Jazz

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Gruppo jazz all'Howard Theater, 1941

Citazioni sul jazz.

  • Cos'era? Non lo so. Quando non sai cos'è, allora è Jazz. (Alessandro Baricco)
  • Credo che tutti i jazzisti italiani, in fondo, siano sempre rimasti fedeli a se stessi. Guardiamo l'America: tra easy jazz e fusion hanno rischiato una specie di deriva. (Stefano Bollani)
  • Il bello del tango è che in Argentina tutti i musicisti classici lo suonano. Non è come in America dove la classica e il jazz sono mondi separati. Io ogni tanto ho bisogno di tornare laggiù a suonarlo con i miei amici. (Daniel Barenboim)
  • Il jazz è musica della venuta, musica che crea. (Amiri Baraka)
  • Il jazz ha fatto grandi passi durante il suo cammino evolutivo: dalle bettole e dalle strade di New Orleans alla ventosa Chicago, dalla calda e cinematografica Los Angeles fino alla frenetica e cosmopolita New York. Poi ha attraversato gli oceani e ha invaso il mondo. (Flavio Caprera)
  • Il jazz non è morto, ha solo un odore un po' curioso. (Frank Zappa)
  • Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra. (John Coltrane)
  • La grande sfida è "conquistare" il ceto medio, la gente che al jazz ci arriva non per educazione, ma per altre vie. (Stefano Bollani)
  • Quando non sai cos'è, allora è jazz! (La leggenda del pianista sull'oceano)
  • Tocca a critici e musicologi definire i confini tra i diversi generi musicali. Chi la musica la fa fortunatamente non ha questi problemi: i musicisti anzi tracciano nuove vie, a volte molto personali, su cui percorrere le lande ancora inesplorate della fantasia e dell'inventiva. Altrimenti, tango e jazz sarebbero ancora pensati come due mondi distanti. (Enrico Parola)

Altri progetti[modifica]