Jack Ketchum

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jack Ketchum alla fiera del libro di Parigi, marzo 2009.

Jack Ketchum. pseudonimo di Dallas Mayr (1946 — vivente), scrittore statunitense.

Incipit de La ragazza della porta accanto[modifica]

Pensate di sapere cosa sia il dolore?
Parlate con la mia seconda moglie. Lei lo sa, o per lo meno crede di saperlo.
Dice che una volta, quando aveva diciannove o vent'anni, si trovò in mezzo a una lotta tra due gatti – il suo e quello del vicino – e uno di loro le si scagliò contro, arrampicandosi su di lei come se fosse un albero e lasciandole graffi e sfregi indelebili su cosce, seno e pancia. Dice che si spaventò così tanto che cadde contro l'antica credenza Hoosier di sua madre, rompendo il piatto in ceramica e lacerandosi 15 centimetri di pelle all'altezza delle costole, mentre il gatto, tutto denti, artigli e furia incontrollabile, scendeva giù lungo il suo corpo. Pare le abbiano messo 36 punti, ed ebbe la febbre per giorni.
La mia seconda moglie dice che quello è il dolore.
Quella donna non sa proprio un cazzo.

Bibliografia[modifica]

  • Jack Ketchum, La ragazza della porta accanto, traduzione di Linda De Luca, Gargoyle, 2009. ISBN 9788889541371

Altri progetti[modifica]