Il silenzio degli innocenti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il silenzio degli innocenti

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale The Silence of the Lambs
Paese Usa
Anno 1991
Genere thriller
Regia Jonathan Demme
Soggetto Thomas Harris (romanzo)
Sceneggiatura Ted Tally
Attori
Note

Il silenzio degli innocenti, film statunitense del 1991 con Anthony Hopkins e Jodie Foster, regia di Jonathan Demme.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • È un mostro. Uno psicopatico puro. È così raro catturarne uno vivo. Dal punto di vista scientifico, Lecter è il nostro elemento più prezioso. (Dr. Chilton a Clarice)
  • Abbiamo cercato di studiarlo, naturalmente, ma è troppo sofisticato per i testi standard. È lampante, ci odia tutti. Pensa che io sia la sua nemesi. (Dr. Chilton) [Parlando a Clarice di Hannibal]
  • Non si avvicini a quel vetro, non lo tocchi. Non gli passi nulla se non carta soffice, niente matite o penne, niente punte metalliche o attache sulla carta. Usi il porta-vivande scorrevole in ogni caso. Se tenta di passarle qualcosa, non accetti. Sono stato chiaro? (Dr. Chilton) [Parlando a Clarice di Hannibal]
  • Il pomeriggio dell'8 luglio 1981 si lamentò per dei dolori al petto e fu portato in infermeria. Il boccaglio e i legacci gli furono tolti per un'ecografia. Quando l'infermiera si chinò su di lui, le fece esattamente questo [mostra una foto]. I dottori fecero in modo di sistemarle la mandibola nel migliore dei modi e salvarle almeno un occhio... il polso non superò mai gli 85 battiti, anche quando mangiò la lingua della donna. (Dr. Chilton) [Parlando a Clarice di Hannibal]
  • Sento l'odore della tua fica! (Miggs a Clarice)
  • Tu usi Evìan come crema idratante... e qualche volta porti l'Air du Temps... ma non oggi. (Hannibal Lecter a Clarice)
  • Uno che faceva un censimento una volta tentò di interrogarmi: mi mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e un buon Chianti... [rumore di risucchio con i denti stretti] (Hannibal Lecter)
A census taker once tried to test me. I ate his liver with some fava beans and a nice Chianti.[1]
  • Vola di nuovo a scuola ora, piccola Starling. Vola, vola, vola. Vola, vola, vola. (Hannibal Lecter)
  • Mi sono morso il polso, così posso morire. (Miggs)
  • Agente Starling! Torni indietro! Agente Starling! Non avrei permesso che ti accadesse questo. La scortesia per me è una deformità inconcepibile. (Hannibal Lecter a Clarice Starling)
  • Ma ascoltami attentamente: guarda dentro te e il resto di te stessa. Vai a cercare la signorina Moidil, una mia vecchia paziente. M O I D I L. Non credo che Miggs riuscirà a calmarsi, per me non è completamente pazzo. Vai ora! (Hannibal Lecter a Clarice Starling)
  • La riservatezza è la più grande preoccupazione dei miei clienti. (Proprietario del "Dentro il tuo magazzino" )
  • Il dottore della morte ha cucinato le sue vittime e poi le ha servite per cena ai suo amici. (Clarice Starling, leggendo un articolo di giornale del "The Washington Dispatch")
  • Ester Moidil. È un anagramma, vero, dottore? Ester moidil, "il resto di me". "Il resto di me" vuol dire che lei ha affittato quel garage? (Clarice Starling a Lecter)
  • Le tiene in vita per tre giorni. Non sappiamo perché. Non ci sono prove di violenza o maltrattamenti fisici prima della morte. Tutte le mutilazioni che vedi sono successive. Dunque tre giorni, poi le uccide, le scuoia e se ne libera. Ogni corpo è motivo diverso. L'acqua non lascia traccie o impronte di nessun tipo. Questa è Federica Brimell, la prima. Il suo corpo è stato il solo che si è dato la briga di appesantire. Per questo è stata la terza ragazza trovata. (Jack Crawford a Clarice Starling, riferendosi a Jame "Buffalo Bill" Gumb)
