Grosso guaio a Chinatown

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Grosso guaio a Chinatown

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Big trouble in Little China
Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1986
Genere commedia, azione, fantastico
Regia John Carpenter
Sceneggiatura Gary Goldman, David Z. Weinstein
Interpreti e personaggi

Grosso guaio a Chinatown, film statunitense del 1986 con Kurt Russell, regia di John Carpenter.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Qui è Jack Burton, del Pork-Chop Express, che parla a chiunque sia in ascolto. Come dicevo sempre alla mia ultima moglie, io mi rifiuto di guidare più veloce di quanto possa vedere, e a parte questo è solo questione di riflessi. I consigli del vecchio Pork-Chop Express sono preziosi, specialmente nelle serate buie e tempestose, quando qualche maniaco alto due metri e mezzo e con l'occhio sanguigno vi artiglia il collo e vi pianta l'unica testa che avete contro la parete di un bar chiedendovi se avete pagato il conto... Voi fissate a vostra volta il primitivo negli occhi e ricordatevi quello che il vecchio Jack dice sempre in casi come questi. Domanda: "Jack hai pagato il conto?". "Sì ti ho spedito l'assegno per posta". Ragazzi con questo non voglio dire che sono un uomo di mondo e che la vita per me non ha più segreti, anzi, sono convinto che il nostro pianeta ci riservi ancora molte sorprese e che bisogna essere dei deficienti per credere che in questo universo siamo soli. (Jack Burton)
  • Esplosioni verdi, gente che entra e esce volando, ah non può essere vero, io chiamo la polizia... (Jack Burton)
  • Allora: voi state qui calmi, tenete il fortino, conservate vivo l'amor di patria e se non torniamo per l'alba... chiamate il Presidente! (Jack Burton)
  • Sarà necessario un tempismo al decimo di secondo. (Jack Burton)
  • Aspetta, frena quella spider! (Jack Burton) [Cercando di fermare Lo Pan che si allontana sulla sedia a rotelle]
  • E adesso miei diletti discepoli, è il momento della verità: dello spillo dell'amore. (Lo Pan)
  • È una questione di riflessi. (Jack Burton)
  • I consigli del vecchio Pork Chop Express sono preziosi, specialmente nelle serate buie e tempestose, quando i fulmini lampeggiano, i tuoni rimbombano e la pioggia viene giù in gocce pesanti come piombo. Basta che vi ricordiate quello che fa il vecchio Jack Burton, quando dal cielo arrivano frecce sotto forma di pioggia e i tuoni fanno tremare i pilastri del cielo. Sì, il vecchio Jack Burton guarda il ciclone scatenato proprio nell'occhio e gli dice: "Mena il tuo colpo più duro, amico. Non mi fai paura". (Jack Burton)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Wang Chi: [Dopo aver chiesto in cinese ad uno dei Cheng Sing chi erano i tre che li hanno attaccati] Dice che erano le Bufere, le Tre Bufere!
    Jack Burton: In tre hanno fatto quel casino?
  • Jack Burton: E io chi sono qui? Un cretino di passaggio?
    Gracie Law: Infatti!
  • Eddie Lee: L'importante è far fuori le guardie.
    Jack Burton: Ci proverò.
    Wang Chi: No, è sembrare stupidi!
    Gracie Law: Ci riuscirà!
  • Wang Chi: Sei pronto?
    Jack Burton: Io sono nato pronto!
  • Jack Burton [Indicando la scritta cinese sulla porta]: Che cosa c'è scritto?
    Wang Chi: Siu za mi ho: Inferno dell'olio bollente!
    Jack Burton: Scherzi?!
    Wang Chi: Sì, dice vietato l'ingresso!
  • Jack Burton: Ma dove accidenti siamo capitati!?
    Wang Chi: Nell'inferno dei peccatori a testa in giù!
  • Lo Pan: Dev'essere assolutamente una ragazza eccezionale! Altrimenti avrei cercato inutilmente per più di 2000 anni.
    Jack Burton: No, non ci sono in giro molte ragazze cinesi con gli occhi verdi a quanto mi risulta!
    Lo Pan: No e non ce ne sono mai state!
    Jack Burton: Perciò chi mendica non può scegliere!
    Lo Pan: Ma io posso! Dimmi tutto di Mao-Yin... Qual è la sua provincia d'origine? L'Hu-nan? ...E la madre... E il padre? È necessario che sia un santone. Quindi devo saperlo!
