Gossip Girl

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Gossip Girl

Serie TV

Immagine Gossip Girl title card.jpg.
Titolo originale

Gossip Girl

Paese Stati Uniti d'America
Anno 2007 - 2012
Genere teen drama
Stagioni 6
Episodi 121
Ideatore Josh Schwartz,
Stephanie Savage
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Basata sull'omonima collana di romanzi di Cecily von Ziegesar

Gossip Girl, serie televisiva statunitense trasmessa dal 2007 al 2012.

Indice

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Buon giorno Upper East Side[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ti amo tanto Nate Archibald: sempre stato e sempre sarà. (Blair Waldorf a Nate Archibald)
  • Quando il Principe Azzurro trovò la scarpetta di Cenerentola, non lo accusarono di essere feticista. (Dan Humphrey al portiere)

Dialoghi[modifica]

  • Nate: Insomma, non abbiamo diritto alla felicità?
    Chuck: Sta a sentire, Socrate: quello a cui abbiamo diritto è un fondo fiduciario, forse una casa agli Hamptons o una bella malattia, ma la felicità non sembra essere contemplata, quindi adesso fuma e sancisci l'accordo con Blair perché di certo ora hai diritto a una scopata.
  • Dan: Vuoi davvero uscire con uno che non conosci?
    Serena: Non puoi essere peggiore di quelli che conosco.

Episodio 2, Brunch selvaggio[modifica]

Frasi[modifica]

  • La visita di S è stata breve e non molto piacevole. Ma sapete, la vendetta è un piatto che va servito freddo. Avete fame? (Gossip Girl)
  • Sembra che B e C abbiamo una certa fame. Di vendetta, intendo. (Gossip Girl)
  • Be', non mi esprimo sull'educazione che ha dato ai suoi figli, ma Bart Bass è il re del brunch! (Dan Humphrey a Serena van der Woodsen)
  • Non c'è niente di male a tenere un segreto se la verità può ferire qualcuno! (Serena van der Woodsen a Nate Archibald)
  • Senti Blair, o cerchi di perdonarmi e andiamo avanti, oppure è finita. (Nate Archibald a Blair Waldorf)
  • L'uomo misterioso di Serena non è più un mistero: il suo nome è... ah, ma che importa? Ora che lui e S hanno chiuso, i suoi quindici minuti di notorietà sono terminati. Ma sua sorella Jenny ha un vestito nuovo, regalatole da Blair in persona. Tutti sanno che un Eleanor originale è la divisa dell'esercito privato di B, ma J sarà un fedele soldato o si metterà dalla parte delle forze ribelli di S? E Serena, sappiamo che oggi è andata via dal brunch senza amici, senza ragazzo e senza più un luogo in cui fuggire. È proprio il caso di dirlo: dalle stelle alle stalle. Forza, Serena, ora tocca a te. E lo sai chi ti tiene d'occhio? Gossip Girl. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Nate [riferendosi al pugno dato da Dan a Chuck]: Ti ha centrato in pieno. Mai provarci con chi ha fratelli.
    Chuck: Se sapessi come si chiama, lo cercherei e lo ucciderei.
    Nate: Adesso uccidi la gente, vuoi strangolarlo con la sciarpa?
    Chuck: Non prendere in giro la mia sciarpa, è il mio marchio.
    Nate: Era così per dire, la sciarpa assassina...

Episodio 3, La mia peggiore amica[modifica]

  • I valori della comunità della Dartmouth sono l'integrità, la responsabilità e il rispetto. Be', ecco, qui al St. Jude ho imparato l'integrità, come fratello maggiore ho imparato la responsabilità e dai miei genitori, che si sono sacrificati per mandarmi a questa scuola, ho imparato il rispetto. Tutto questo per dire una cosa: Dartmouth è il mio sogno. E... non l'ho mai chiesto alla Dartmouth, ma credo che ricambi il sentimento. Stavo scherzando o, almeno, ci provavo. (Dan Humphrey all'esaminatore)
  • L'anno scorso il suo cervello ha partorito un pensiero, ma è morto di solitudine. (Dan Humphrey a Rufus Humphrey su Nate Archibald)

Episodio 4, Che botte se incontri Blair[modifica]

  • Mi raccomando, non infilate il mestolo nella pentola sbagliata. (Chuck Bass)
  • Nessuno è libero di scegliere la propria famiglia, ma può scegliere i propri amici. In un mondo governato da ipocriti legali e conti bancari, un buon amico è una grande ricchezza. E, anche se a volte capita che gli amici ci fanno saltare i nervi, bisogna ammettere che saremmo un po' meno ricchi senza di loro. Serena e Blair, be', sono davvero una bella coppia di amiche. No, non ho gli occhi bagnati di lacrime, è solo l'allergia. Senza di voi io non sarei nessuno. (Gossip Girl)

Episodio 5, Dare Devil[modifica]

  • Un proverbio per te, piccola Jenny: "Più sali, più ti fai male quando cadi". Spero che il tuo zaino Hello Kitty contenga anche un paracadute. (Gossip Girl)

Episodio 7, Victor, Victrola[modifica]

  • Come potete immaginare, Upper East Side, la proibizione non regge il confronto con l'esibizione. La libertà è nella natura umana e non importa per quanto tempo fai la brava, non si può tenere a freno una ragazzaccia. (Gossip Girl)

Episodio 8, Un compleanno da ricordare[modifica]

Frasi[modifica]

  • Parli del diavolo e spuntano le corna, oppure la sua sciarpa firmata. Attenzione, B, l'inferno non è pericoloso come un Chuck Bass respinto. (Gossip Girl)
  • Io mi preoccupo di tre cose, Nate: i soldi, i piaceri che possono comprare e te. (Chuck Bass a Nate Archibald)
  • Attenzione, B, non essere così sicura quando scommetti con un Bass, potresti perdere la camicia e le mutandine. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: E se esprimessi un desiderio di compleanno?
    Prete: Sono un prete, non un genio.
    Blair: Be', la prossima volta che parlerà con Lui gli chiederà di far tornare il mio ragazzo da me?
  • Chuck: Tu continui a credere di dover stare con Nate altrimenti il mondo finirà. Affrontalo: è finita.
    Blair: Mi sembri un fidanzato geloso.
    Chuck: Sì, giusto. Lo vorresti.
    [Lunga pausa di silenzio]
    Blair: No. Tu lo vorresti.
    Chuck: Ti prego, dimentichi con chi stai parlando.
    Blair: Anche tu. Io... io ti piaccio?!
    Chuck: Definisci "piacere".
    Blair: Ah! Tu... tu vuoi prendermi in giro. Io non ci posso credere che...
    Chuck: Che cosa credi che senta ora? Non ho dormito, ho la nausea come se avessi qualcosa nello stomaco. Che svolazza.
    Blair: Le farfalle? Oh, no no no no, no, questo non sta succedendo, no.
    Chuck: Credimi, nessuno è più sorpreso o pieno di vergogna di quanto sia io.
    Blair: Chuck, tu lo sai che io adoro tutte le creature di Dio e le metafore che esse ispirano, ma... queste tue farfalle devono essere uccise.

Episodio 10, Amori in corso[modifica]

  • Avvistato. Chuck Bass perde qualcosa con cui nessuno sapeva che dovesse fare i conti: il suo cuore. (Gossip Girl)
  • Si dice spesso che la verità non conti, le persone vedono ciò che vogliono vedere: alcuni potrebbero fare un passo indietro e scoprire che stavano guardando lo stesso grande quadro; altri potrebbero accorgersi che le loro bugie li hanno intrappolati; altri ancora potrebbero vedere ciò che è sempre stato lì. E poi c'è un altro tipo di persone: quelle che scappano più veloce che possono per non doversi guardare dentro. E, per quanto riguarda me, vedo tutto più chiaramente ora... (Gossip Girl)

Episodio 11, Un fidanzato tutto suo[modifica]

  • Sentite queste campanelle? È arrivato il Natale in città! Alcune famiglie sentono davvero l'aria di festa, cercando di tenere i loro problemi a distanza. Altre famiglie cercano di passare un buon Natale anche quando i loro problemi non sono poi così distanti. Alcuni regali forse saranno restituiti, ma altri sono per sempre. Altri regali arrivano quando meno te li aspetti, e tutti sanno che i regali più grandi stanno nelle scatole più piccole. E poi ci sono scatole che vorresti non avere mai aperto. Vi auguro un allegro e felice Natale. (Gossip Girl)

Episodio 12, Bugie e videotape[modifica]

  • Nell'Upper East Side è facile pensare che il mondo sia esattamente come appare: raffinato, elegante, lussuoso. Ma a volte è sufficiente una piccola chiave per aprire la porta del lato selvaggio. (Gossip Girl)
  • Nel mio mondo, se io vengo sospeso o espulso, intestano un'ala all'edificio ai Bass. (Chuck Bass a Dan Humphrey)
  • Adesso che sesso e bugie sono state catturate su videotape, il documentario di Vanessa è appena diventata la nuova uscita più attesa dell'anno. (Gossip Girl)
  • Chi l'avrebbe mai detto che B e C fossero simili mecenati! Chiamatela filantropia o corruzione, ma a quanto pare tutti hanno un prezzo. (Gossip Girl)

Episodio 13, La sottile linea tra Chuck e Nate[modifica]

  • Sei una Waldorf, ricordi? Non è la gente a dirti chi sei, sei tu a dirlo a loro. Resta e combatti. Io combatterò con te. (Serena van der Woodsen a Blair Waldorf)

Episodio 16, Tutto su mio fratello[modifica]

  • Chi dice che i soldi non fanno la felicità non sa dove fare shopping! (Blair Waldorf alle Perfide)
  • La verità viene sempre a galla, è una delle regole fondamentali del tempo. E, quando viene a galla, può renderti libero o annullare del tutto quello per cui hai lottato. Un altro modo in cui la verità viene fuori è quando lo fa del tutto spontaneamente. Oppure quando, senza dire una parola, tutto è forte e chiaro. Ma la cosa peggiore che la verità possa fare è non renderti libero dopo averla detta, ma incatenarti per sempre. (Gossip Girl)

Episodio 17, Ragazze sull'orlo di una crisi di nervi[modifica]

Frasi[modifica]

  • Avvistati: Blair e Chuck riuniti per difendere l'onore di Serena. Con amici così, chi ha bisogno di un esercito? (Gossip Girl)
  • Se fossi in te, Serena, mi preoccuperei: nella città che non dorme mai, tante cose possono succedere in una notte. Sogni d'oro, Serena. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Nate: Nessuno di noi è un santo.
    Blair: Io ho fatto sesso con lui [Chuck] sul sedile di una limu.
    Chuck: Parecchie volte.
    Nate: Io ho fatto sesso con te [Serena] a un matrimonio mentre stavo con lei [Blair]. [Rivolto a Chuck] Una volta.
    Chuck: Io sono Chuck Bass.
  • Blair: E se ti dicessi che so dov'è Georgina Sparks adesso?
    Chuck: Direi becchiamo quella stronza!
  • Serena: Sto cercando Dan e Georgina.
    Chuck: Sei sfortunata, è andata via.
    Serena: E Dan?
    Chuck: Sono sfortunato, è ancora in giro.

