Il primo cavaliere

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il primo cavaliere

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

First Knight

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1995
Genere fantasy, azione, avventura, guerra
Regia Jerry Zucker
Soggetto Lorne Cameron, David Hoselton, William Nicholson
Sceneggiatura William Nicholson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il primo cavaliere, film statunitense del 1995 con Sean Connery e Richard Gere, regia di Jerry Zucker.

Frasi[modifica]

  • Nel servirci l'un l'altro diveniamo liberi. (frase incisa sulla Tavola Rotonda)
  • Che Dio ci conceda la capacità di riconoscere il giusto, la volontà di sceglierlo e la forza per conservarlo. (preghiera pronunciata da Re Artù all'inizio di ogni seduta della Tavola Rotonda)
  • Un uomo che non teme nulla è un uomo che non ama nulla. E se non amate nulla, quale gioia può esserci nella vostra vita? (Re Artù a Lancillotto, dopo il loro primo incontro)
  • Vi sono leggi che rendono schiavi gli uomini e leggi che li rendono liberi. O riteniamo che essere giusti e buoni e leali sia un principio valido per tutti gli uomini sotto la legge di Dio, o siamo solo un'altra tribù di predoni. (Re Artù a Malagant)
  • C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò. (Re Artù a Malagant)
  • Gli uomini non vogliono la fratellanza. Vogliono un capo. (Malagant a Ginevra)
  • Sacrificare se stessi è molto facile. È dover sacrificare qualcuno che si ama che mette alla prova le nostre convinzioni. (Malagant a Ginevra)
  • Solo gli stolti sognano la sola cosa che non possono avere. Io ho sognato il sogno di voi. È stato un sogno dolce, finché è durato. (Re Artù a Ginevra)
  • Sposa il re, ama l'uomo. (Re Artù a Ginevra)
  • Da fratello a fratello: vostro nella vita e nella morte. (Giuramento dei cavalieri della Tavola Rotonda)
  • Camelot continuerà a vivere. (Re Artù)
  • Non oso baciare una signora così bella. Ho un solo cuore da perdere. (Lancillotto riferendosi a Ginevra)

Altri progetti[modifica]