  • Coraggiosa Clarice... me lo farai sapere quando quegli agnelli smetteranno di gridare, vero? (Hannibal Lecter rivolto a Clarice Starling)
  • Il desiderio nasce da quello che osserviamo ogni giorno. (Hannibal Lecter)
  • Vorresti scoparmi? Io mi scoperei. Mi scoperei a non finire, proprio a non finire. (Jame "Buffalo Bill" Gumb) [davanti a uno specchio, vestito da donna]
  • Tu non sai cos'è il dolore! (Jame "Buffalo Bill" Gumb)
  • Oh, aspetti! Era una ragazza bella robusta? (Jame "Buffalo Bill" Gumb) [ parlando con Clarice Starling della prima vittima, ma Clarice non sa che ha di fronte a lei l'assassino]
  • Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena stasera. Addio. (Hannibal Lecter) [Parlando a Clarice]

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Jack Crawford: Mi sei rimasta impressa da quando seguivi il mio seminario. Mi mettesti in difficoltà con quel rapporto sui diritti civili negli anni in cui Hoover era il capo della CIA. Ti diedi il massimo.
    Clarice Starling: Quasi il massimo.
  • Dottor Chilton: Crawford è molto astuto a usare lei, non crede?
    Clarice Starling: Che vuol dire, signore?
    Dottor Chilton: Una donna attraente per indurlo ad aprirsi. Non credo che Lecter abbia mai visto una donna da 8 anni a questa parte. Se dovesse essere di suo gusto, eh, si fa per dire.
  • Hannibal Lecter: Buongiorno.
    Clarice Starling: Dottor Lecter, mi chiamo Clarice Starling. Posso parlare con lei?
    Hannibal Lecter: È della squadra di Jack Crawford, vero?
    Clarice Starling: Sì, lo sono.
    Hannibal Lecter: Posso vedere le sue credenziali?
    Clarice Starling: Certo.
    Hannibal Lecter: Più vicino per favore. Più vicino. Questo scade tra una settimana. Non è proprio dell FBI, vero?
    Clarice Starling: Sono ancora in addestramento all'accademia.
    Hannibal Lecter: Jack Crawford ha mandato una recluta per me?
    Clarice Starling: Sì, sono una studentessa. Sono qui per imparare da lei, forse può decidere da sé se sono abbastanza qualificata per farlo o no.
    Hannibal Lecter: La tua è una risposta ingannevole, agente Starling. Siediti, prego. Allora, dimmi. Cosa ha provato a dirti Miggs, il multiplo Miggs, della cella accanto? Ti ha fischiato? Che ti ha detto?
    Clarice Starling: Ha detto: "Sento l'odore della tua fica".
    Hannibal Lecter: Capisco. Strano, io non l'ho sentito... Tu usi Evìan come crema idratante, e qualche volta porti l'Air du Temps... ma non oggi.
    Clarice Starling: Ha fatto lei tutti questi disegni, dottore?
    Hannibal Lecter: Ah. Questo è il Duomo visto dal Belvedere. Conosce Firenze?
    Clarice Starling: Tutti quei dettagli a memoria, signore?
    Hannibal Lecter: La memoria, agente Starling, è quello che ho al posto di una bella vista.
    Clarice Starling: Allora, forse, vorrà comunicarci il suo punto "di vista" su questo questionario...
    Hannibal Lecter: No, no, no, no... Stavi andando così bene... Non eri rimasta insensibile alla gentilezza. Avevi stabilito un clima di fiducia riferendomi quell'imbarazzante verità di Miggs. E ora, questa domanda di cattivo gusto sul tuo questionario... Non si fa così...
    Clarice Starling: Le sto solo chiedendo di dare un occhiata, dottore. O lo fa o non lo fa.
