Jacqueline Carey

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Jacqueline Carey (1964 — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di Il dardo e la rosa[modifica]

Affinché nessuno possa pensare che io sia un'illegittima – la figlia bastarda di qualche contadino lussurioso, venduta con contratto a termine in un periodo di magra – devo chiarire di essere nata in una Casa e cresciuta in modo appropriato alla Corte della Notte, per quel che mi è servito.
Mi è difficile provare risentimento verso i miei genitori, anche se invidio la loro ingenuità. Nessuno li aveva neppure avvertiti, al momento della mia nascita, di avermi fatto dono di un nome infausto: Phèdre, così mi hanno chiamata, senza sapere che si tratta di un nome elleno... e maledetto.

Bibliografia[modifica]

  • Jacqueline Carey, Il dardo e la rosa, traduzione di Elisa Villa, TEA, 2007. ISBN 9788850213771

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]