Episodio 18, Molto terrore per nulla[modifica]

  • Non te l'hanno detto? Sono io la stronza da queste parti. (Blair Waldorf a Georgina Sparks)
  • Carissimi fratelli, siamo qui riuniti di fronte a tutti voi per vedere quest'uomo e questa donna che si accingono ad incasinare tutto. Scusate se tiro fuori un fazzoletto e lo passo a D e a S. A quanto pare, non sono l'unica che piange ai matrimoni. (Gossip Girl)
  • Mio padre è uno che insegue sempre quello che vuole, e Lily van der Woodsen non è stata un'eccezione. Come tipico dei Bass, il suo inseguimento è stato diretto e qualche volta tutt'altro che morbido. Quello che ho imparato da mio padre mentre corteggiava Lily è l'importanza di essere perseveranti, e che, di fronte al vero amore, non ci si arrende, anche quando l'oggetto delle tue attenzioni ti supplica di farlo. E una cosa che ho imparato da Lily è che è importante perdonare. Ha dato a mio padre una seconda possibilità e allo stesso tempo ho visto lui diventare un uomo che meritava di essere perdonato, e un giorno spero di essere fortunato anch'io e trovare qualcuno che faccia lo stesso per me. (Chuck Bass)

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, Estate, un meraviglioso batticuore[modifica]

Frasi[modifica]

  • Contrariamente a tutto il resto, sesso, bugie e scandali non vanno mai in vacanza; invece, prendono la superstrada di Long Island e vanno a est, verso gli Hamptons. L'estate è la stagione in cui hanno più da fare. Una versione estiva di Park Avenue, con piscine e campi da tennis. Cambiano i giocatori, ma la partita è sempre la stessa. (Gossip Girl)
  • Avvistato. Chuck Bass che aspetta il pullman, una dozzina di rose in una mano e il cuore nell'altra. Sapete come si dice: è bello tornare a casa da un uomo, ancora meglio tornare a casa con un uomo. Perfido il karma, almeno quanto Blair Waldorf. (Gossip Girl)
  • Non sapevo che i robot fossero gelosi. Hai aggiornato il software mentre ero via? (Blair Waldorf a Chuck Bass)
  • A volte, gli astri si allineano affinché due vecchi amici si ritrovino, ma a volte si allineano affinché due vecchie fiamme brucino completamente. (Gossip Girl)
  • Dicono che gli amori estivi siano passeggeri, ma a volte quello che comincia come un flirt può diventare una cosa seria. Una passeggiata sulla spiaggia può essere quello che ci serve per chiarirci le idee, aprire il cuore e scrivere un nuovo finale per una vecchia storia. Ci sono quelli che restano scottati dalla passione, che vogliono dimenticare e ricominciare, mentre altri vogliono solo che ogni attimo duri per sempre. Ma tutti sono d'accordo su una cosa: l'abbronzatura svanisce, le luci si spengono e ci stanchiamo della sabbia nelle scarpe. La fine dell'estate è l'inizio di una nuova stagione, perciò ci ritroviamo a guardare al futuro. Ancora non avete visto niente. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Serena: Certe volte ancora mi manca Dan. Più di certe volte. Continuamente.
    Blair: L'unica cosa più stupida di stare con Dan Humphrey, è rimpiangere Dan Humphrey.

Episodio 2, Mai stata accusata[modifica]

  • Si capisce che è amore quando parli come un assassino. (Nate Archibald a Chuck Bass)

Episodio 3, La notte oscura[modifica]

  • L'amore potrà anche svanire con le stagioni, ma certe amicizie durano tutto l'anno, come la nostra. Sapete di amarmi. (Gossip Girl)

Episodio 4, Ex-files[modifica]

  • Cerca vendetta su Google e ottieni blairwaldorf.com. (Dan Humphrey a Vanessa Abrams)

Episodio 5, Serena sorge ancora[modifica]

  • Se c'è una cosa che ho imparato è che i pettegolezzi non esisterebbero senza i segreti. Forse hai il coraggio di svelare il tuo segreto, ma poi questo ti si ritorce contro, o il segreto di qualcun altro potrebbe colpirti in modo imprevisto. Ci sono segreti che sei felice di tenere per te; altri salgono in superficie solo per essere sepolti più in profondità. Ma i segreti più influenti sono le verità che pensavi di non poter mai rivelare, che una volta pronunciate avrebbero cambiato tutto... Ma non temere, B: le stelle più splendenti bruciano prima, o meglio, è quello che si dice. (Gossip Girl)

Episodio 6, Il nuovo paradiso può attendere[modifica]

  • Bene alzati, uccellini mattinieri, sono Gossip Girl. Tutti noi facciamo dei sogni, alcuni belli, alcuni brutti, alcuni divertenti e alcuni freudiani. E alcuni sono i sogni che abbiamo da tutta una vita. (Gossip Girl)
  • Sogni. Tutti quanti ne fanno. Alcuni belli, alcuni brutti, alcuni proprio da dimenticare. A volte ci si rende conto che sono sogni di altri tempi. A volte sembra che si stiano finalmente realizzando. E alcune persone hanno solo incubi. Ma qualunque sia il vostro sogno, quando arriva il mattino la realtà affiora e il sogno scivola via piano piano. Sognate un po' anche me. (Gossip Girl)

Episodio 7, Chuck nella vita reale[modifica]

  • Non c'è niente come l'autunno a New York: non sono solo le foglie a cambiare, qualcosa nell'aria porta alla luce i veri colori di ognuno. (Gossip Girl)
  • Io ti ho dato la caccia anche troppo, è ora che tu dia la caccia a me. (Chuck Bass a Blair Waldorf)

Episodio 8, Dillo con parole tue[modifica]

Frasi[modifica]

  • Avvistata. La bella dell'Upper East Side che lancia il guanto della sfida alla sua bestia preferita. Ma attenta, principessa, ci vorrà molto più di una gamba per farti bramare da questo principe. (Gossip Girl)
  • A volte, la cosa più importante da capire è quando alzare i tacchi e quando abbassare la testa. (Gossip Girl)
  • Nella vita reale, il principe se ne va con la principessa sbagliata. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: Sei qui per gioire?
    Chuck: Per che cosa?
    Blair: Be', hai vinto! Stappa lo champagne.
    Chuck: Non ho vinto.
    Blair: Perché a me sembra di aver perso?
    Chuck: Il motivo per cui non riusciamo a dirci quelle parole non è perché non siano vere.
    Blair: Allora perché?
    Chuck: Penso che entrambi sappiamo che, nel momento in cui lo faremo, non sarà l'inizio di qualcosa, sarà la fine. Riflettici! Chuck e Blair che vanno al cinema? Chuck e Blair che si tengono per mano?
    Blair: Non dobbiamo fare per forza queste cose, possiamo fare quello che ci va.
    Chuck: È questo che ci piace.
    Blair: Il gioco.
    Chuck: Senza non sono sicuro di quanto dureremmo. Sarebbe solo questione di tempo prima di rovinare tutto. Io preferirei aspettare. Poi, magari, in futuro...
    Blair: Immagino che ci sia del piacere lancinante in tutto questo.