    Hannibal Lecter: Si. Jack Crawford deve avere davvero molto da fare se è costretto ad assumere degli studenti come aiutanti. È occupato a dare la caccia al nuovo arrivato, a Buffalo Bill, quant'è cattivo quel ragazzo... Lo sai perché lo chiamano Buffalo Bill? Spiegamelo per favore. I giornali non lo dicono...
    Clarice Starling: È iniziato con una battutaccia sull'omicida del Kansas City. Qualcuno ha detto: a questo piace squagliare gobbe.
    Hannibal Lecter: Perché pensi che stacchi la pelle, agente Starling? Stupiscimi, con la tua perspicacia.
    Clarice Starling: Lo eccita. Molti assassini recidivi tengono dei trofei delle loro vittime.
    Hannibal Lecter: Io non lo facevo...
    Clarice Starling: No. No, lei se le mangiava le sue...
    Hannibal Lecter: Adesso me lo puoi passare... Umh... Agente Starling, tu pensi di sezionarmi con questo strumento spuntato?
    Clarice Starling: No, io, io pensavo che la sua conoscenza...
    Hannibal Lecter: Sei molto ambiziosa, vero? Sai cosa mi sembri con la tua borsetta pulita e le scarpette a buon prezzo? Mi sembri una campagnola. Un'energica campagnola ripulita con poco gusto. Sei stata nutrita bene e questo ha allungato le tue ossa, ma non ti sei spinta più in là di una generazione rispetto ai rifiuti umani da cui provieni, vero? E quell'accento che hai tentato così disperatamente di perdere, pura Virginia occidentale. Che fa tuo padre? Fa il minatore? Puzza ancora di lampada a petrolio? So come ti hanno scoperto in fretta i ragazzi, tutti quei noiosi, puzzolenti palpeggiamenti sui sedili posteriori delle macchine, mentre tu avevi un solo sogno: andartene via, cercare qualunque cosa ti desse la possibilità di arrivare all'FBI.
    Clarice Starling: ... La sua analisi è chiara. Ma è abbastanza forte da rivolgere su se stesso questa potente intuizione? Che ne dice? Perché non, perché non si guarda dentro e scrive quello che vede? O devo pensare che le fa paura?
    Hannibal Lecter: Uno che faceva un censimento una volta tentò di interrogarmi: mi mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e un buon Chianti... [rumore di risucchio con i denti stretti] Vola di nuovo a scuola ora, piccola Starling. Vola, vola, vola. Vola, vola, vola...
  • Hannibal Lecter: Agente Starling! Torni indietro! Agente Starling! Non avrei permesso che ti accadesse questo. La scortesia per me è una deformità inconcepibile.
    Clarice Starling: Allora faccia questo test per me.
    Hannibal Lecter: No, ma ti renderò felice ugualmente. Ti darò la possibilità di avere la cosa che ami di più.
    Clarice Starling: Quale dottore?
    Hannibal Lecter: Una promozione, naturalmente. Ma ascoltami attentamente: guarda dentro te e il resto di te stessa. Vai a cercare la signorina Moidil, una mia vecchia paziente. M O I D I L. Non credo che Miggs riuscirà a calmarsi, per me non è completamente pazzo. Vai ora!
  • Jack Crawford: Starling?
    Clarice Starling: Signore.
    Jack Crawford: Miggs è morto.
    Clarice Starling: Morto? Come?
    Jack Crawford: L'inserviente l'ha sentito parlottare con Lecter tutto il pomeriggio e piangeva. L'hanno trovato durante il controllo serale. Ha ingoiato la sua lingua... Starling?
    Clarice Starling: Si, sono... sono ancora qui sognore. Solo non so... come sentirmi davanti a tutto ciò
    Jack Crawford: Non devi sentiti in nessun modo. Lecter lo ha fatto per divertirsi... Starling, so che è andata male oggi, ma hai fatto un nome alla fine: Moidil. Nessuna notizia su di lei?
