Igor Markevitch

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Igor Markevitch

Igor Markevitch (1912 – 1983), compositore e direttore d'orchestra ucraino naturalizzato italiano.

  • Il pubblico di Parigi ha dovuto rinunciare ad ascoltare un concerto di Rostropovitch, perché questi difende Solzhenistsyn e lo invita nella sua dacia. Questo è il toalitarismo, ed è un male di cui il vostro paese deve guarire per godere della libera espressione di se stesso. (dalla lettera a Ekaterina Furtseva, ministro e braccio destro di Krusciov, per la libertà del violoncellista Rostropovitch privato del visto di uscita dall'URSS per tenere alcuni concerti.[1]
  • Io sono cosciente, scrivendovi, di esprmere il sentimento di una moltitudine di uomini, desolati perché voi impedite di amare e di ammirare ciò che di bello si fa da voi. Essi si domandano perché in un paese che può inorgoglirsi di risultati così straordinari si taglino le ali ai migliori. I mediocri sono così potenti nel vostro sistema da ridurre al silenzio coloro che li superano? (dalla lettera a Ekaterina Furtseva, ministro e braccio destro di Krusciov, in difesa degli artisti sovietici[1])

Note[modifica]

  1. a b citato in Fierattualità, La Fiera Letteraria a cura di Giorgio Romano, 14 marzo 1971

Altri progetti[modifica]