Il cavaliere della rosa

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il cavaliere della rosa (Der Rosenkavalier), commedia in tre atti, opera lirica in lingua tedesca di Richard Strauss, su libretto dello scrittore austriaco Hugo von Hofmannsthal. Prima rappresentazione avvenuta a il 26 gennaio 1911 a Dresda.

Incipit[modifica]

L'azione a Vienna, durante i primi anni del Regno di Maria Teresa.

Ottavio: Oh, qual'eri – Oh, qual sei! No, nessuno potrà
mai dirlo!
La Marescialla: Che, forse ciò ti dispiace, Quin-quin? Vuoi tu
che molti lo sappiano?
Ottavio: No, bella, no! Qual delizia il solo a
conoscere la tua bellezza! Chi la immagina?
Nessuno! Tu... tu,.. tu! Che vuol dire
«Tu»? – Che, «Tu ed Io»? Ma che senso ha
mai ciò? Son parole, son parole, non è vero?
Eppure v'è qualcosa, in esse: non so quale
ebrezza, qual delirio, qual desio, quale ardore!..
Ed ecco, la mia mano cerca la tua bella mano;
ed io voglio: bramo te sola; e son io che
muovo a te, cara : ma l'«io» si perde nel «tu»!..
Io sono il tuo fanciullo; ma s'io perdo la testa...
non reggo più in me. E allora? Di': che si fa?

[Il cavaliere della rosa di Richiard Strauss, Commedia in tra atti di Hugo von Hofmannsthal, traduzione ritmica italiana di Ottone Schanzer, Adolph Fürstner, Berlin 1911]

Altri progetti[modifica]