    Clarice Starling: Dunque... Lecter ha alterato o distrutto la maggior parte delle storie dei suoi pazienti prima della cattura, perciò non esiste nessuno che si chiami Moidil. Ma, ho pensato, che il riferimento "dentro te" nascondesse qualcosa di molto vicino a Lecter. Così ho immaginato che poteva riferirsi a Baltimora. Ho guardato nell'elenco telefonico e c'è un locale chiamato "Dentro il tuo magazzino" appena fuori dal centro della sua città...
  • Clarice Starling: Ester Moidil. È un anagramma, vero, dottore? Ester moidil, "il resto di me". "Il resto di me" vuol dire che lei ha affittato quel garage?
    Hannibal Lecter: Il tuo sangue si è fermato...
    Clarice Starling: Come lo... Niente. È solo un graffio. Dottore, di chi è la testa nella bottiglia?
    Hannibal Lecter: Perché non mi chiedi di Buffalo Bill?
    Clarice Starling: Perché? Sa qualcosa su di lui?
    Hannibal Lecter: Potrei se vedessi il rapporto della polizia. Me lo potresti procurare.
    Clarice Starling: Perché non parliamo della signorina Moidil? Lei voleva che trovassi lui.
    Hannibal Lecter: Il suo vero nome è Benjamin Raspail, un mio vecchio paziente. I cui affetti romantici diventarono, diciamo, esotici... Non l'ho ucciso, te lo assicuro. L'ho solo fatto sparire dopo che l'ho trovato quando aveva mancato a tre appuntamenti.
    Clarice Starling: Ma se lei non lo ha ucciso, chi lo ha fatto signore?
    Hannibal Lecter: Chi lo può dire? Meglio così per lui, davvero. La sua terapia non stava approdando a nulla.
    Clarice Starling: Il suo vestito, il trucco... Raspail era un travestito?
    Hannibal Lecter: Nella vita? O no... Un comune maniaco depressivo... Noioso, molto noioso. Ora penso a lui solo come una specie di esperimento. Il primo tentativo di trasformazione di un assassino alle prime armi. Cosa hai provato quando lo hai visto Clarice?
    Clarice Starling: All'inizio ho avuto paura. Poi mi ha divertito.
    Hannibal Lecter: Jack Crawford ti sta aiutando a fare carriera, vero? Evidentemente gli piaci, e anche lui piace a te.
    Clarice Starling: Non c'ho mai pensato.
    Hannibal Lecter: Credi che Jack Crawford ti desideri sessualmente? È vero che è molto più vecchio, ma pensi che se la immagini almeno la scena, i rapporti, fotterti?
    Clarice Starling: ... Non m'interessa, se devo essere sincera questo... è il genere di cose che avrebbe detto Miggs.
    Hannibal Lecter: ... Non più ormai.
  • Clarice Starling: Che è successo ai suoi disegni?
    Hannibal Lecter: Una punizione... per Miggs. Proprio come il programma sul Vangelo. Quando te ne andrai alzeranno il volume. E il dottor Chilton si gode i suoi meschini tormenti.
    Clarice Starling: Che intende per trasformazione dottore?
    Hannibal Lecter: Sono stato in questa stanza per otto anni Clarice. So che non mi faranno mai uscire vivo da qui. Quello che voglio è una vista. Una finestra, da dove vedere un albero. O anche dell'acqua. Voglio essere in un'istituzione federale lontano dal dottor Chilton.
    Clarice Starling: Cosa intende per assassino alle prime armi? Sta dicendo che ha ucciso di nuovo?
    Hannibal Lecter: Ti sto offrendo un profilo psicologico di Buffalo Bills, basato sulle prove del caso. Ti aiuterò a catturarlo Clarice.
    Clarice Starling: Lei sa chi è, non è vero? Mi dica chi ha decapitato il suo paziente dottore.
    Hannibal Lecter: Ogni cosa a suo tempo. Io ho aspettato Clarice. Ma quanto tempo tu e il vecchio Jack saprete aspettare? Il nostro piccolo Bill deve essere già in cerca di un'altra signora speciale...
  • Roden: Agente Starling, le presento il signor Acherontia styx.
    Pilcher: Bizzarro.
