Jeaniene Frost

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Jeaniene Frost (1974 — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

Crepuscolo cremisi[modifica]

Vigilia di Capodanno, un anno prima

Nonostante si trovassero nel seminterrato, Denise riusciva ancora a sentire il rumore degli scontri all'esterno. Non sapeva cosa li avesse attaccati, ma non potevano essere creature umane. Non per Cat, che quando li aveva sistemati al piano di sotto sembrava davvero spaventata. E se era terrorizzata lei, allora dovevano esserlo tutti.
Il fracasso di sopra fece restare Denise senza fiato. Randy la abbracciò forte. «Andrà tutto bene.»

Il bacio eterno dell'oscurità[modifica]

Mencheres sentì l'odore del sangue prima ancora di cogliere l'odore di terra dei ghoul radunati al pianterreno del magazzino diroccato. Non mostrarono alcuna preoccupazione quando lui entrò. Inspirando un'altra volta, Mencheres capì che due di loro puzzavano di sangue di vampiro. Gli altri quattro non avevano addosso quell'odore metallico, ma dagli sguardi rapaci che rivolsero a Mencheres parevano intenzionati a rimediarvi.

La regina della notte[modifica]

A Manhasset ero in attesa davanti alla grande casa a quattro piani di un certo Liam Flannery. Non era una visita di cortesia, bastava guardarmi per capirlo. Il giaccone che indossavo era aperto e lasciava bene in vista la pistola e la fondina a spalla, così come il distintivo dell'FBI. I miei pantaloni erano larghi, e anche la blusa, per nascondere i dieci chili d'armi d'argento che avevo assicurate alle braccia e alle gambe.

Bibliografia[modifica]

  • Jeaniene Frost, Crepuscolo cremisi, traduzione di Marianna Cozzi, Fanucci Editore, 2011. ISBN 9788834717530
  • Jeaniene Frost, Il bacio eterno dell'oscurità, traduzione di Silvia Demi, Fanucci, 2012. ISBN 9788834718322
  • Jeaniene Frost, La regina della notte, traduzione di Silvia Demi, Fanucci, 2011. ISBN 9788834716847

Altri progetti[modifica]