John Horne Burns

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

John Horne Burns (1916 – 1953), scrittore statunitense.

Citazioni su John Horne Burns[modifica]

  • Seduto al suo stesso tavolo in un ristorante del centro, John Horne Burns che mi sta di fronte e che somiglia vagamente a Spencer Tracy. Quanti anni può avere l'autore di La Galleria, che è uno dei più perspicaci e penetranti romanzi americani di ambiente italiano? Non più di trentatré o trentaquattro, penso, e provo un po' di compassione per lui. Il suo roseo volto è ancora infantile, immacolatamente candidi e pronti allo stupore i suoi occhi azzurri, il naso un po' storto e le spalle vigorose denunziano una dimestichezza con pratiche sportive rudi e coraggiose, quali si convengono a una razza fresca, barbara e ingenua. Ma per quanto tempo ancora egli serberà in sé questa forza incorrotta? Al cameriere, che è venuto a prendere le ordinazioni, John dice, meccanicamente: «Gin al seltz!» (e io penso che quella forza incorrotta la serberà per molto tempo): ma poi si riprende e gli urla dietro a gran voce: «No... Cosa ho detto? Gin al seltz?»... Al diavolo!... Barolo!... Vecchio Varolo 1938!... (e io penso che quella forza l'ha già perduta, in tutto o in parte). (citato in Indro Montanelli, Pantheon minore(incontri), Longanesi e C., 1950)

Bibliografia[modifica]

  • Indro Montanelli, Pantheon minore (incontri), Longanesi e C., 1950.

Altri progetti[modifica]