Il padrino - Parte II

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il padrino - Parte II

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

La sceneggiatura originale de Il Padrino - Parte II

Titolo originale The Godfather: Part II
Lingua originale inglese, lingua siciliana
Paese USA
Anno 1974
Genere drammatico, gangster
Regia Francis Ford Coppola
Soggetto Mario Puzo
Sceneggiatura Mario Puzo, Francis Ford Coppola
Produttore Francis Ford Coppola, Fred Roos
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
  • Vincitore di 6 premi Oscar (1975):
    • Miglior film
    • Miglior regia
    • Miglior attore non protagonista (Robert De Niro)
    • Miglior sceneggiatura non originale
    • Miglior colonna sonora
    • Migliori scenografie

Il padrino – Parte II, film statunitense del 1974, secondo della trilogia omonima firmata dal regista Francis Ford Coppola.

Frasi[modifica]

  • Senatore, siamo due facce della stessa ipocrisia. Ma non le permetto di tirare in ballo la mia famiglia. (Michael Corleone)
  • La tua famiglia porta ancora il nome dei Corleone. E tu devi sempre portare rispetto per le cose della famiglia. (Michael Corleone) [Rivolto a Frankie Pentangeli]
  • Quando tentarono di uccidermi, fosti tu a tradirmi. E m'hai spezzato il cuore. (Michael Corleone) [Rivolto al fratello Fredo]
  • Ci faccio un'offerta che lui non può rifiutare, non può. (Vito Corleone) [Riferendosi a Fanucci]
  • Io non penso affatto di dover eliminare tutti Tom, solo i miei nemici, tutto qui. (Michael Corleone)
  • Nella vita una sola cosa è certa, se la storia ci ha insegnato qualcosa, è che si può uccidere chiunque. (Michael Corleone)
  • Gli amici tieniteli stretti... ma i nemici, anche più stretti. (Michael Corleone)
Keep your friends close, but your enemies closer.[1]
  • Per riabilitare il nome della mia Famiglia, nel sincero desiderio che un giorno i miei figli partecipino alla vita del Paese con un nome e un passato senza macchia, mi sono presentato a questa commissione offrendo tutta la collaborazione possibile. Considero un grave disonore essere chiamato qui a dimostrare che non sono un criminale e chiedo di mettere a verbale queste mie dichiarazioni. Ho servito il mio Paese con fedeltà e con onore nella Seconda Guerra Mondiale e fui decorato con la Navy Cross per azioni in difesa del mio Paese. Non sono stato mai processato o arrestato per imputazioni di nessun genere, nessuna prova di me e i legami con associazioni a delinquere, si chiamino esse "mafia" o "cosa nostra" o con qualsivoglia altro nome si chiamino, è stata mai prodotta contro di me. Io non mi sono nascosto invocando il 5° emendamento, benché la legge me ne riconoscesse il diritto; io sfido questa commissione a produrre testimonianze o prove contro di me e quando ciò non avvenga voglio sperare che si avrà la correttezza di riabilitare il mio nome con la stessa pubblicità con la quale è stato tanto diffamato. (Michael Corleone) [Rivolto alla Commissione d'Inchiesta Senatoriale]

Dialoghi[modifica]

  • Frank Pentangeli: Don Corleone, se mi facevi sapere che venivi ca' io preparavo qualche cosa per te.
    Michael Corleone: Perciò non te l'ho fatto sapere.
  • Vito Corleone: Baciamo le mani Don Ciccio. Si benedica.
    Don Ciccio: Benerittu. Come ti chiami?
    Vito Corleone: Mi chiamo Vito Corleone.
    Don Ciccio: Vito Corleone? Ahahah, ti pigghiasti 'u nome ri stu paisi. Tuo padre come si chiama?
    Vito Corleone: Iddu si chiamava Antonio Andolini.
    Don Ciccio: Più forte, non ci sento bbonu. Avvicinati.
    Vito Corleone: Mio padre si chiamava Antonio Andolini... E chistu è pi tia!. [Pianta un coltello nello stomaco di don Ciccio.]
    Don Ciccio: Arrgh! Figghiu 'i bottana!.
  • Kay: La tua attività sta rovinando la nostra famiglia!
    Michael Corleone: Di che stai parlando?!?!
    Kay: Guarda che sta succedendo ai nostri figli!
    Michael Corleone: Che c'entra?! Che c'entra coi nostri figli??!
    Kay: Guarda, guarda che sta succedendo! Ma non pensi al futuro dei tuoi figli, Mike?!
    Michael Corleone: Non voglio sentirti dir questo! [mentre Kay continua ad accusarlo] Non ti permetto di dire questo, non ti permetto di dire questo, non te lo permetto, Capito?! ...E basta!
    Kay: ...Da questo momento..io non riesco a provare più nessuna attrazione per te.
  • Frank Pentangeli: Tom... Dimmi che devo fare!
    Tom Hagen: Frankie, tu... Ti sei sempre interessato alla politica, alla storia... Ricordo come parlavi di Hitler nel '33...
    Frank Pentangeli: Anche ora! Leggo sempre roba di Hitler, ne ho trovato un sacco di libri qua dentro.
    Tom Hagen: Tu stavi sempre intorno ai veterani, quando fantasticavano su come organizzare le famiglie, e copiavano le gerarchie delle legioni di Roma antica: caporegime, soldato... E funzionava!
    Frank Pentangeli: Eh si, funzionava. Erano giorni gloriosi quelli, ci pensi? Proprio come un Impero Romano eravamo! I Corleone formavano una specie di Impero Romano, ehh..
    Tom Hagen: Eh si, tutto passa... Frankie, quando un complotto contro l'Imperatore falliva, una possibilità veniva lasciata ai congiurati.. Perché le famiglie conservassero i loro beni.
    Frank Pentangeli: Eh già! Ma solo per i congiurati grossi, Tom! Per i meschini c'era la confisca, e i loro beni andavano all'Imperatore... A meno che i colpevoli non s'ammazzavano con le mani loro. Allora tutto andava a posto. Loro morivano, e le loro famiglie venivano risparmiate.
    Tom Hagen: Non ti pare accettabile come soluzione?
    Frank Pentangeli: Come no! Appena tornavano a casa, sedevano in un bagno caldo, si bucavano le vene, e... Aspettavano la fine. Qualcuno prima della funzione dava anche una festicciola.
    Tom Hagen: Non preoccuparti di niente, Frankie Pentangeli.
    Frank Pentangeli: Grazie Tom, grazie. [...] Ciao Tom!
    Tom Hagen: Addio, Frankie.

Note[modifica]

  1. Dopo un sondaggio tenuto negli USA nel 2005 dall'American Film Institute, che è andato a comporre l'AFI 100's years... 100 movie quotes, questa citazione è stata inserita al 58° posto nella classifica delle cento battute più celebri della storia del cinema.

Altri progetti[modifica]

Il padrino di Mario Puzo
Saga cinematografica di Francis Ford Coppola: Il padrino · Il padrino - Parte II · Il padrino - Parte III