    Roden: Più noto ai suoi amici come il lepidottero "testa di morto".
  • Dottor Chilton: Quello che sta facendo, signorina Starling, è venire nel mio ospedale per fare un interrogatorio e per la terza volta rifiutarsi di dividere con me le informazioni.
    Clarice Starling: Signore, le ho detto che è solo un'indagine di routine sul caso Raspail ...
    Dottor Chilton: È un mio paziente. Ho dei diritti.
    Clarice Starling: Questo lo capisco, signore.
    Dottor Chilton: Per l'ultima volta, l'avverto, non sono una specie di secondino, signorina Starling.
    Clarice Starling: Questo è il numero dell'ufficio del procuratore federale. Per favore, o discute di questo con lui o mi fa fare il mio lavoro, chiaro?
  • Clarice Starling: Se il suo profilo ci aiuta a catturare Buffalo Bill in tempo per salvare Catherine Martin... il senatore le promette il trasferimento al DEA Hospital di Oneida Park, New York, con una vista sui boschi che ci sono nelle vicinanze, vale ancora la massima sicurezza naturalmente. Potrebbe avere accesso ai libri in maniera funzionale, la cosa più importante. Una settimana all'anno potrebbe lasciare l'ospedale, e andare qui: Plum Island. Ogni giorno di quella settimana potrebbe passeggiare sulla spiaggia, nuotare nell'oceano per un'ora, tutto questo sempre sotto sorveglianza naturalmente.
    Hannibal Lecter: Si...
    Clarice Starling: Ed ecco qui: una copia del rapporto sul caso Buffalo Bill... una copia dell'offerta del senatore. Questa è un'offerta non negoziabile, definitiva. Se Catherine Martin muore, non ottiene niente.
    Hannibal Lecter: "Centro di ricerce sulle malattie animali di Plum Island". Sembra affascinante...
    Clarice Starling: Questa è solo una parte dell'isola. C'è una spiaggia molto bella laggiù, ci sono i nidi delle rondini di mare, c'è un bel...
    Hannibal Lecter: Rondini di mare... Se ti aiuto Clarice, anche noi faremo un accordo: quid pro quo. Io ti dico delle cose, tu mi dici delle cose. Non però su questo caso, ma solo su di te. Quid pro quo, si o no... Si o no Clarice? La povera piccola Catherine sta aspettando...
    Clarice Starling: Va bene dottore...
    Hannibal Lecter: Qual è il tuo più brutto ricordo da bambina?
    Clarice Starling: La morte di mio padre.
    Hannibal Lecter: Parlamene. E non mentire o me ne accorgerò.
    Clarice Starling: Era un poliziotto. Una notte sorprese due ladri che uscivano dal retro di un drugstore. Gli spararono.
    Hannibal Lecter: Morì subito?
    Clarice Starling: No, era... era molto forte. Resistette più di un mese. Mia madre morì quando ero molto piccola. Così mio padre era diventato tutto per me, ee quando mi lasciò, non avevo niente, solo i miei dieci anni.
    Hannibal Lecter: Sei molto sincera Clarice. Penso che varrebbe la pena di conoscerti a fondo nella vita privata.
    Clarice Starling: Quid pro quo dottore.
    Hannibal Lecter: Allora dimmi della signorina West Virginia. Era una ragazza robusta?
    Clarice Starling: Si.
    Hannibal Lecter: Grande di fianchi? Larga?
    Clarice Starling: Lo erano tutte.
    Hannibal Lecter: Che altro?
    Clarice Starling: Avevo un insetto inserito deliberatamente in gola. Questo non è stato ancora reso pubblico. Non sappiamo che significhi.
    Hannibal Lecter: Era una farfalla?
    Clarice Starling: Si. Un lepidottero. Proprio come quello che abbiamo trovato nella testa di Benjamin Raspail un'ora fa. Perché li mette lì dottore?
    Hannibal Lecter: Il significato del lepidottero è il cambiamento. Il baco in crisalide o pupa. E da lì la sola bellezza. Anche il nostro Billy vuole cambiare.
