Henry Stephens Salt

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Henry Stephens Salt (1851 – 1939), attivista e saggista britannico.

  • Le vittime dei carnivori umani sono nutrite, allevate, predestinate sin dall'inizio alla finale macellazione, così che il loro intero modo di vita è programmato a tal fine, è alterato dal suo standard naturale ed esse non sono più nient'altro che carne animata.[1]
  • Non è una richiesta di pietà, ma di giustizia. [...] Occorre coltivare un ampio senso di universale giustizia (non di pietà) verso tutti gli esseri viventi.[2]
  • Se i diritti esistono, e sentimenti e costumi indubbiamente provano che esistono, essi non possono coerentemente essere riconosciuti all'uomo e negati agli animali, giacché lo stesso senso di giustizia si applica in entrambi i casi.[2]
Se si è appurato che i "diritti" esistono [...] essi non possono essere concessi agli uomini e negati agli animali, poiché la giustizia e la compassione si applicano in entrambi i casi.[3]

Citazioni su Henry Stephens Salt[modifica]

  • Sì, certo il suo libro [A Plea for Vegetarianism] sulla disciplina vegetariana, che fu il primo in cui mi imbattei, mi fu di immenso aiuto per consolidare la mia fede nel vegetarianesimo. (Mahatma Gandhi)

Note[modifica]

  1. 1892; citato in Marina Baruffaldi, Manuale del giovane animalista, Mondadori, Milano, 1997, p. 44. ISBN 88-04-43323-X
  2. a b Da Animals' Rights; citato in Franco Baccarini, Bioetica animalista, Edizioni Universitarie Romane, Roma, 2008, p. 33.
  3. Citato in Barbara De Mori, Che cos'è la bioetica animale, Carocci, Roma, 2007, pp. 52-53. ISBN 978-88-430-4079-7

Altri progetti[modifica]