Episodio 11, I meravigliosi Archibald[modifica]

  • Dato che la festa sta per finire, vorrei fare un momento la lista delle cose per cui sono grata. Sono grata perché, per quanto le cose possano andare male, le vecchie amicizie si riaccendono sempre. Sono grata per le nuove relazioni che ci aiutano a capire quanto c'eravamo allontanati da noi stessi, e quanto ci avvicina il fatto di essere noi stessi. E sono grata perché, qualunque cosa accada, si può sempre tornare a casa: che sia casa tua, o no. Ma la cosa per cui sono più grata? Persino nel giorno in cui si perdona di più, le persone possono fare qualcosa di imperdonabile. Firmato, timbrato e consegnato. Sempre vostra. (Gossip Girl)

Episodio 13, Amori in corso[modifica]

  • Quando si seppellisce una persona, si seppelliscono anche i suoi segreti. Ma nell'Upper East Side, i morti possono continuare a parlare. (Gossip Girl)
  • Non abbiamo nulla quando veniamo al mondo e nulla ci portiamo via lasciandolo, ma lasciamo un gran disordine a chi rimane... (Gossip Girl)
  • La verità è che bisogna essere masochisti per amare un tale narcisista. (Blair Waldorf a Cyrus Rose su Chuck Bass)
  • Pare che Chuck Bass non sia il solo ad aver perso qualcuno che amava questa settimana. Le nostre più sincere condoglianze, signorina Waldorf. (Gossip Girl)

Episodio 14, Nel regno dei Bass[modifica]

  • Incredibile, il nuovo anno è appena iniziato e già cominciano i segreti. Come andrà a finire questa volta? Nell'anno nuovo non conta ciò che è successo, ma ciò che succederà. Ma il passato è sempre con noi, che aspetta di mescolarsi con il presente e, quando lo farà, io ci sarò. (Gossip Girl)

Episodio 16, L'ammissione a Yale[modifica]

  • Vero amore, tradimento... vendetta e ancora vendetta. Un'eroina con uno scopo impossibile! Se solo Mozart fosse vissuto nell'Upper East Side. Puoi tenerti il tuo flauto magico, Amadeus, questa regina vuole solo un biglietto dorato per Yale. (Gossip Girl)
  • A volte una fine ci mette molto ad arrivare, ma quando accade è quasi troppo facile da ignorare. Alcuni inizi cominciano talmente piano che non ti rendi conto che stanno avvenendo. Ma spesso la fine arriva quando meno te lo aspetti e quello che annuncia è più oscuro di quanto si immagini. Non tutti gli inizi sono motivo di festeggiamento; anche molte cose brutte hanno un inizio: i litigi, l'influenza e la peggiore di tutte... la guerra. L'inizio di un inizio.

Episodio 17, Conoscenza carnale[modifica]

  • Questa è la Constance. Non lo capite? Se Mary Poppins viene qui a dirci quello che dobbiamo fare, allora tutto quello per cui abbiamo lottato in questi anni andrà sprecato! Non è per Yale, è per la nostra eredità! Quello che facciamo qui oggi riecheggerà in eterno. Chi è con me? (Blair Waldorf alle Perfide)
  • A volte, l'unica cosa che resta da fare è stringersi tra le braccia un'ultima volta e poi lasciarsi. (Gossip Girl)

Episodio 20, Quel che resta di J.[modifica]

  • Errori, ne facciamo tutti. Spesso li commettiamo in buona fede, teniamo un segreto per proteggere qualcuno. O non accettiamo di non essere più la persona di una volta. A volte non capiamo quali errori ci abbiano resi le persone che siamo, o lo capiamo appena in tempo per sistemare le cose. Ma ogni errore è commesso per un motivo, per insegnarci una lezione che altrimenti non impareremo mai, e speriamo di non ripetere mai più quell'errore. Ma, fortunatamente per me, continuiamo a sbagliare. (Gossip Girl)

Episodio 24, Ragazze della Valley[modifica]

  • Le spalline potranno anche passare di moda, ma una migliore amica è per sempre. Perché, anche quando non sai dove stai andando, aiuta a sapere che non ci stai andando da sola. Nessuno ha tutte le risposte e a volte la cosa migliore da fare è semplicemente chiedere scusa e lasciare che il passato rimanga il passato. Altre volte, dobbiamo guardare al futuro e sapere che, anche quando crediamo di averle viste tutte, la vita può ancora sorprenderci e possiamo ancora sorprendere noi stessi. (Gossip Girl)

Episodio 25, Arrivederci Gossip Girl[modifica]

Frasi[modifica]

  • Non così in fretta, non vi diplomerete finché anch'io non avrò dato i miei diplomi. Ma i miei sono etichette e le etichette si incollano. Nate Archibald: sgualdrino di lusso. Dan Humphrey: talpa perfetta. Chuck Bass: codardo. Blair Waldorf: debole. Quanto a Serena van der Woodsen, dopo oggi sei ufficialmente insignificante. (Gossip Girl)
  • Anna Bolena pensava con il cuore e fu decapitata, così sua figlia Elisabetta decise di non sposare mai un uomo e sposò il suo paese. Dimentica i ragazzi e tieni gli occhi sul premio, Jenny Humphrey. Non puoi obbligare la gente ad amarti, ma puoi fare in modo che ti tema. Per quello che vale, tu sei la mia regina. Io scelgo te. (Blair Waldorf a Jenny Humphrey)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: È successo e basta.
    Chuck: Lasciami in pace.
    Blair: Non sei arrabbiato con me per questo e io non sono arrabbiata con te per Vanessa.
    Chuck: Smettila di dirmi quello che provo.
    Blair: Stiamo facendo quello che facciamo sempre, trovare delle scuse, ma ora non voglio più farlo. So che hai detto a Serena che mi ami.
    Chuck: Serena ha capito male.
    Blair: L'anno scorso l'hai detto a Nate e quest'anno a Serena. Lo dici a tutti tranne a me. Perché non riesci a dirmelo? Gossip Girl dice che sei un codardo.
    Chuck: Non è vero e tu lo sai.
    Blair: Può avere ragione su di te quanto vuole, ma non le permetterò di avere ragione su di me. Non sarò più debole. Non puoi scappare, devi restare e ascoltare questa volta: Chuck Bass, io ti amo. Ti amo così tanto che mi consuma. Ti amo e so che anche tu mi ami. Dimmi che mi ami e tutto quello che abbiamo fatto, tutti i gossip, le bugie e il dolore, non saranno stati vani. Ti prego, dimmi che non sono stati vani.
    Chuck: Forse era così, ma ora tutto è cambiato.
  • Blair: Perché non sei in Europa?
    Chuck: Sono andato a Parigi solo per prenderti i tuoi amaretti preferiti da Pierre Hermé.
    Blair: E in Germania?
    Chuck: Per prendere le tue calze preferite da Falke, sai quanto le adoro.
    Blair: Che cosa ci fai qui allora?
    Chuck: Avevi ragione, sono stato un codardo a scappare di nuovo, ma dovunque andassi tu eri sempre con me. Dovevo tornare.
    Blair: Io vorrei crederti, ma non posso. Mi hai ferita troppe volte.
    Chuck: Puoi credermi questa volta.
    Blair: Tutto qui?
    Chuck: Ti amo anch'io.
    Blair: Ma puoi dirlo due volte? No, sono seria.
    Chuck: Ti amo, ti amo e sono tre. Ti amo, ti amo, ti amo.

Stagione 3[modifica]

Episodio 1, Inversione di fortuna[modifica]

  • Crescere significa una sola cosa: indipendenza. La vogliamo tutti. A volte usiamo gli altri pur di ottenere la nostra. Qualche volta la troviamo l'uno nell'altro. Altre volte la nostra indipendenza ci costa qualcos'altro e il prezzo può essere alto. Perché più spesso di quanto pensiamo, per ottenere la nostra indipendenza dobbiamo lottare. Mai rinunciare, mai arrendersi. (Gossip Girl)

Episodio 2, La matricola[modifica]

  • C'era una volta in un paese lontano una regina incontrastata. Ora poverina è solo una gran sfigata. (Georgina Sparks a Blair Waldorf)

Episodio 3, Il ragazzo perduto[modifica]

  • Chi non ha una Georgina nell'armadio? (Serena van der Woodsen a Dan Humphrey)

Episodio 4, Una star all'università[modifica]

  • Io sono Chuck Bass e ti ho detto che ti amo. Stai dicendo che sono più facile da conquistare di un mucchio di pseudointellettuali depressi che hanno nostalgia di casa? Questo mi offende, tesoro. (Chuck Bass a Blair Waldorf)
  • Sapete quello che penso? Andiamo al cinema perché vogliamo vedere le favole. Una regina addormentata svegliata dal bacio del suo vero amore. Una principessa che mette da parte i suoi gioielli per farsi strada a modo suo. Amanti separati che tornano insieme. Purtroppo la vita non è una favola. E il lieto fine è più unico che raro. Nella vita reale, la regina diventa una tiranna. Incita i suoi sudditi alla guerra. Ecco perché abbiamo bisogno dei film. Per ricordarci che, nonostante tutto, l'amore può sempre sbocciare nei posti più improbabili. E che, qualche volta, anche le favole possono diventare realtà. (Gossip Girl)

Episodio 6, Eva contro Eva[modifica]

  • Quando si tratta della famiglia, in fondo al cuore rimaniamo sempre dei bambini. Non importa quanto diventiamo grandi, avremo sempre bisogno di un luogo da poter chiamare casa, perché, senza le persone che amiamo di più, non possiamo fare altro che sentirci soli al mondo. (Gossip Girl)

Episodio 7, Come diventare un perfetto Bass[modifica]

  • Come tutte le cose belle, la notte delle streghe deve finire. La nostra vera natura è rivelata. Gli scherzetti si trasformano in dolcetti, e togliere la maschera può essere divertente quanto indossarla. Tutto torna come prima, tranne per le bambine che dimenticano che Halloween dura una sola notte. Hanno tenuto addosso la maschera così a lungo che non riescono più a ricordare chi fossero prima d'indossarla. (Gossip Girl)

Episodio 8, Il nonno: parte II[modifica]

  • A volte è difficile vedere i confini che abbiamo tracciato finché non li attraversiamo. Ecco quello che succede quando ci affidiamo alle persone che amiamo per tirarci su e perché ci diano qualcosa a cui aggrapparci. Poi ci sono dei confini tracciati in modo netto e, se osi oltrepassare quelli, potresti non riuscire più a tornare indietro. (Gossip Girl)

Episodio 10, Triangoli amorosi[modifica]

  • A volte, solo dopo che hai calato il sipario si fanno i conti con se stessi, cercando di capire chi vorremmo essere o chi invece potremmo essere, o chi vogliamo veramente. (Gossip Girl)

Episodio 11, Verità svelate[modifica]

