Giovanni Francesco Lazzarelli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Al 2014 le opere di un autore italiano morto prima del 1944 sono di pubblico dominio in Italia PD
Sonetti IV e V della Cicceide legitima (terza edizione del 1692) di Giovanni Francesco Lazzarelli

Giovanni Francesco Lazzarelli (1621 – 1693), abate, giurista e poeta italiano.

Incipit de La Cicceide[modifica]

A cantar di Don Ciccio un violento
Poetico furore oggi mi chiama,
E quindi al genial componimento
Promette Apollo eternità di fama.
La man però ne l'orditura, e trama
Di questo, ancorché nobile argomento,
D'arpa, o di cetra d'oro usar non ama
Le fila, od altro armonico istromento,

Bibliografia[modifica]

  • Giovanni Francesco Lazzarelli, La Cicceide, Nuova ed. sulla prima di A. Sommaruga, Piacenza, Tip. L'Arte Bodoniana, Lorenzo Rinfreschi di A., 1915.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]