John Searle

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
John Searle

John Searle (1932 – vivente), filosofo statunitense.

Citazioni di John Searle[modifica]

  • La coscienza consiste in una serie di stati e processi soggettivi. Essi sono stati di consapevolezza di sé, interiori, qualitativi e individuali. La coscienza è allora quella cosa che comincia ad apparire al mattino, quando dallo stato di sogno e di sonno passiamo allo stato di veglia e permane per tutta la durata del giorno fino a sera, quando, tornando a dormire, diventiamo incoscienti. Questo è per me il significato del termine "coscienza".[1]
  • Nei casi in cui mi preoccupano questioni di stile e di esposizione cerco di seguire una massima semplice: se non lo posso esporre con chiarezza non lo posso nemmeno comprendere io stesso.[2]

The Storm Over the University[modifica]

  • Non capisci quella tradizione, se non la vedi in relazione alle altre.
However, you do not understand your own tradition if you do not see it in relation to others.
  • […] non puoi mai comprendere una lingua sino a quando non ne capisci almeno due.
[…] you can never understand one language until you understand at least two.
  • Non puoi pensare con chiarezza, se non riesci a parlare e scrivere in modo chiaro.
You cannot think clearly if you cannot speak and write clearly.

Note[modifica]

  1. Da Mente, coscienza, cervello: un problema ontologico, in Eddy Carli (a cura di), Cervelli che parlano, Bruno Mondadori, 2003, pp. 185-186.
  2. "Where questions of style and exposition are concerned I try to follow a simple maxim: if you can't say it clearly you don't understand it yourself." (da Intentionality: An Essay in the Philosophy of Mind, Cambridge University Press, 1983, p. X)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]