Invidia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Invidiare)
L'invidia in un'incisione allegorica di Jacob Matham

Citazioni sull'Invidia.

Citazioni[modifica]

  • Chiunque abbia qualcosa di speciale e raro verrà sempre invidiato da qualcuno. Purtroppo è la natura delle cose. (The Legend of Zelda: Skyward Sword)
  • Il primo peccato del diavolo è stata l'invidia, scaturita dal fatto di sapere che il Verbo si sarebbe incarnato. (Fabrice Hadjadj)
  • L'invidia, come il fuoco, si dirige sempre verso i posti più elevati. (Tito Livio, attribuita a Quinto Fabio Massimo Rulliano)
  • L'invidia deriva dal confronto irrazionale fra quanto hanno raggiunto altre persone e quanto avete raggiunto voi. Non è la mancanza delle qualità che possiedono gli altri a causare il vostro insuccesso, bensì l'incapacità di valorizzare a dovere le qualità che possedete. (Ari Kiev)
  • L'invidia è cieca, né altro sa fare che sminuire il valore altrui, corrompendo gli onori ed i meriti che uno si merita. (Tito Livio, attribuita a Gneo Manlio Vulsone)
  • L'invidia è come una palla di gomma che più la spingi sotto e più torna a galla. (Alberto Moravia)
  • L'invidia è la religione dei mediocri. Li consola, risponde alle inquietudini che li divorano e, in ultima istanza, imputridisce le loro anime e consente di giustificare la loro grettezza e la loro avidità fino a credere che siano virtù e che le porte del cielo si spalancheranno solo per gli infelici come loro, che attraversano la vita senza lasciare altra traccia se non i loro sleali tentativi di sminuire gli altri e di escludere, e se possibile distruggere, chi, per il semplice fatto di esistere e di essere ciò che è, mette in risalto la loro povertà di spirito, di mente e di fegato. Fortunato colui al quale latrano i cretini, perché la sua anima non apparterrà mai a loro. (Carlos Ruiz Zafón)
  • L'invidia è una terribile fonte di infelicità per moltissima gente. (Bertrand Russell)
  • L'invidia non tocca solamente i cattivi, ma anche i buoni e nelle cose buone... È una tristezza, una malinconia, è come una malattia del cuore. (Giuseppe Allamano)
  • L'invidia o il puntìglio, cortesi amici, può far de' volumi contro l'opere grandi, ma non mai opprimerle sotto il lor peso. (Andrea Rubbi)
  • L'invidia sempre vile e bassa, avversa alla giustizia e alla benevolenza è quella che sbandisce dall'animo ogni pace e tranquillità nel suo livore, che è capace del tradimento e della calunnia per opprimere ed abbassare il merito, che si espone giustamente all'odio ed all'esecrazione di tutti. (Baldassarre Poli)
  • L'invidia soffre per la buona fortuna del prossimo, e non potendo godere, per insufficienza propria, dei propri successi, gode malignamente degli insuccessi altrui. (Cesare Marchi)
  • L'invidioso è destinato a non godere mai. (Silvio Ceccato)
  • Se mi succederà ancora una volta nella vita di essere preso dall'invidia saprò a qual punto giunge quel vizio e come riesce a prendere a tradimento: uno crede di dominare i propri cattivi sentimenti, si mette tranquillo, non si controlla più e quelli ne approfittano per rialzare la testa e per buttarlo in terra una seconda volta. (Gine Victor)

Melanie Klein[modifica]

  • L'esperienza mi ha insegnato che il primo oggetto di invidia è il seno che nutre, in quanto il bambino sente che il seno possiede tutto quello che egli desidera, ha una quantità illimitata li latte e di amore ma che lo tiene per suo godimento. Questa sensazione aumenta il risentimento e l'odio del bambino, e di conseguenza disturba la sua relazione con la madre.
  • Una delle conseguenze dell'invidia eccessiva sembra essere il precoce instaurarsi del senso di colpa.
  • Una modalità di difesa frequente è quella di stimolare l'invidia negli altri con il proprio successo, con la ricchezza e la fortuna, rovesciando così la situazione di chi sperimenta l'invidia.

Proverbi italiani[modifica]

  • All'invidioso gli si affila il viso e gli cresce l'occhio.
  • Astio e invidia non morirono mai.
  • Chi d'invidia campa, disperato muore.
  • Chi ha invidia, ha doglie.
  • Chi vuol tormentar l'invidia, lodi l'invidiato.
  • Come l'ombra segue il corpo, cosi l'invidia segue le belle azioni.
  • Contro l'invidia il miglior scudo è la virtù.
  • Dall'invidioso guardati come dal tignoso.
  • E meglio essere invidiati che compianti.
Variante: Meglio far invidia che pietà.
  • E peggio l'invidia dell'amico che l'insidia del nemico.
  • Falsità, calunnia, inganno sono gli strumenti dell'invidia.
  • Fu e sarà in ogni tempo su la terra, fra povertà e ricchezza, invidia e guerra.
  • La parte degli altri par sempre più grande.
  • L'altrui fortuna è una corda al collo dell'invidioso.
  • L'invidia è il cruccio degli stolti.
  • L'invidia è la peggiore delle malattie.
  • L'invidia è sommo male, perché crepa dell'altrui bene.
  • L'invidia è un tarlo che rode il legno in cui cresce.
  • L'invidia fa agli altri la fossa e poi vi casca dentro.
  • L'invidia fa del male, ma sta peggio.
  • L'invidia grida dispettosa dove cavalca l'onore.
  • L'invidia ha occhi acuti.
  • L'invidia nacque e morirà con gli uomini.
  • L'invidia non può mangiar nulla fuorché il cuore.
  • L'invidia rode se stessa.
  • L'invidia si contenterebbe di un occhio, purché l'invidiato fosse cieco.
  • L'invidia tira agli altri e ferisce se stessa.
  • L'invidia vorrebbe togliere agli altri persin la luce del sole.
  • L'invidioso si rode, l'invidiato se la gode.
  • Non fu mai gloria senza invidia.
  • Se l'invidia fosse febbre, tutto il mondo l'avrebbe.
  • Se l'invidia si guardasse allo specchio arrossirebbe.
  • Tutto finisce fuorché l'invidia.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]

Sette vizi capitali
Ira · Accidia · Lussuria · Avarizia · Gola · Invidia · Superbia