Georges Ivanovič Gurdjieff

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Georges Ivanovitch Gurdjieff)

Georges Ivanovic Gurdjieff (1872 – 1949), filosofo, scrittore, mistico e "maestro di danze" armeno.

Incipit de Il nunzio del bene venturo[modifica]

Ispirato come sono dalla profonda convinzione, sorta da una lunga serie di delucidazioni e deduzioni sperimentali, che se un uomo desidera sinceramente e seriamente, e non per mera curiosità, ottenere la conoscenza della via che porta all'Essere Reale, e se esegue a questo fine tutto ciò che gli è richiesto e comincia di fatto, tra le altre cose, ad aiutare gli altri indirettamente, e sin dal primo passo, a ottenere lo stesso risultato, grazie a questa semplice azione diventerà, per così dire, il terreno adatto per la formazione dei dati reali che contribuiscono alla manifestazione del Bene oggettivo e reale; e animato come sono dall'intenzione generale di giungere infine, attraverso i miei argomenti letterari e le mie dimostrazioni pubbliche, che mi propongo per un prossimo futuro di delucidazioni sperimentali, a inculcare nella coscienza dei miei contemporanei quei fattori di "iniziativa psichica" che, secondo l'opinione mia e di ogni uomo capace di una semplice e imparziale meditazione, dovrebbero inevitabilmente agire come principi guida nella coscienza di tutte le creature che hanno la presunzione di definirsi "a immagine e somiglianza di Dio", quei fattori di "iniziativa", cioè, che dovrebbero di certo includere il fattore che induce l'uomo sia ad agire istintivamente sia a comprendere chiaramente, riflettendo, l'obbligo morale di aiutare il prossimo, mi sono ora deciso a vendere e diffondere [...]

Bibliografia[modifica]

  • Georges Ivanovič Gurdjieff, Nunzio del bene venturo. Primo appello all'umanità contemporanea, traduzione di Maurizio Toshen Graziani, Casa Editrice Astrolabio – Ubaldini Editore, Roma 2003.

Altri progetti[modifica]