Giorgio Luti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Giorgio Luti (1926 – 2008), critico letterario italiano.

  • Forse Saviane ha cercato nel Tesoro dei Pellizzari il Veneto della sua infanzia e della sua adolescenza, gli uomini, i personaggi che allora lo incisero. Lo scrittore muove proprio di qui, da queste memorie, da questa terra, da queste mura che la storia inquieta di tanti anni non ha consumato. (dalla postfazione a Giorgio Saviane, Il tesoro dei Pellizzari, Euroclub, 1983)
  • Trascorsi alcuni anni anziché chiarirsi il panorama culturale e letterario di quel ventennio risulta ancora più confuso, per cui questa nuova edizione si giustifica proprio con le stesse ragioni che mi spinsero ad intraprendere il mio lavoro negli anni sessanta. Anzitutto un'esigenza di carattere morale e politico; quindi l'intento di porsi senza pregiudizi di fronte ai testi per coglierne la parola nel suo significato autentico e interpretarne la storia della sua complessa articolazione. Oggi, la necessità di recuperare dai testi una storia concreta come documento e lezione per il presente, appare ancora più urgente. Per questo credo che il mio lavoro possa essere ancora di qualche utilità per quei giovani che intendono misurarsi con un passato che ancora ci insidia, non ricorrendo alle facili schematizzazioni pseudoideologiche o agli astratti esercizi formalistici. (da La letteratura nel ventennio fascista, la Nuova Italia; citato in Piergiovanni Permoli, Fra politica e letteratura, La Fiera Letteraria, giugno 1973)

Altri progetti[modifica]