    Jack Burton: Hai una lingua che funziona, chiediglielo tu!
    Lo Pan: Signor Burton, se ha la minima influenza sul suo giovane amico, è bene che la eserciti subito... altrimenti vi faccio scaraventare tutti e due nell'inferno degli scorticati vivi senza pensarci un momento!
    Jack Burton: ...Tu sei pazzo, ecco il tuo problema!
    Wang Chi: No, parla sul serio!
    Lo Pan: ...Il mio problema, è questo luogo. Questo luogo è la mia tomba. Sono sepolto qui! Un bel giovane e grande re e guerriero, imprigionato in questa carcassa vecchia e storpia... E può salvarmi solo una donna. Signor Burton, una donna particolare con gli occhi verdi che può ridarmi l'integrità... E la giovinezza, in modo che io possa governare l'universo da questo sepolcro!
    Wang Chi: Ching-Dai, il dio dell'Oriente!
    Jack Burton: Chi quello, ridotto così?
    Lo Pan: No, non sono io signor Burton! Il tuo amico non capisce niente... Il mio demone... La divinità che devo placare per poter riavere il mio cuore e il mio sangue... Una ragazza dagli occhi verdi, per soddisfare Ching-Dai, una ragazza tanto coraggiosa da affrontare la grande lama e quando l'avrò trovata, la sposerò!
    Wang Chi: No! Mai!
    Lo Pan: Così Ching-Dai sarà appagato e mi toglierà la maledizione.
    Jack Burton: ...E tu potrai divertirti a governare l'universo da questo sepolcro...
    Lo Pan: L'hai detto!!!
    Jack Burton: Se fossi in te prima passerei un momento da uno psichiatra!
    Wang Chi: Jack, la pianti per favore?
    Jack Burton: ...Jack un corno!!! Vuoi che creda a queste stronzate? In 2000 anni non ha trovato una puttana qualunque che lo soddisfacesse? ...Andiamo David... vuol dire che hai qualche difetto molto grave!
    Lo Pan: Non sono io l'unico sta' tranquillo. Ce ne sono tanti come me, non sei d'accordo? He! Tu ad esempio: hai l'aria di conoscere bene le difficoltà che si creano fra un uomo e una donna... L'intesa perfetta è molto rara. E nonostante questo, ci riproviamo sempre... Poveri idioti!
  • Margo: Riuscirai a liberarci?
    Jack Burton: Non ne ho la minima idea.
  • Wang Chi: L'uomo coraggioso ama sentirsi la natura sulla pelle.
    Jack Burton: ...Sì, e l'uomo saggio ama usare l'ombrello quando piove!
  • Jack Burton: Ma questa non è acqua...
    Egg Shen: È il sangue nero della terra.
    Jack Burton: E cioè il petrolio?
    Egg Shen: No, sangue nero della terra!
  • Egg Shen [Dopo aver causato un'esplosione nella tana di un mostro sotterraneo]: Ora non uscirà mai più!
    Jack Burton [Terrorizzato stringendo la pistola automatica urlando]: Cosa?!? Eh? Cosa non uscirà mai più?
    Egg Shen: Andiamo!
    Jack Burton: Orco mondo...
  • Jack Burton: Cos'hai in quella fiaschetta, un filtro magico?
    Egg Shen: Sì
    Jack Burton: Lo dicevo io! E che dobbiamo farci? Berlo?
    Egg Shen: Sì.
    Jack Burton: Ecco! Lo dicevo io!
  • Egg Shen: Poi c'è... Il sacchetto dei sei demoni!
    Jack Burton: Oh, magnifico, il "sacchetto dei sei demoni", sensazionale... Che c'è dentro?
    Egg Shen: Vento, Fuoco, e altre cosette del genere!
  • Wang Chi: Brindiamo agli eserciti e alle battaglie che essi hanno vinto, e che gli eserciti futuri non debbano mai combattere!
    Jack Burton: E che le ali della libertà non perdano mai le piume!
  • Gracie Law: Dove porta questo?
    Jack Burton: Sopra! Agli uffici dei dirigenti e di Lo-Pan! Ci fa caldo lassù... spogliati!
    Gracie Law: Avrai una pistola spero?
    Jack Burton: Ho il coltello!
    Gracie Law: Il coltello? Ma quello è alto 3 metri e mezzo!
    Jack Burton: 2 metri! Calma ho la situazione in pugno. Ho bevuto un filtro... Vedo quello che nessuno può vedere... Ma perché sei vestita così?
  • Jack Burton: Aah, lo sai cosa dice il vecchio Jack Burton, in situazioni come questa?
    Tuono: Chi?!
    Jack Burton: Jack Burton, qui presente. Il vecchio Jack dice sempre... Basta adesso.

Altri progetti[modifica]