  • Un altro Ringraziamento volge al termine. E la cosa per cui sono più grata? La verità. A volte è la verità che non vuoi affrontare o la verità che cambierà la tua vita. A volte è la verità che sarebbe dovuta venire a galla da tempo o la verità che hai pregato non vedesse mai la luce del sole. Alcune verità possono non essere accolte come speravamo, ma restano incise a lungo dopo essere state dette. La verità per cui sono più grata? Quella che non ti aspetti e che ti piove dal cielo. (Gossip Girl)

Episodio 12, Il fantasma di Bart[modifica]

  • Dicono che gli incidenti non esistano. A volte la realtà si abbatte contro di noi, altre volte cala su di noi lentamente, malgrado tutti i nostri sforzi per ignorarla. (Gossip Girl)
  • Sinatra canta "New York, New York è una città infernale". E nell'Upper East Side a volte sembra davvero di stare all'inferno. Anche quando siamo sicuri di aver meritato un bel lieto fine, non sempre possiamo averlo. Qualcuno si tormenta con i ripensamenti. Qualcuno ha una missione segreta da compiere. E solo la Bella Addormentata trova il suo principe. In questa città non c'è niente di certo: la notte può spingerti verso un futuro tenebroso o farti sprofondare in un misterioso passato. (Gossip Girl)

Episodio 13, Il medaglione pieno di dolore[modifica]

  • Con il tempo dovuto, riusciamo tutti a vedere quello che è sempre stato sotto i nostri occhi e capiamo che non importa quanto tempo ci sia voluto, valeva la pena aspettare. Ma per alcuni quel momento non arriva mai: invece di curare vecchie ferite, l'attesa non fa altro che aprirne di nuove. Una volta dopo l'altra. (Gossip Girl)

Episodio 16, L'impero colpisce ancora[modifica]

  • Se sei quello che indossi, è meglio che indossi quello che preferisci. Sono poche le ragazze fortunate che non sbagliano mai. Il loro aspetto? Sempre impeccabile, con gli accessori perfettamente abbinati. Ma la maggior parte delle ragazze si stanca dei vecchi abiti e farebbe qualsiasi cosa per mettersi sulle spalle l'oggetto del desiderio del momento. Poi ci sono quelle prive di personalità: ladre di moda, capaci solo di sfilarti i vestiti di dosso. E ricordatevi sempre che le apparenze possono ingannare. Ma qualsiasi cosa indossiate, vestitevi sempre per lasciare il segno. (Gossip Girl)

Episodio 17, Bass-tardi senza gloria[modifica]

  • Dire a una donna che ti piacciono i suoi vestiti non è mentire, è sopravvivere. (Rufus Humphrey a Dan Humphrey)
  • Attenta B, non dimenticare la tua prima regola in battaglia: diffida dei Bass che portano doni. (Gossip Girl)
  • Quando la battaglia finisce e si depongono le armi, prendono forma nuove strategie. I soldati decidono di combattere per se stessi, vengono strette nuove alleanze, ma ci sono anche delle vittime. In amore e in guerra tutte le armi feriscono, la domanda è: chi sopravviverà per combattere un altro giorno? (Gossip Girl)

Episodio 18, L'insostenibile leggerezza di Blair[modifica]

  • Sei Blair Waldorf, "punizione" è il tuo secondo nome. (Nate Archibald a Blair Waldorf)
  • Non c'è niente che sia troppo orribile da raccontare agli amici. Ricordi? Noi non giudichiamo e perdoniamo tutto. (Nate Archibald a Blair Waldorf)
  • Non ho mai pensato che fosse possibile amare troppo qualcuno, ma forse lo è. (Blair Waldorf a Chuck Bass)
  • Molte persone pensano che sia il cervello a controllare le nostre azioni, ma spesso è il cuore che fa il lavoro maggiore. È capace di farci fare le cose più folli, ma può anche spingerci a intraprendere nuove avventure. Perché, quando apriamo il nostro cuore, possiamo esplorare un mondo d'amore e essere piacevolmente sorpresi da coloro che fanno già parte della nostra vita. Ma sfortunatamente i nostri cuori sono molto sensibili, e quando si spezzano tutto quanto intorno a noi va in frantumi. Eclissi totale del cuore. (Gossip Girl)

Episodio 19, Il dottor Strambamore[modifica]

  • Blair: Non ha senso negare il passato. Chuck è parte di me e lo sarà sempre. Solo che fa così male...
    Dorota: In Polonia abbiamo un detto: "l'amore è come una ferita alla testa, ti stordisce, pensi di morire, ma ti riprendi... di solito!".

Episodio 20, Bentornato, papà[modifica]

  • Si dice che siamo tutti legati alla ruota della fortuna. Per nessun'altra cosa è così vero come per le complicate vicende d'amore. E se una coppia si gode la ritrovata felicità, un'altra cola a picco. Ma in alto o in basso che siate, non mettetevi troppo comodi perché l'unica cosa di cui si può essere certi è che la ruota continuerà a girare. (Gossip Girl)
  • Fate attenzione, Humphrey: dicono che sia l'amore a creare una famiglia, ma nell'Upper East Side tutti sanno che è la proprietà immobiliare a crearla. (Gossip Girl)
  • Dicono che i familiari sono coloro che ti accolgono sempre a braccia aperte, ma se invece ti sbattessero la porta in faccia? O ancora peggio, lasciassero prendere il tuo posto a qualcun altro? Che ne dici, Serena, chi è il tuo paparino? (Gossip Girl)

Episodio 21, Ex-mariti e mogli[modifica]

  • Giorno nuovo, stilista nuovo. Che vi stiate preparando per l'amore o per la guerra, ringraziate Dio per le amiche e per la moda. (Gossip Girl)
  • Quando l'albero genealogico cade, tutti abbiamo bisogno di un amico che ci conduca fuori dalla foresta. O al suo interno. Ma attenzione: quando scende l'oscurità, emerge la vera natura e tutto diventa lecito. Fino al mattino. (Gossip Girl)

Episodio 22, Ultimo tango, poi Parigi[modifica]

  • Ciò che semini raccogli. Chi la fa l'aspetti. Non importa quanto corri lontano, non puoi mai scappare davvero. Tutto ti raggiunge alla fine. E quando succede, in genere sono guai. (Gossip Girl)
  • [Tira fuori dalla tasca una scatolina contenente un anello di fidanzamento.] Mi dispiace tanto per il male che ti ho fatto. So che non posso cancellarlo, ma voglio rimediare. Anche se ci volesse il resto della mia vita. Blair, vorresti...? [Viene interrotto da Dan, che gli dà un pugno.] (Chuck Bass a Blair Waldorf)
  • E in un solo istante, tutto cambia. Ci lasciamo il passato alle spalle e ci gettiamo verso l'ignoto, verso il nostro futuro. Partiamo per luoghi lontani in cerca di noi stessi. O cerchiamo di perderci esplorando piaceri più vicini a casa. I problemi cominciano quando ci rifiutiamo di cambiare e rimaniamo aggrappati alle vecchie abitudini. Ma, se rimaniamo troppo aggrappati al passato, il futuro potrebbe non arrivare mai. Finché morte non ci separi. (Gossip Girl)

Stagione 4[modifica]

Episodio 2, Doppia identità[modifica]

  • Si dice che sia facile dimenticare i nostri problemi quando il tempo è bello, ma basta solo un po' di vento freddo per risbatterci la realtà dritta in faccia! Attenta Blair: chi semina vento, raccoglie tempesta! (Gossip Girl)
  • Solo perché sei vestito male non vuol dire che non sei Chuck Bass. (Blair Waldorf a Chuck Bass)
  • Chuck: La tua vita sarebbe più facile se io non tornassi.
    Blair: Questo è vero, ma non sarebbe la mia vita se tu non ci fossi.

Episodio 3, La resa dei conti[modifica]

  • Certe volte basta solo uscire allo scoperto, non importa quali segreti oscuri verranno alla luce. (Gossip Girl)
  • Dopo aver assaggiato il caviale, mi stupisce di come a un uomo possa piacere il pesce gatto. (Blair Waldorf a Serena van der Woodsen su Nate Archibald)
  • Amici o amanti, la convivenza è sempre e comunque un rischio. Ogni volta che cambi le regole, non sai in che modo loro cambieranno te. Decidiamo di rischiare perché il traguardo potrebbe essere meraviglioso, ma la verità è che non sappiamo mai con chi stiamo vivendo o le compagnie che frequentano. Guardatevi le spalle, ragazzi: i guai stanno per arrivare e sono pronti a sconvolgere l'Upper East Side. (Gossip Girl)

Episodio 4, Il tocco di Eva[modifica]

  • All'improvviso, il nostro cinico multimilionario è diventato generoso. Ma che cosa ha causato questa metamorfosi? O dovrei dire chi? Che una fatina francese abbia colpito Chuck con la sua bacchetta magica? O semplicemente stare con un angelo ti fa venir voglia di avere le ali? (Gossip Girl)
  • Serena: Era così facile quando ero a Parigi.
    Blair: No, tu eri facile a Parigi.
  • Nei prestigiosi palazzi dell'élite di Manhattan, a volte le porte che apriamo appartengono a qualcun altro. E a volte facciamo entrare qualcuno, solo per poi lasciarlo fuori al freddo. Infine a volte, malgrado quello che vorremmo, la porta ha semplicemente troppe serrature. (Gossip Girl)

Episodio 6, La tregua[modifica]

  • Ci aggrappiamo al dolore perché è ciò che ci è rimasto. Ma non dobbiamo: possiamo scegliere. (Chuck Bass a Blair Waldorf)

Episodio 7, La guerra dei Roses[modifica]

  • Non devi mai smettere di essere una ragazzina. Devi solo ricordarti di decidere quali scomodi testimoni vuoi avere intorno la prossima volta che ti mostrerai tale. (Eleanor Waldorf a Blair Waldorf)
  • Alla fine di ogni guerra, i guerrieri tornano a casa sperando che quello che hanno visto e fatto non rimanga con loro per sempre. Buddha una volta disse "È meglio conquistare se stessi che vincere mille battaglie". Ma altri guerrieri non riescono a smettere di combattere e pianificano nel buio la prossima guerra. Il vero guerriero, però, è colui che sa che le guerre non finiscono mai, cambiano e basta, e non potrà mai esserci pace finché le armi saranno cariche e ci saranno munizioni in abbondanza. Queste armi possono essere letali. (Gossip Girl)

Episodio 9, Le streghe di Bushwick[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ecco come funziona il destino: quando hai troppe scelte, all'improvviso non te ne resta più nessuna. Il principe delle tenebre finalmente vede la luce ed è allora che si rende conto che non può più averla, e che il tempo dell'amore è arrivato ed è passato. A noi non resta che continuare ad andare avanti. Accettare la scelta non è un nostro problema. Tocca al destino decidere. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: La mia Balenciaga nera sarà perfetta per condannarti in pubblico.
    Chuck: Io amo il pubblico.
    Blair: Io amo la condanna.
    Chuck: Io amo te.
  • Chuck: Io ti amo.
    Blair: Ti amo anch'io. Non pretendo che tu mi aspetti.
    Chuck: Se due sono destinati a stare insieme alla fine si ritroveranno sempre.
    Blair: Lo pensi davvero?
    Chuck: Certo.
    Blair: Anch'io.