    Clarice Starling: Nella letteratura non c'è correlazione tra transessualità e violenza. I transessuali sono molto passivi.
    Hannibal Lecter: Ragazza intelligente. Stai marciando talmente bene che lo prenderai, lo capisci?
    Clarice Starling: No, mi dica perché.
    Hannibal Lecter: Dopo l'omicidio di tuo padre sei rimasta orfana, che è successo poi? Non credo che la risposta sia in quelle scarpe di seconda scelta Clarice...
    Clarice Starling: Sono andata a vivere con la cugina di mia madre e suo marito in Montana. Avevano un ranch.
    Hannibal Lecter: Un rach con del bestiame?
    Clarice Starling: Pecore e cavalli.
    Hannibal Lecter: Quanto tempo hai vissuto lì?
    Clarice Starling: Due mesi.
    Hannibal Lecter: Perché così poco?
    Clarice Starling: Sono scappata.
    Hannibal Lecter: Perché Clarice? Il proprietario ha preteso delle attenzioni? Ti ha sodomizzato?
    Clarice Starling: No. Era un uomo molto corretto. Quid pro quo dottore.
    Hannibal Lecter: Bill non è un vero transessuale, ma pensa di esserlo. Tenta di esserlo. Immagino che abbia tentato di essere un sacco di cose.
    Clarice Starling: E lei ha detto che ero molto vicina a poterlo catturare, che voleva dire?
    Hannibal Lecter: Ci sono tre centri principali per la chirurgia dei transessuali: il Jonh Hopkins, l'Università del Minnesota e il Columbus Medical Center. Non sarei sorpreso se Billy avesse fatto domando per il cambiamento di sesso in uno o tutti e tre i luoghi e fosse stato rifiutato.
    Clarice Starling: Su quali basi lo avrebbero rifiutato?
    Hannibal Lecter: Per dei seri disturbi infantili associati a violenza. Il nostro Billy non è nato criminale Clarice. È stato reso tale da anni di sistematiche violenze. Billy odia la sua stessa identità, e pensa che questo lo renda un travestito. Ma la sua patologia è mille volte più selvaggia e più terrificante...
  • Jame "Buffalo Bill" Gumb [ guardando Catherine Martin, sua probabile vittima, nel pozzo dove la tiene per farla morire di fame]: Sfregarsi la lozione sulla pelle va fatto ogni volta che viene ordinato.
    Catherine Martine : La mia famiglia pagherà in contanti, qualunque riscatto gli chiederà lo pagheranno!
    Jame "Buffalo Bill" Gumb [ in modo freddo e quasi robotico ] : Sfregarsi la lozione sulla pelle o altrimenti useremo ancora il tubo.
    Precious [ la barboncina dell'assassino] : Bau!
    Jame "Buffalo Bill" Gumb : Sì, lo farà Precious! Prenderà il tubo!
    Catherine Martin : Okay! Okay! Lo farò!
    Jame "Buffalo Bill" Gumb [ fa scendere un cesto nel pozzo per recuperare la lozione] : Mettere la lozione nel cesto.
    Catherine Martin [ piange ] : Per favore, per favore! Voglio tornare a casa!
    Jame "Buffalo Bill" Gumb : Mettere la lozione nel cesto.
    Catherine Martin: Per favore, mi lasci andare!
    Jame "Buffalo Bill" Gumb [ perde il controllo di se stesso] : Metti quella fottuta lozione nel cesto!
  • Krendler [riferendosi a Buffalo Bill]: Ci serve l'indirizzo e una descrizione fisica.
    Hannibal Lecter: ... Mi dica, senatore. Ha svezzato da sé Catherine?
    Sen. Ruth Martin: Cosa?
    Hannibal Lecter: L'ha allattata lei?
    Krendler: Aspetti un momento...
    Sen. Ruth Martin: Sì, l'ho fatto.
    Hannibal Lecter: Ha indurito i suoi capezzoli, vero?
    Krendler: Gran figlio di puttana!
