Jean Webster

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jean Webster

Jean Webster, pseudonimo di Alice Jane Chandler Webster (1876 – 1916), scrittrice statunitense.

Incipit di Papà Gambalunga[modifica]

Il primo mercoledì del mese era, da sempre, una giornata terribile. Una di quelle giornate che aspetti con angoscia. Una di quelle giornate che devi affrontare con coraggio e speri di dimenticare presto.
Ogni millimetro di pavimento doveva essere lucidato a specchio, ogni letto doveva avere le lenzuola tirate e senza una grinza.
I novantasette orfani dell'istituto dovevano essere ben lavati e pettinati. Le raccomandazioni sulle buone maniere si sprecavano: dite "Sì, signore", "No, signore" e parlate solo se vi rivolgono la parola.

Era, l'ho detto, una giornata pesante e la sua organizzazione stava tutta sulle spalle di Jerusha Abbott, detta J.A., perché era la più anziana delle ospiti dell'istituto.
Ma anche questo mercoledì finì, per fortuna.

Bibliografia[modifica]

  • Jean Webster, Papà Gambalunga, traduzione e adattamento di Luisa Mattia, Giunti Junior, 2011. ISBN 9788809765993

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]