I due marescialli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

I due marescialli

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale I due marescialli
Paese Italia
Anno 1961
Genere commedia drammatica
Regia Sergio Corbucci
Soggetto Totò, Ugo Guerra, Marcello Fondato, Sandro Continenza, Bruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
Sceneggiatura Sandro Continenza, Bruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
Produttore Roma
Attori

I due marescialli, film italiano del 1961 con Totò e Vittorio De Sica, regia di Sergio Corbucci.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ma come, un povero prete può rubare? [...] a che punto è arrivato l'anticlericalismo! (Antonio Capurro)
  • Eppure dicono "l'abito non fa il monaco", non è vero. Io a furia di indossare indegnamente questa gloriosa divisa, marescia', mi sento un po' Carabiniere. E per un ladro, morire da Carabiniere, è una grande soddisfazione! (Antonio Capurro)
  • Immacolata [parlando di Antonio Capurro]: A proposito, Vittorio, lo fucilarono?
    Vittorio Cotone: E chi lo sa? Sparì su quel carro e non se ne seppe più niente.
    Comunque resta il fatto che la divisa compì il miracolo nel trasformare un ladro in un eroe. La divisa capisci? Io sono sicuro, proprio sicuro, che se il povero Capurro fosse riuscito a cavarsela, non avrebbe più fatto il ladro. Oramai era redento, per sempre. Povero Antonio, povero Antonio.
  • [Rincorrendo un Padre Domenicano che gli ha rubato la valigia]
    La valigia! Domenicano? Domenicano? Padre Domenicano? Ma tu sei Capurro! Ti ho riconosciuto! (Vittorio Cotone)
  • Antonio dammi indietro la valigia! Antonio, io ti ho cercato per tanto tempo, volevo dirti... volevo dirti che sei un gran fetente, ecco quello che sei! Un fetente, altro che eroe! (Vittorio Cotone)

Altri progetti[modifica]