superiore e che trae le origini – così ritengo – dal carattere religioso e monastico dell'università medioevale. È l'ideale che associa il processo dello studio a una certa lontananza dalla scena contemporanea, a un distacco, per così dire, a un isolamento delle vicende del momento, affinché il ritiro volontario e la rinuncia alla partecipazione consentano di acquisire una prospettiva più esatta di queste vicende quando il periodo di allontanamento si sarà concluso. È un ideale che non implica un conflitto totale fra pensiero e azione, ma riconosce che vi è un tempo per l'una e un tempo per l'altro.

Citazioni[modifica]

  • A volte mi accade di pensare quanto sarebbe bello se noi e loro, l'esperienza da una parte, l'energia e l'entusiasmo dall'altra, potessimo unire le nostre forze. (p. 19)

Bibliografia[modifica]

  • George F. Kennan, Ribelli senza programma, (Democracy and the Student Left), traduzione di Lidia Magliano, Rizzoli editore, Milano 1969.

Altri progetti[modifica]