    Hannibal Lecter: Amputate la gamba ad un uomo e sentirà ancora il solletico. Dimmi, mammà, quando la tua bambina sarà sul tavolo mortuario dove sentirai il solletico?
    Sen. Ruth Martin: Riportate questo essere orripilante a Baltimora!
    Hannibal Lecter: Un metro e 85, di corporatura robusta, circa 90 kg, capelli biondi, occhi blu chiaro. Avrà circa 35 anni ora, disse di vivere a Philadelphia ma potrebbe aver mentito. È tutto quello che ricordo al momento, ma se mi viene in mente altro glielo farò sapere... Senatore, solo un'altra cosa: amo il suo vestito.
  • Poliziotto [parlando di Lecter]: È vero quello che dicono?
    Clarice Starling: Eh?
    Poliziotto: Che è una specie di vampiro?
    Clarice Starling: Non c'è un nome per quello che è.
  • Hannibal Lecter: Buona sera, Clarice.
    Clarice Starling: Ho pensato che rivolesse i suoi disegni dottore. Solo finché non ottiene la sua vista.
    Hannibal Lecter: Pensiero gentile... o Jack Crawford l'ha mandata per un ultimo moina prima che siate entrambi buttati fuori dal caso.
    Clarice Starling: No, sono venuta di mia volontà.
    Hannibal Lecter: La gente dirà che siamo innamorati... Anthrax Island. È stata una mossa molto carina Clarice. Sua?
    Clarice Starling: Si.
    Hannibal Lecter: Si... una bella cosa. Ma peccato per la povera Catherine. Tic-tac, tic-tac, tic-tac, tic-tac.
    Clarice Starling: Ricompaiono i suoi diagrammi dottore. Harrold Held Stifford. Solfito di ferro noto anche come, come l'oro degli sciocchi.
    Hannibal Lecter: Ah Clarice, il tuo problema è che hai bisogno di trarre più divertimento dalla vita.
    Clarice Starling: Lei mi stava dicendo la verità a Baltimora, signore. Per favore continui.
    Hannibal Lecter: Ho letto i rapporti sul caso e tu, tutto ciò che ti serve per trovarlo è proprio lì, in quelle pagine.
    Clarice Starling: Allora mi dica come.
    Hannibal Lecter: Prima regola, Clarice: semplicità. Leggi Marco Aurelio, di ogni singola cosa chiedi che cos'è in sé, qual è la sua natura. Che cosa fa quest'uomo che cerchi?
    Clarice Starling: Uccide le donne.
    Hannibal Lecter: No, questo è accidentale. Qul è la prima, la principale cosa che fa? Uccidendo che bisogni soddisfa?
    Clarice Starling: Rabbia... Essere accettato socialmente... Frustazione sessuale signore...
    Hannibal Lecter: No. Desidera. Questo è nella sua natura. E come cominciamo a desiderare Clarice? Cerchiamo fuori le cose da desiderare? Fai uno sforzo prima di rispondere.
    Clarice Starling: No, solo che...
    Hannibal Lecter: Il desiderio nasce da quello che osserviamo ogni giorno. Non senti degli occhi che girano intorno al tuo corpo? I tuoi occhi non cercano fuori le cose che vuoi?
    Clarice Starling: Va bene, si. Ora per favore, mi dica come...
    Hannibal Lecter: No. È il tuo turno di parlare Clarice. Le tue ferie sono finite ormai. Perché hai lasciato il ranch?
    Clarice Starling: Dottore, non abbiamo più tempo per queste cose...
    Hannibal Lecter: Noi non calcoliamo il tempo nello stesso modo, vero Clarice? Questo è tutto il tempo che avrai sempre...
    Clarice Starling: Più tardi. Senta, per favore, mi ascolti, abbiamo solo cinque min...
    Hannibal Lecter [volendo sapere cosa divora nel profondo Clarice]: No! Ascolterò ora... Dopo l'omicidio di tuo padre eri un'orfana, avevi dieci anni, sei andata vivere in un ranch con pecore e cavalli nel Montana. E?