Episodio 11, Fuori città[modifica]

  • La capacità di pensare ma non agire è quello che distingue gli uomini dalle bestie. (Ben Donovan a Serena van der Woodsen)

Episodio 15, La serata di una "It-Girl"[modifica]

  • Ehi, che ne dici di passare San Valentino tra amiche? Manicure, dolcetti, massaggi... (Serena van der Woodsen a Blair Waldorf)

Episodio 16, Un amore tutto suo[modifica]

  • Quando finalmente ottieni ciò che vuoi, il problema è che c'è sempre qualcuno che prova a portartelo via. (Gossip Girl)

Episodio 17, L'impero del figlio[modifica]

  • Si dice che scappiamo solo dalle cose che veramente ci spaventano. (Gossip Girl)

Episodio 19, Meschinità in rosa[modifica]

  • È terribile assistere impotenti quando qualcuno arriva e si porta via quello che tu desideri tanto. (Charlie Rhodes)
  • Non puoi dire di conoscere qualcuno finché non hai provato a metterti nei suoi panni. All'inizio forse potresti sentirti un pochino goffo, ma se indossi quei panni da molto tempo potresti scoprire che è bello cambiarli. Ma evitate di sentirvi troppo a vostro agio, ragazzi, perché da un momento all'altro potreste ritrovarvi nudi! (Gossip Girl)

Episodio 20, La principessa e il ranocchio[modifica]

  • Nel regno dell'Upper East Side una bella fanciulla incontrò un giorno una bestia col cuore aperto al nulla. Ma mentre la bestia chiusa in una torre di silenzi finì, la fanciulla trovò un principe a cui dire "oui". Ma da queste parti il lieto fine è spesso assente: se fossi in B, mi guarderei le spalle da un inaspettato fendente. (Gossip Girl)
  • E come in ogni favola di principesse che si rispetti, ad un tratto la regina malvagia appare. Ma in realtà è l'aiutante della regina colei da cui B dovrebbe scappare. (Gossip Girl)
  • Ho bisogno di te. Come mai prima d'ora. (Chuck Bass a Blair Waldorf)
  • Nel regno dell'Upper East Side, quando la notte arrivò, la bella fanciulla dalla bestia scappò. I suoi più cari amici cominciavano il distacco, mentre i nemici già disponevano l'attacco. Sulla sponda opposta del fiume, sotto un bagliore fioco, una misteriosa fanciulla faceva il suo gioco. E con la bestia finalmente sconfitta, quasi ogni favola finisce con una principessa felice e una migliore amica che gioisce. Ma in un regno in cui i veri castelli sono di tutti alla portata, è importante ricordare che, dove tutte le favole finiscono, la nostra è appena iniziata. (Gossip Girl)

Episodio 21, Il vero colpevole[modifica]

  • Si dice che l'amore sia la migliore medicina, a meno che tu non la prenda del tutto! (Gossip Girl)
  • I sogni sono soltanto sogni, o forse no... I sogni sono il luogo in cui la fantasia e la realtà si scontrano. Tutto quello che hai sempre voluto sembra avverarsi, finché non ti rendi conto che è soltanto l'inizio di un incubo. (Gossip Girl)

Episodio 22, ...e vissero felici e contenti?[modifica]

  • Credimi, so come ci si sente quando non riesci a prendere decisioni: ti senti impotente perché non vuoi fare del male a nessuno, ma col risultato che finisci per fare del male a tutti, oltre che a te stessa. (Serena van der Woodsen a Charlie Rhodes)
  • Chuck: Non permettere a nessuno di dirti che non sei potente. Sei la donna più potente che conosca.
    Blair: Dovrò esserlo tanto per allontanarmi da te.
    Chuck: Lo so. Ma devo lasciarti andare. E tu devi fare lo stesso.
  • Dicono che separarsi sia un dolce soffrire, ma non sarebbe bello se almeno una volta non lo fosse? (Gossip Girl)
  • Nella vita i cambiamenti di solito sono segnati da eventi importanti: compleanni, lauree, matrimoni... Ma i cambiamenti più grandi spesso avvengono nei momenti meno eclatanti: quando ci fermiamo a vedere chi siamo, perché ogni volta che vediamo dove siamo arrivati vediamo anche quant'altra strada dobbiamo fare. Per poterci trasformare completamente, dobbiamo liberarci di tutto quello a cui ci aggrappiamo per metterci su un nuovo cammino: quello giusto. Ma se alla fine scopri che la persona che sei diventata non è la persona che volevi essere, puoi sempre fare marcia indietro e riprovarci. E magari la prossima volta non sarai tanto sola quando sarà tutto finito. Troppo tardi per fare marcia indietro. (Gossip Girl)
  • Dovevo fare una scelta e... e ho scelto me. (Serena van der Woodsen)

Stagione 5[modifica]

Episodio 1, Preparativi di nozze[modifica]

Frasi[modifica]

  • I codici postali sono diversi, ma i cretini sono uguali ovunque. (Nate Archibald)
  • Le parole possono ferire, ma non uccidono: è che il dolore che provocano non guarisce mai. Soprattutto se sono parole che non avremmo mai voluto leggere. (Gossip Girl)
  • Spesso per trovare una nuova strada è sufficiente fare una curva stretta e vedere che succede, ma state attenti, a volte potreste trovarvi davanti a un vicolo cieco. (Gossip Girl)
  • Il ragazzo solitario impara che due parole e cinque lettere non servono a niente se nessuno vuole sentirle. (Gossip Girl)
  • Stiamo crescendo. Dobbiamo cominciare ad essere responsabili per noi stessi, invece di esserlo per gli altri. (Chuck Bass)
  • Niente si può nascondere a lungo. E spesso ti ritrovi davanti chi meno ti aspetteresti. In attesa di cambiare tutto per sempre. Che tu lo voglia o no. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Sarta: Già lo sanno?
    Blair: Sanno cosa?
    Sarta: Di quante settimane sei. Io direi... sei settimane. Mi hanno mandato le tue misure.
    Blair: Be', è evidente che non sai leggere o erano sbagliate perché non sono incinta.
    Sarta: A me puoi anche mentire, ma il tuo corpo dirà a tutto il mondo la verità quando ti sposerai.

Episodio 2, La bella e la festa[modifica]

  • Si dice che il sangue sia più forte dell'acqua. Ma è anche più difficile da pulire quando si versa. (Gossip Girl)
  • Nemmeno Blair Waldorf può piegare il DNA al proprio volere. (Dan Humphrey)
  • Magari non sono i legami di sangue che creano una famiglia. Forse sono le persone che conoscono i nostri segreti e ci amano ugualmente, così che possiamo essere finalmente noi stessi. (Gossip Girl)

Episodio 3, Chi è il padre?[modifica]

Frasi[modifica]

  • Dicono che l'unico modo per vincere le tue paure sia affrontare ciò che temi di più. Devi avere il coraggio di credere in te stessa. E rischiare l'eventualità di un fallimento. Ma prova a nasconderti dalle tue paure e rischi di venirne ingoiato per intero. (Gossip Girl)
  • Niente è più noioso dell'eccesso di moralità, Humphrey. (Chuck Bass a Dan Humphrey)
  • Una parte di me voleva tanto che fosse tuo. (Blair Waldorf a Chuck Bass)
  • Se affronti le tue paure la ricompensa può essere generosa, potresti scoprire la vera forza di una relazione o il tuo grado di sopportazione. Il problema è che più cose ottieni e più rischi di perderle. Preparatevi a scoprire di che pasta siete fatti: per sopravvivere nell'Upper East Side è meglio non avere paura. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: Ho bisogno di parlarti.
    Chuck: Pensavo ci fossimo già detti tutto quello che c'era da dire, Blair.
    Blair: Chuck...
    Chuck: Non sarà un altro dei maldestri tentativi di Dan di farmi commuovere...
    Blair: Sono incinta. Di... Louis. Non volevo che lo venissi a sapere da qualcun altro e ti chiedessi se il bambino fosse tuo.
    Chuck: Premuroso da parte tua.
    Blair: Sì, be'... Se conosco abbastanza Chuck Bass, so che la paternità non lo interessa.

