Henry Kuttner

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Henry Kuttner (1915 – 1958), scrittore statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

Assalonne[1][modifica]

Era il tramonto quando Joel Locke tornò a casa dall'università, dove era titolare della cattedra di psiconamica. Entrò silenziosamente in casa da una porta laterale e rimase in ascolto. Era sulla quarantina, alto, con una bocca dalle labbra sottili e sardoniche e occhi grigi e freddi. Il ronzio del precipitron gli disse che Abigail Schuler, la governante, era alle prese con le faccende domestiche. Locke fece un sorrisetto e andò verso il muro, dove, al suo avvicinarsi, si aprì un pannello.
Il piccolo ascensore lo portò silenziosamente di sopra.

L'altra realtà[modifica]

La maniglia della porta aprì un occhio azzurro e lo fissò. Cameron si bloccò. Non toccò la maniglia. Ritrasse la mano e rimase immobile, a fissarla.
Non accadde nulla, quindi Cameron si spostò da un lato. La pupilla nera dell'occhio seguì il suo spostamento. Lo fissò.
Cameron si volse dall'altra parte, e si incamminò lentamente verso una finestra. Mentre si avvicinava, il pannello circolare si illuminò, diventando trasparente. Si piazzò davanti al pannello, con due dita premute sul polso, contando automaticamente le proprie pulsazioni.

L'orrore di Salem[modifica]

Quando Carson notò per la prima volta quei rumo­ri nella sua cantina, li attribuì ai topi. In seguito, co­minciò a sentire le storie che raccontavano i supersti­ziosi operai polacchi di Derby Street a proposito della prima abitante dell'antica casa, Abigail Prinn.
Nessuno ormai ricordava più la vecchia strega dia­bolica, ma le leggende morbose, che allignano nel «di­stretto delle streghe» di Salem come erbacce rigogliose su una tomba abbandonata, offrivano particolari sconvolgenti sulle sue attività.

Note[modifica]

  1. Nella Bibbia, Assalonne era uno dei figli di David, re d'Israele, che cospirò contro il proprio padre per ottenere il regno.

Bibliografia[modifica]

  • Henry Kuttner, Assalonne, traduzione di Stefano Pellegrini, in "Hallucination Orbit. La psicologia nella fantascienza", Editori Riuniti, 1985.
  • Henry Kuttner, L'altra realtà, traduzione di Marco Pinna, Mondadori, 1990.
  • Henry Kuttner, L'orrore di Salem, traduzione di Maria Grazia Fiore, Donatella Sant'Elia, Daniela Galdo e Gianni Pilo, ne "Il meglio di Weird Tales. L'orrore di Salem", Fanucci, 1987.

Voci correlate[modifica]

Hallucination Orbit

Altri progetti[modifica]