    Clarice Starling: E una mattina sono semplicemente fuggita.
    Hannibal Lecter: Non proprio, Clarice. Cosa ti ha spinto? A che ora sei partita?
    Clarice Starling: Presto, era ancora buio.
    Hannibal Lecter: Poi qualcosa ti ha svegliato, vero? Era un sogno? Che cos'era?
    Clarice Starling: Ho sentito uno strano rumore.
    Hannibal Lecter: Cos'era?
    Clarice Starling: Era... un grido. Una specie di grido come la voce di un bambino.
    Hannibal Lecter: E che hai fatto?
    Clarice Starling: Sono andata... di sotto, fuori... Mi sono avvicinata furtivamente alla stalla. Avevo tanta paura a guardare dentro, ma dovevo!
    Hannibal Lecter: E che hai visto, Clarice? Che hai visto?
    Clarice Starling: Gli agnelli. Stavano urlando.
    Hannibal Lecter: Stavano macellando gli agnellini?
    Clarice Starling: Urlavano come pazzi.
    Hannibal Lecter: E sei corsa via?
    Clarice Starling: No. Prima ho tentato di liberarli. Ho aperto il cancello del loro recinto, ma non scappavano, rimanevano lì... confusi, e non scappavano.
    Hannibal Lecter: Ma tu potevi e l'hai fatto, vero?
    Clarice Starling: Sì. Ne presi uno e corsi via il più velocemente possibile.
    Hannibal Lecter: Dove volevi andare, Clarice?
    Clarice Starling: Non lo so, non avevo... non avevo cibo, ne acqua, e faceva molto freddo, molto freddo. Pensavo... che potevo salvarne almeno uno, ma... era pesante. Pesante. Riuscii a fare solo qualche miglio, lo sceriffo mi trovò subito. Il proprietario era così in collera che mi mandò a vivere all'orfanotrofio Luterano a Bozeman. Non vidi mai più il ranch.
    Hannibal Lecter: Che ne è stato del tuo agnello, Clarice?
    Clarice Starling: Lo uccisero.
    Hannibal Lecter: Ti svegli ancora qualche volta, vero? Ti svegli al buio e senti il grido di quegli innocenti.
    Clarice Starling: Sì.
    Hannibal Lecter: E pensi che se riuscissi a salvare la povera Catherine, potresti farli smettere, vero? Pensi che se Catherine vive, non ti sveglierai nel buio con quell'orribile grido di quei poveri esseri innocenti.
    Clarice Starling: Non lo so. Non lo so.
    Hannibal Lecter: Grazie, Clarice. Grazie.
  • Hannibal Lecter [parlando al telefono con Clarice Starling]: Bene, Clarice, gli agnelli hanno smesso di gridare?
    Clarice Starling: Dottor Lecter?
    Hannibal Lecter: Non cercare di rintracciarmi. Non parlerò abbastanza a lungo.
    Clarice Starling: Dov'è, Dottor Lecter?
    Hannibal Lecter: Non ho intenzione di farti visita, Clarice. Il mondo è più interessante se tu ci sei. Così fai in modo di farmi la stessa cortesia.
    Clarice Starling: Sa che non posso farle questa promessa.
    Hannibal Lecter: Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma... [vedendo il Dottor Chilton in lontananza] sto per avere un vecchio amico per cena stasera. Addio.
    Clarice Starling: Dottor Lecter?... Dottor Lecter?... Dottor Lecter?... Dottor Lecter?...

Note[modifica]

  1. Dopo un sondaggio tenuto negli USA nel 2005 dall'American Film Institute, che è andato a comporre l'AFI 100's years... 100 movie quotes, questa citazione è stata inserita al 21° posto nella classifica delle cento battute più celebri della storia del cinema.

Altri progetti[modifica]

La saga di Hannibal Lecter
Hannibal Lecter - Le origini del male (2007) · Red Dragon (2002) · Il silenzio degli innocenti (1991) · Hannibal (2001)