Episodio 4, Libro a sorpresa[modifica]

Frasi[modifica]

  • In letteratura possono esserci migliaia di finali diversi: alcuni felici, altri tristi. Alcuni con un colpo di scena. Alcune storie sono solo l'inizio di molto altro. E poi ci sono i finali da favola dove la principessa conquista il suo principe. E finali che ti inducono a fare un'analisi introspettiva della tua vita e del posto che occupi nel mondo. E poi c'è quel finale che avevi previsto a chilometri di distanza, ma che in qualche modo ti coglie lo stesso di sorpresa. Ma non preoccupatevi, amici dell'Upper East Side. Questa storia non è finita. Siamo solo all'inizio di un capitolo nuovo di zecca. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Dan: Perché tu non sei arrabbiato? Il tuo personaggio muore. Accidentalmente, ma non è un finale felice.
    Chuck: Tutto il contrario. Comunque, anche se è finzione, non avrei mai usato una cintura; piuttosto una sciarpa di chartreuse, più morbida.

Episodio 5, Ho bisogno di aiuto[modifica]

  • È questo il problema dello scrivere quello che sai solo tu. Presto anche gli altri lo verranno a sapere. (Gossip Girl)
  • Per quanto possa essere difficile espiare i propri peccati, la ricompensa varrà il sacrificio. Ma la parte più difficile è anche solo ammettere che si sia mai commesso un peccato. Per molte persone è troppo faticoso affrontare i propri crimini e pensano che sia più facile fingere che non siano mai avvenuti. Il problema del nascondere i propri peccati è che ritornano sempre e un giorno, quando qualcuno ha già espiato le proprie trasgressioni del passato, arriva un principe che non può fare a meno di commetterne una per la prima volta. (Gossip Girl)

Episodio 6, Sono il numero nove[modifica]

Frasi[modifica]

  • Chuck: Mi dispiace di aver perso le staffe quando mi hai detto che Louis ha chiesto la tua mano. Mi dispiace non averti aspettata sull'Empire State Building, di aver pensato che fossi di mia proprietà. Mi dispiace... di non averti detto che ti amavo quando sapevo che era così. Ma soprattutto mi dispiace di aver rinunciato a noi: tu non l'hai mai fatto.
    Blair: Grazie. Spero che il non rinunciare alle persone non rappresenti poi la mia rovina.

Dialoghi[modifica]

  • Non preoccuparti, amore, nessuno si farà male. Non troppo. (Blair Waldorf a Louis Grimaldi)
  • Dicono che ogni strada abbia una fine, ma a volte hai la sensazione che la fine somigli all'inizio, anche quando pensi di aver camminato tanto. All'improvviso puoi ritrovarti esattamente al punto di partenza, perché ogni viaggio è pieno di curve e di svolte. E un passo falso potrebbe significare il disastro. Ma non importa come, dovrai rimanere in gara e creare da solo la tua strada. Perché non si può tornare indietro adesso. E a quanto pare questo sarà il viaggio più importante di tutti. (Gossip Girl)

Episodio 7, Sleep No More[modifica]

  • Tutte le maschere alla fine cadono, e insieme a loro anche i guanti. (Gossip Girl)
  • Indossiamo tutti maschere diverse per ragioni diverse. A volte mettiamo la maschera di chi vorremmo essere in realtà, a volte la mettiamo perché non riusciamo ad affrontare quello che c'è sotto o perché è quello che qualcun altro vuole che siamo. E a volte indossiamo una maschera perché speriamo di restare nascosti. Ma il problema dell'indossare una maschera è che possono strapparcela da un momento all'altro. (Gossip Girl)

Episodio 8, Festa di matrimonio[modifica]

  • È molto importante stare attenti a che cosa si dice agli altri perché a volte le tue parole possono tornare a tormentarti. Può succedere a tutti. Persino a me. (Gossip Girl)
  • Mi dispiace, B. Dev'essere difficile tenere la testa fuori dall'acqua quando il tuo principe sta facendo affondare tutti quelli intorno a te. (Gossip Girl)
  • Fedeli lettori, vorrei scusarmi con tutti voi per la terribile ed imbarazzante violazione della sicurezza che si è verificata stasera. In tempi orribili come questi avete molte opzioni: puoi decidere di portarti sull'offensiva e batterti agitando i pugni, o puoi fare i bagagli e ammettere la sconfitta. Oppure puoi decidere di ubriacarti fino all'oblio e sperare che passerà tutto. Qualunque cosa io scelga per riconquistare la vostra fiducia, una cosa è certa: non finisce qui tra di noi. Perché, per quanto possiate combattermi, sapete di amarti. (Gossip Girl)

Episodio 9, Ricatti e segreti[modifica]

Frasi[modifica]

  • Quindi non sono l'unica ad essere disprezzata da tutti. I fan del ragazzo solitario continuano a diminuire, ma i suoi critici aumentano e si moltiplicano. Il mio preferito? @IoodioHumphrey. (Gossip Girl)
  • Se mai vi capitasse di prendere la febbre del sabato sera, l'ultima cosa che vorreste è che qualcuno alzi il riscaldamento. (Gossip Girl)
  • Non scatenavi il mio lato oscuro, Blair. Sei la cosa più luminosa entrata nella mia vita. Ero diventato cupo e disperato soltanto perché avevo paura di perderti. Il tuo amore mi ha tenuto vivo. (Chuck Bass a Blair Waldorf)
  • Se volete giocare col fuoco, attenti a non lasciare fiammiferi in giro che altri possano usare. La disco non è morta davvero, e neanche io. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Chuck: Sono diventato l'uomo che voleva e ora lei ne ha scelto un altro. È troppo tardi.
    Nate: La ami ancora, eh?
    Chuck: Non so immaginarmi senza di lei.

Episodio 10, L'amore vero[modifica]

  • Scuse fatte e problema della sicurezza sistemato, ma dopo due settimane ancora nessuna soffiata. A quanto pare nessuno sa portare rancore come un abitante dell'Upper East Side. E nessuno sa mentire come loro. (Gossip Girl)
  • È arrivato il momento che io accetti che se vuoi veramente qualcosa devi uscire e andartelo a prendere. (Gossip Girl)
  • Attenzione, ragazzi. La mia fine potrebbe semplicemente essere la fine di uno di voi. (Gossip Girl)
  • Dicono che l'amore sia cieco, ma a quanto pare la gelosia ci vede benissimo, fino a Monaco! (Gossip Girl)
  • Amerò il tuo bambino tanto quanto amo te. (Chuck Bass a Blair Waldorf)
  • Camus ha detto che la vita è la somma delle nostre scelte. Fate scelte sagge e la fortuna vi sorriderà. Ma se fate scelte sbagliate non avete idea del prezzo che c'è da pagare. (Gossip Girl)
  • A tutti piace pensare di poter governare la propria vita, ma in verità l'idea di poter controllare il nostro destino è un'illusione. Possiamo sceglierci gli amici più leali, il lavoro dei sogni, l'amore vero, ma alla fine è il destino a decidere per noi. Possiamo solo sperare di avere la forza di cavarcela con le carte che ci dà. (Gossip Girl)

Episodio 11, Fine di una storia?[modifica]

Frasi[modifica]

  • Come puoi dire così? Noi eravamo l'unica cosa importante! (Chuck Bass a Blair Waldorf)
  • Lo sappiamo solo tu, io e Dio, e Dio non spettegola. (Blair Waldorf a Dan Humphrey)
  • Solo perché non staremo insieme, non significa che non ti amerò. (Blair Waldorf a Chuck Bass)
  • Ti prego, Dio. Hai preso il mio bambino. Non farlo anche con Chuck. Se davvero esisti, lascialo vivere. Farò qualsiasi cosa. Prometto che manterrò il mio voto di sposare Louis. E non starò mai più con Chuck. (Blair Waldorf)

Dialoghi[modifica]

  • Louis: Vorrei assumere un investigatore. Devo sapere se la donna che sto per sposare ha per caso un amante.
    Chuck: Be', siamo entrambi qui, quindi con chi altro potrebbe tradirti?
  • Dan: Mi dispiace di non averti detto di Serena e me, ma non volevamo che le famiglie lo sapessero, e tu sei il suo fratellastro.
    Chuck: Anche tu.

Episodio 12, Il padre e la sposa[modifica]

Frasi[modifica]

  • Intrappolata sotto il peso di una falsa accusa, ho pensato molto al tipo di ragazza che voglio essere d'ora in poi. Mi piacerebbe essere il tipo che fa quello che dice che sta per fare. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Nate: C'è una linea sottile tra il sorvegliare e lo stalking.
    Chuck: Sì, l'essere scoperto, ma non intendo farlo.
  • Blair: Perdonami, padre, perché ho peccato. Ho... chiuso le porte dell'ascensore quando ho visto una donna correre per prenderlo.
    Padre Cavalia: Perché l'hai fatto?
    Blair: Ci voleva molto tempo per raggiungere la hall e aveva troppo profumo. P. Diddy l'ha chiamato "Indimenticabile" infatti.
  • Chuck: Blair è stata in una chiesa per mezzora.
    Nate: Ti prego, dimmi che non l'hai seguita fin dentro.
    Chuck: Certo che no, non volevo bruciare la mia copertura o essere dato alle fiamme.
  • Blair: Potrebbe esserci qualche amore che sembra più grande di altri, più complicato o più difficile da dimenticare, ma c'è una ragione per cui non si dimentica.
    Beatrice: Non puoi scegliere chi amare.
    Blair: Ma puoi scegliere come amarlo, però. E ci sono alcune persone che puoi amare solo non stando insieme a loro.

