George Gissing

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
George Gissing

George Robert Gissing (1857 – 1903), romanziere britannico.

Citazioni di George Gissing[modifica]

  • È scoraggiante sotto qualunque cielo osservare i cambiamenti di Napoli. Lo sventramento prosegue e intere zone sono trasformate. Penso sia un bene che l'ampio Corso Umberto I tagli il vecchio Pendino; ma quale contrasto tra il pittoresco di prima e la volgarità cosmopolita che ne ha preso il posto! [...] Il porto dal quale si partiva per Capri è colmato; il mare è stato scacciato a una disperata distanza, dietro squallidi mucchi di rifiuti. [...] Sarà una strada qualunque, chiusa tra alti caseggiati, senza nessuna veduta. (da Sulle Rive dello Ionio, traduzione di Mauro Francesco Minervino, edizioni EDT, Torino, 1993)
  • Qui mi sento bene, anzi molto bene, perché è qui che è più bello vivere […]. Nella mia geografia ancora sta scritto che tra Catanzaro e il mare si trovano i Giardini delle Esperidi. (da Sulle rive dello Jonio)

Incipit di Un'ispirazione[modifica]

Alle diciotto circa, mentre Harvey Munden stava per finire il lavoro della giornata, e sentiva che aveva fame, qualcuno bussò alla porta esterna, un tocco timido, che voleva segnalare la presenza di una persona di nessuna importanza. Andò ad aprire e vide un uomo che riconobbe subito.

Bibliografia[modifica]

  • George Gissing, Un'ispirazione ed altre novelle, traduzione di Francesco Badolato, EPIDEM, Novara 1977.

Altri progetti[modifica]