Episodio 13, G.G.[modifica]

Frasi[modifica]

  • C'era una volta la principessa B, una regina vergine, e il suo re si chiamava Archibald. Chi avrebbe mai pensato che dopo solo cinque anni lei avrebbe trasformato quel cerchietto in una vera tiara? Anch'io ne ho fatta di strada, ma se pensate che in questo mio recente periodo di silenzio abbia riflettuto su chi sono e su cosa ho fatto negli stessi cinque anni, lasciate che vi dica che siete molto lontani dalla verità. Ho solo pianificato il mio ritorno. Quindi, se fossi in voi, terrei d'occhio questo spazio perché la nuova Gossip Girl sta arrivando. Quale sarà il mio primo post? Posso solo dirvi che fareste meglio a pregare che non riguardi voi. (Gossip Girl)
  • Dopo che Blair e Louis diranno "lo voglio", Serena e io diremo "noi no" e torneremo solo ad essere amici. (Dan Humphrey a Rufus Humphrey)
  • Il mondo sta andando a rotoli se la persona più onesta che conosciamo è Chuck Bass. (Nate Archibald a Dan Humphrey)
  • Certo che ti amo, Chuck, io ti ho sempre amato. Ti amo sempre più ogni giorno se è possibile amare qualcuno così tanto. (Blair Waldorf a Chuck Bass)
  • Pensi di non poter stare con Chuck per via del patto che hai fatto con Dio, ma... magari il voto è solo una scusa che usi per proteggerti dalla confusione e dall'incertezza di una vita con l'uomo che ami veramente. (Serena van der Woodsen a Blair Waldorf)
  • Non cominciare una vita falsa perché hai paura di affrontarne una reale. (Serena van der Woodsen a Blair Waldorf)
  • I matrimoni sono uno dei più grandi cambiamenti che puoi fare nella vita. Sono un nuovo inizio, il passo successivo nell'evoluzione di una persona. Ma evolvere è una cosa insidiosa. Non puoi cambiare senza cambiare il mondo che ti sta attorno. E non tutti potrebbero vedere la tua trasformazione come la vedi tu. Ma se riesci a sopravvivere e a rinascere davvero, allora magari posso farlo anch'io. Quindi, a cominciare da oggi, il passato sarà solo un prologo. Inizia tutto da qui. Ah, e se vi state chiedendo chi abbia preso il bouquet, non lo dirò mai. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: Non vivere con te è la cosa più difficile che abbia mai fatto, ma almeno io ho qualcuno che mi ama al mio fianco. Anche tu dovresti trovare qualcuno che ti ami.
    Chuck: Ce l'ho. È proprio qui davanti a me.

Episodio 14, Luna di fiele[modifica]

Frasi[modifica]

  • Tutti vogliono che il proprio matrimonio sia perfetto. Ma nell'Upper East Side la perfezione non basta. Anche se certi disastri non possono essere evitati. Ma per quanto possiate pianificare la perfezione, c'è sempre qualche intoppo. (Gossip Girl)
  • Elizabeth Taylor ha divorziato lì [in Repubblica Dominicana] la quarta volta. C'è una specie di scappatoia legale per cui non serve lo sposo. O magari si fanno corrompere. In ogni caso, ci penserò quando sarò lì. (Blair Waldorf)
  • Io non mi faccio insultare da una con la Samsonite. Prestami la carta di credito, vado a comprare un vestito e tu mi fai il biglietto. Tanto fanno credito a quelli di Brooklyn, no? (Blair Waldorf a Dan Humphrey)
  • Ci sono dei segreti che non rivelerò mai. Ma molti segreti sono dell'ottimo materiale da ricatto. È così che vanno le cose nell'Upper East Side. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: L'impiegato dell'hotel mi ha riconosciuta. Hai visto come mi fissava?
    Dan: Dopo che gli hai praticamente detto che la spa fa schifo?

Episodio 15, Cuori infranti[modifica]

  • Attenzione, B: potrai anche cercare di fare Cupido, ma tutte le frecce sono puntate verso di te. (Gossip Girl)
  • Scusa, S: sembra che i tuoi sette minuti in paradiso si siano appena trasformati in sette secondi all'inferno. (Gossip Girl)
  • Vi ho promesso che avrei rivelato un gigantesco segreto oggi e non l'ho fatto. Ma non è proprio questo San Valentino? Speranze infrante, sentimenti feriti, relazioni troncate? È un giorno pieno di cocenti delusioni nel quale è facile approfittare di chi è vulnerabile e solo. Mentre qualcuno continua a languire per un grande amore non corrisposto, altri non possono fare a meno di pensare di essere stati imbrogliati. Sarebbe bello credere che per la maggior parte delle persone San Valentino finisca bene, ma sappiamo tutti che è più probabile ritrovarsi con il cuore infranto. (Gossip Girl)

Episodio 16, Cross Rhodes[modifica]

  • Febbraio è il mese più corto, ma il freddo pungente lo fa sembrare il più lungo. Quelli furbi, come me, scappano verso climi più tropicali, mentre alcuni dei miei amici dell'Upper East Side usano questo periodo per finire il proprio lavoro. Altri si raggomitolano sperando di trovare calore nei loro complotti. E poi ci sono le case in cui dentro sembra che faccia ancora più freddo che fuori. (Gossip Girl)
  • Quando aspettiamo l'arrivo della primavera, cerchiamo disperatamente segnali della fine del rigido inverno. E i segnali sono chiari: un raggio di sole squarcia l'oscurità. Il germoglio di una nuova relazione che sboccia dal terreno ghiacciato. Un improvviso picco della temperatura. Ma non dimenticate, voi dell'Upper East Side: febbraio non è la fine dell'inverno in questa città. Dovete aspettare ancora un po'. Le isole tropicali si sono rivelate noiose e la mancanza di scandali mi rattrista, perciò ho deciso di riscaldare un po' l'atmosfera da lontano. Ho ricevuto un'e-mail dal Ragazzo Solitario che farà ribollire il sangue a Chuck Bass. Ma se pensate che l'inverno sia finito, vi sbagliate. Sicuramente arriverà un'altra ondata di freddo. E purtroppo, alcuni non sopravviveranno all'inverno. Quindi abbandonate il freddo, gente dell'Upper East Side, e venite al calduccio di casa mia. La mia porta è sempre aperta. (Gossip Girl)

Episodio 18, Serata di beneficenza[modifica]

  • La primavera è la stagione della rinascita, il momento di cambiare, il momento di sbocciare. Ma ci sono sempre germogli tardivi. E alcuni germogli vengono strappati prima che possano fiorire. Fioriscono nuovi legami e assumono nuove forme. I vecchi legami, invece, possono essere riconsiderati. Ma alcune cose non cambiano mai: è pur sempre l'Upper East Side, nel caso l'abbiate dimenticato. (Gossip Girl)

Episodio 19, Una nuova It Girl[modifica]

  • A volte lottiamo per qualcosa solo per scoprire, nel momento in cui l'abbiamo ottenuta, che i nostri obiettivi sono cambiati. Per alcuni è troppo tardi: il dado è tratto e il danno è stato fatto. Ma altre volte otteniamo quello che abbiamo sempre desiderato, solo per poi scoprire che non è quello di cui abbiamo bisogno. (Gossip Girl)

Episodio 20, La vera madre[modifica]

  • Anche nell'Upper East Side, le leggi della fisica stabiliscono che quello che sale deve scendere, anche quando ci sembra di essere a un milione di chilometri da terra. Ma quando abbiamo toccato il fondo, speriamo che in un modo o nell'altro la nostra fortuna cambi, che una grande forza le faccia cambiare rotta. (Gossip Girl)
  • Sono una donna che ha vissuto: ho molto da nascondere. (Diana Payne a Serena van der Woodsen)
  • L'Upper East Side è pieno di scommettitori audaci. Alcuni scelgono di scommettere su loro stessi, mentre altri sono felici di scommettere su qualcun altro. Ma la fortuna è una cosa buffa: è facile da accettare quando è dalla tua parte, ma quando non lo è la chiami ingiustizia, la chiami slealtà. Ma ricordate: la regola più importante nel gioco d'azzardo è che vince sempre il banco. (Gossip Girl)

Episodio 21, Cattivissima B[modifica]

  • Ti preoccupi così tanto di quello che la gente pensa di te che ormai non sai più nemmeno chi sei. (Dan Humphrey a Blair Waldorf)

Episodio 22, I predatori dell'arte perduta[modifica]

  • Dicono che nella vita ci siano due versioni di ogni storia, ma nell'Upper East Side ce ne sono sempre tre: quella di lui, quella di lei, ma la più importante è sempre la mia! (Gossip Girl)
  • Quando fai il doppio gioco con una doppiogiochista, i problemi raddoppiano sempre. (Gossip Girl)
  • Ovviamente tutti sanno che nell'Upper East Side niente dura per sempre e, quando si chiude una porta, ce n'è sempre un'altra che si apre. L'unica domanda è: chi ci aspetta dietro la soglia? (Gossip Girl)

Episodio 23, I fuggitivi[modifica]

  • A volte cercare delle risposte porta solo ad altre domande, e a volte è meglio non sapere. Ma il modo migliore per evitare di dover dare una risposta è direttamente evitare la domanda. (Gossip Girl)
  • Dicono che la verità renda liberi, ma alcune verità hanno un prezzo. (Gossip Girl)

Episodio 24, Il ritorno dell'anello[modifica]

Frasi[modifica]

  • Buongiorno, Upper East Side. Siete vestiti bene oggi? Sapete che l'immagine è tutto. Ma sotto quei vestiti e quei sorrisi perfetti, tutti hanno i propri segreti non proprio perfetti. (Gossip Girl)
  • "Questa nuova storia d'amore con Dan è divertente, ma lo stimolo culturale è abbastanza? E se non riuscissi ad amare mai più nessuno come amo Chuck?". Sembra che qualcuno abbia usato il presente, non il passato. Ora sappiamo chi c'è nel cuore di Blair e la domanda è: c'è posto per due? (Gossip Girl)
  • Nessuno sa come fare un gesto romantico meglio di un Bass. (Bart Bass a Chuck Bass)
  • Se fossi forte abbastanza, starei bene senza il bisogno di nessuno. (Blair Waldorf a Eleanor Waldorf)
  • Le industrie Bass hanno bisogno di un uomo al timone. Non di un ragazzo. Non sei mai cresciuto. Puoi cominciare ora. (Bart Bass)
  • Gli emarginati restano fuori dal giro, almeno per ora. (Gossip Girl)
  • Hai lottato per me tutto l'anno. Sono venuta a lottare per te. Hai detto che scommetto contro di te ma, per questa volta, punto tutto. (Blair Waldorf a Chuck Bass)

Dialoghi[modifica]

  • Eleanor: Non riesco a credere quanto tu sia molto più matura di me quando avevo la tua età. Immagino sia per via del divorzio e tutti gli altri errori che hai già commesso.
    Blair: Le cose non diventeranno più facili a breve. È giunta la resa dei conti: Dan contro Chuck.
    Eleanor: Oh. Hai sempre amato Jane Austen.
  • Blair: Mi dispiace.
    Chuck: Non mi serve la tua pietà.
    Blair: Non sono venuta qui per compatirti. Sono qui perché è il momento di essere onesta con te. Ti amo. Sono innamorata di te. Ho cercato di resistere, di scappare, ma non posso e non voglio più farlo, ormai.
    Chuck: E quindi?
    Blair: Ora posso stare con te. Non è quello che vuoi?
    Chuck: Lo era, prima che perdessi tutto.
    Blair: Le industrie Bass non sono tutto. Prenderò le redini della società di mia madre e sarà il nostro futuro.
    Chuck: L'unica ragione per cui la Waldorf Design ha un futuro è perché io ho rinunciato al mio. Mio padre ha ragione: metto sempre te al primo posto e tu scommetti contro di me ogni volta. Adesso non ho niente.
    Blair: Tu hai me.
    Chuck: Non è abbastanza. Mi serve un futuro.
    Blair: Permettimi di farne parte.
    Chuck: Non voglio essere il signor Blair Waldorf. Io sono Chuck Bass.

Stagione 6[modifica]

Episodio 1, Cercasi Serena disperatamente[modifica]

  • Quel che era vecchio torna nuovo, potrebbe essermi rimasto poco tempo, ma certe cose restano per sempre. Le promesse d'amore, le minacce di guerra, e la caduta dei potenti. E solo perché ho visto di tutto, non significa che abbia visto tutto. E devo ammettere che questo non se lo aspettava nessuno. Potreste pensare che i miei giorni migliori siano passati, ma questa vecchia ragazza ha ancora qualche asso nella manica. Restate in ascolto. (Gossip Girl)

Episodio 3, La sfilata dello scandalo[modifica]

  • Dicono che si debba odiare il gioco, non il giocatore. Ma quando sei tu che hai inventato le regole perdere brucia davvero. (Gossip Girl)
  • Tolstoj ha scritto: "Tutte le famiglie felici si somigliano, e invece ogni famiglia infelice è infelice a modo suo". Soprattutto nell'Upper East Side. Alcuni sono troppo felici perché il dolore possa turbarli. Mentre altri scelgono di sputare nel piatto dove mangiano, anche se non sanno bene chi, da quel momento in poi, li nutrirà. Ma sia che la famiglia sia felice oppure che sia infelice, è sempre meglio restare uniti perché certi legami sono semplicemente indistruttibili. (Gossip Girl)

Episodio 4, Il ritratto di Lady Alexander[modifica]

  • Tutti abbiamo qualcosa nel nostro passato che vorremmo cancellare. Ma nell'Upper East Side non è così facile premere il tasto "Cancella": c'è sempre una traccia dei tuoi misfatti da qualche parte, e c'è sempre qualcuno che la sta cercando. Meglio non ignorare il passato, ma invece imparare da esso, altrimenti la storia tende a ripetersi. (Gossip Girl)

Episodio 5, Il ballo delle debuttanti[modifica]

  • Blair: Sei sicuro di voler ancora aspettare?
    Chuck: L'attesa viene premiata, dicono.

Episodio 6, Il paese delle creature selvagge[modifica]

  • Si sa, le rondini annunciano la primavera e il canto degli usignoli può rallegrare una giornata, ma qualsiasi simpatia per i volatili scompare se un'aquila arrabbiata sta scendendo in picchiata su di te. (Gossip Girl)
  • Sono le persone che conosci meglio quelle che puoi ferire di più. (Serena van der Woodsen a Dan Humphrey)

Episodio 7, L'ultima occasione[modifica]

Frasi[modifica]

  • Si dice che nulla ispiri al perdono più della vendetta. (Gossip Girl)
  • A volte la luce è così abbagliante che vedi solo quella. In altre occasioni, le nubi nere ti divorano e sembra che il cielo non possa schiarirsi più. Ma quando il sole splende mentre la pioggia cade, può apparire un arcobaleno dolceamaro. Quindi attenti: proprio quando pensate di andare ballando verso il tramonto, potrebbe colpirvi un lampo inaspettato. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: Da quando le regine si fanno chiamare "don"?
    Sage: A tutti piace la corona, ma se si tratta di potere la mafia di certo batte la monarchia.

Episodio 8, È davvero complicato[modifica]

Frasi[modifica]

  • Il Ringraziamento sarà anche finito, ma ho sentito che tra i nostri abitanti preferiti dell'Upper East Side c'è ancora qualcosa che bolle in pentola, e molto presto tutti cominceranno a scottarsi. Quando ravvivi una vecchia fiamma, a volte finisci per bruciarti e devi ricominciare da zero. Per fortuna le pietanze che si cuociono a fuoco lento sono sempre le più appetitose. Bon appétit. (Gossip Girl)

Dialoghi[modifica]

  • Chuck: Verresti in guerra con me?
    Blair: Temevo che non me l'avresti mai chiesto.

Episodio 9, Non salire su quell'aereo[modifica]

Frasi[modifica]

  • Bart Bass riuscirà ad ingannare l'FBI, ma non sa cosa significa affrontare Blair Waldorf e le sue streghe. (Blair Waldorf a Serena van der Woodsen, Georgina Sparks, Ivy Dickens e Sage Spence)
  • Serena, so di averti ferita. Ma io ti amo ancora. Qualche volta l'ho dimenticato, ho fatto un sacco di errori, ho fatto degli enormi, maledetti errori. Ma non ho mai smesso un istante di amarti. (Dan Humphrey a Serena van der Woodsen)
  • Tu non sei un uomo. Un uomo si assume la responsabilità delle proprie azioni. Un uomo si prende cura della propria famiglia, un uomo non dà soldi a una madre per abbandonare il figlio e dopo non dice a quel figlio che sua madre è morta. Un uomo di sicuro non cerca di uccidere suo figlio! (Chuck Bass a Bart Bass)

Dialoghi[modifica]

  • Blair: Ti prego, dimmi che stai andando a casa a riposarti dopo questa giornata stancante e non a prendere i bagagli per andare all'aeroporto.
    Serena: Mi dispiace, Blair, lo sai che sono una frana con gli addii...
    Blair: Non ci sarà nessun addio, Serena. Lo so che le cose non vanno bene. Ma tu le vedi peggio di quello che sono. Sei stata tu ad insegnarmelo: ricordi il primo anno di liceo, quando ero all'eliporto in partenza per l'Europa dopo lo scandalo della gravidanza e il toto-padre?
    Serena: E non eri neanche incinta.
    [Ridono]
    Blair: Adesso siamo in grado di riderci perché... non mi hai lasciata partire. Mi dicesti che gli scandali passano, sarà lo stesso col racconto di Dan.
    Serena: No, non finché vivo qui. A Los Angeles a nessuno interessa se esco col ragazzo sbagliato, non interessa cosa faccio, ho la possibilità di reinventarmi.
    Blair: Reinventarsi è per le attricette da quattro soldi che vogliono essere te. Lo sai quante amicizie continuano dopo la fine del liceo? Questa è la parte più bella per noi, non puoi partire adesso.
    Serena: Hai detto tu che siamo migliori su territori diversi. Ricordi a Parigi? Rive droite, rive gauche...
    Blair: Allora vai nel West Side e ci vediamo a Central Park e ci sarà luce sufficiente per far brillare tutte e due.
    Serena: Sì, ma continuerei a vivere nella mia ombra. No, devo andare.
    Blair: Ma... non c'è il Sarabeth a Los Angeles... o il Serendipity... o me. Serena, pensaci bene.
    [Serena abbraccia Blair in silenzio e si allontana]

Episodio 10, New York, I Love You XOXO![modifica]

  • L'Upper East Side sembrava uscito dalla penna di Fitzgerald o di Thackeray. Teenager che si comportavano da adulti, adulti che si comportavano da teenager, con i loro segreti, i loro gossip, vivendo nell'opulenza più vera e sfrenata. L'appartenenza a questa cerchia era così riservata che non si poteva comprare: era un diritto di nascita, un diritto di nascita che io non avevo e che l'impegno non poteva garantirmi. Tutto ciò che sapevo di quel mondo lo avevo letto nei libri, da lì venne l'idea: se non ero nato in quel mondo... forse potevo entrarci scrivendo. Avevo ascoltato molto e riuscivo a imitare il linguaggio delle ragazze della Constance, ma ogni scrittore ha bisogno della sua musa ed è stato quando ho visto la foto di Serena col vestito bianco che ho capito di avere per le mani qualcosa che poteva creare una leggenda. E ho lanciato il sito: in poche settimane ho ricevuto dozzine di e-mail da gente dell'Upper East Side, così le ho pubblicate in forma anonima. E poi... ne ho ricevute altre. Presto è diventato contagioso, tutti mandavano pettegolezzi. E quando Serena è tornata dal collegio, ho scritto il primo post su di me: il ragazzo solitario, l'emarginato, il perdente. Forse ero lo zimbello di tutti, ma tutti parlavano di me. (Dan Humphrey)

Altri progetti[modifica]